Tu sei qui

OSPEDALI: “NECESSARIA UNA STRUTTURA UNITARIA DELLA SANITA' NELLA CONCA TERNANA, CHE ACCOLGA ANCHE LE ISTANZE DI NARNI E AMELIA” - INTERVENTO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE, EROS BREGA

In sintesi

Alla luce dei risultati del sondaggio promosso e tenuto dal Comitato cittadino per la difesa dei livelli ottimali di assistenza e per il rilancio delle attività sanitarie nella comunità ternana, il presidente del Consiglio regionale Eros Brega, afferma che “per mantenere e rafforzare gli alti livelli di professionalità raggiunti dall'Azienda ospedaliera di Terni è necessario uno sforzo congiunto in tutto il territorio, senza aprire tensioni, affinché si realizzi una struttura baricentrica che, raccogliendo anche le istanze di Narni e Amelia, sappia difendere il buon lavoro svolto fino ad ora, risponda ai bisogni dei cittadini e sia appetibile anche all'utenza di fuori regione”.

 


 


 

(Acs) Perugia, 22 marzo 2012 - “Alla soglia di cambiamenti epocali per l'Umbria, anche sul fronte della sanità, è necessario un confronto serio, sereno, obiettivo e rispettoso di tutte le legittime aspettative in campo, sugli ospedali nel territorio ternano”. E' quanto sollecita il presidente del Consiglio regionale Eros Brega alla luce dei risultati del sondaggio promosso e tenuto dal Comitato cittadino per la difesa dei livelli ottimali di assistenza e per il rilancio delle attività sanitarie nella comunità ternana. Dalle risposte al questionario emergono le perplessità rispetto a un piano di ristrutturazione dell'attuale ospedale Santa Maria e la richiesta di realizzare una nuova struttura.


 

Il comitato – commenta Brega – manifesta una serie di perplessità e di interrogativi (http://goo.gl/Vzmn0) che meritano di essere approfonditi senza pregiudiziali né strumentalizzazioni. Credo, infatti – aggiunge il presidente del Consiglio - che sia condivisibile e meriti un approfondimento da parte di tutti i soggetti interessati, la proposta di lavorare intorno a un progetto globale e coordinato che, superando le posizioni di campanile, e tenendo nella giusta considerazione le aspettative dei territori di Narni e Amelia (per troppo tempo illusi) rilanci nel complesso la sanità ternana. Se si vogliono mantenere e rafforzare gli alti livelli di eccellenza e di professionalità che l'azienda ospedaliera di Terni ha raggiunto in questi anni – continua Brega – è necessario uno sforzo congiunto in tutto il territorio, senza aprire tensioni, affinché si realizzi una struttura baricentrica che, raccogliendo anche le istanze di Narni e Amelia, sappia difendere il buon lavoro svolto fino ad ora, sappia rispondere ai bisogni dei cittadini e sia appetibile anche all'utenza di fuori regione”.


 

Per questo ritengo che sia fondamentale il confronto – aggiunge il presidente del Consiglio – e che le forze politiche e istituzionali si impegnino affinché i 240mila abitanti del Ternano non siano divisi da localismi ma si lavori tutti in un'unica direzione a favore di un progetto unico e complessivo per il rilancio della sanità della Conca. Oggi, infatti, si è chiamati a compiere delle scelte importanti che metteranno una seria ipoteca sul futuro: sbagliare significherà non poter tornare più indietro. In un momento di grave difficoltà, dove investire anche un singolo euro richiede maggiore oculatezza e intelligenza, non ci si possono permettere passi falsi, specie in un settore come quello della sanità. Un settore che per troppo tempo, a torto – sottolinea Brega - è stato considerato da qualcuno un serbatoio di consensi e questo ha compromesso la possibilità di definire un progetto complessivo, unitario ed efficace negli anni. Pertanto, è arrivata l'ora di mettere da parte gli interessi spiccioli, l'attaccamento a certe nicchie al fine di mantenere determinate posizioni acquisite nel tempo, per perseguire, al contrario, l'interesse alto e generale del bene comune e dei cittadini. E' con le scelte, infatti, che si deve guadagnare il consenso e la fiducia della gente. L'appello dunque – conclude il presidente del Consiglio – è quello a ragionare con serietà e serenità, sgombri da pregiudizi, a un'idea unitaria di sanità nella Conca ternana, credibile e valida, per poi attuare scelte oculate e responsabili”. Port/Mdl

Data:
Giovedì, 22 Marzo, 2012 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis