Tu sei qui

sanità

INFORMAZIONE: “INOPPORTUNO CHE IL PORTAVOCE DELLA PRESIDENTE DELLA REGIONE SIA IL COORDINATORE DEI SERVIZI SULLA SANITÀ DA MANDARE IN ONDA SULLA RAI REGIONALE – NOTA DI MONACELLI (UDC)

 

(Acs) Perugia, 23 settembre 2013 - “Trovo come minimo inopportuno che il portavoce della presidente della Regione Umbria, Franco Arcuti, svolga il ruolo di coordinatore dei servizi da mandare in onda sulla Rai regionale su un argomento delicato e di primaria importanza quale la sanità, come riportano stamani diverse agenzie di stampa”. Così, in una nota, il capogruppo regionale dell'Udc, Sandra Monacelli per la quale “la scelta della Rai regionale dell'Umbria di realizzare una serie di trasmissioni con cadenza settimanale (il mercoledì mattina, con una finestra anche nel tg delle 14 sulla sanità, le sue eccellenze, i servizi i sanitari, il tutto sotto la supervisione e il coordinamento della presidenza della Giunta regionale, ricorda molto da vicino 'Telekabul', spingendosi anche più in avanti”.

SANITÀ: “SUL 'CASO MORELLI' AUSPICABILE UNA ATTENZIONE PARTICOLARE PER LE NOSTRE ECCELLENZE. NO A LETTURE DI PARTE DELLA VICENDA” - NOTA DI MONACELLI (UDC)

(Acs) Perugia, 18 settembre 2013 - “In merito al cosiddetto 'caso Morelli', sollevato da un articolo uscito lo scorso mese di maggio su L'Espresso online, che riguardava il primario di gastroenterologia dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, senza entrare nel merito delle decisioni che attengono alle autorità competenti, mi sento in dovere di richiedere un'attenzione particolare nei confronti delle eccellenze umbre nel campo sanitario, senza limitarsi a letture di parte della vicenda”. Così il capogruppo regionale dell'Udc, Sandra Monacelli  per la quale “appare comunque singolare che solo ora si accendano i riflettori su presunte baronìe e nepotismi in Umbria, con riferimento però esclusivo a questa vicenda, quando in Umbria e in Italia il sistema è consolidato da decenni, senza che i sindacati e la politica abbiano mai affrontato seriamente e debellato questa piaga”.

SANITÀ: “CRITICITA' PER I POSTI LETTO NEGLI OSPEDALI DI PERUGIA E TERNI E FUTURO DEGLI OSPEDALI DI COMUNITÀ” - INTERROGAZIONE DI MONACELLI (UDC)

(Acs) Perugia, 12 settembre 2013 – La capogruppo dell'Udc in Consiglio regionale, Sandra Monacelli, ha presentato un'interrogazione alla Giunta per “conoscere gli interventi che si vorranno assumere per superare le gravi criticità presenti nell'ospedale 'Santa Maria della Misericordia' di Perugia, dove più volte si è verificata una situazione di insufficienza dei posti letto rispetto ai ricoveri, chiarendo altresì definitivamente, stante la riduzione delle risorse economiche, il ruolo che i cosiddetti 'ospedali di comunità' rivestiranno nel futuro del sistema sanitario regionale”.

CONCORSI ASL UMBRE: “ PRIMA DI BANDIRE NUOVE SELEZIONI PUBBLICHE SI PROCEDA AL PROGRESSIVO ESAURIMENTO DELLE GRADUATORIE CONCORSUALI IN ATTO” - LIGNANI MARCHESANI (FD'I) INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE

(Acs) Perugia, 11 settembre 2013 - Il consigliere regionale Andrea Lignani Marchesani (Fd'I), con una interrogazione a risposta immediata (question time) chiede alla Giunta regionale se non ritenga opportuno “che le Asl umbre procedano al progressivo esaurimento delle graduatorie concorsuali per un congruo periodo temporale prima di bandire nuovi concorsi per i medesimi profili professionali, e in particolare per quelli riservati alle cosiddette 'categorie protette'”.

SANITÀ: “UMBRIA MODELLO NAZIONALE PER COSTI E FABBISOGNI STANDARD. NON SCAMBIARE DATI OGGETTIVI CON PROPAGANDA” - LOCCHI (PD) RISPONDE A NEVI (PDL) SUI “RICONOSCIMENTI OTTENUTI DAL SISTEMA SANITARIO UMBRO”

(Acs) Perugia, 30 luglio 2013 - "I riconoscimenti ottenuti dal sistema sanitario umbro, scelto dal Governo nazionale come modello per la definizione dei livelli di costo e di fabbisogno standard, sono frutto di un lavoro straordinario fatto nel tempo. In questi ultimi anni la Giunta Marini è riuscita a mantenere un modello di sanità regionale di qualità, malgrado tagli pesantissimi al settore e senza ricorrere a risorse del proprio bilancio regionale o a maggiorazioni di addizionali Irpef". Renato Locchi, capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, risponde così al capogruppo del Pdl Raffaele Nevi, che "tenta di smorzare la qualità assoluta dei risultati illustrati, scambiando per propaganda dati oggettivi che non hanno eguali in Italia".
 

CONSIGLIO REGIONALE (1): DICIASSETTE MILIONI PER I DEBITI DELLE AZIENDE SANITARIE – IL CONSIGLIO APPROVA ALL'UNANIMITÀ LA NORMA CHE AUTORIZZA L'UTILIZZO DEI FONDI ANTICIPATI DAL GOVERNO NAZIONALE

(Acs) Perugia, 23 luglio 2013 – Il Consiglio regionale dell'Umbria ha approvato all'unanimità il disegno di legge che autorizza la Regione ad utilizzare le anticipazioni messe a disposizione dal Governo nazionale per consentire alle pubbliche amministrazioni di saldare i debiti verso le aziende private. Il presidente della Prima commissione, Oliviero Dottorini, prima del voto ha spiegato che il disegno di legge “permette alla Regione di accedere alle risorse previste dal decreto 35/2013, che introduce la possibilità di liquidare i crediti delle aziende che vantano crediti verso la pubblica amministrazione. Le Regioni – ha sottolineato Dottorini - possono accedere a somme per i ritardi nei pagamenti verso le aziende, ma l'Umbria non ha questo problema. Accederemo invece ai 17,2 milioni di euro stanziati dal Governo nazionale per il pagamento dei debiti della sanità: questi fondi  dovranno essere restituiti nell'arco di 30 anni, con oneri per la Regione di 1 milione per il 2014, e di 2 milioni all'anno per gli anni successivi.

TERZA COMMISSIONE: “LA SANITA' UMBRA DISPONE DI RISORSE ADEGUATE, MA SERVE IL CORAGGIO DI FARNE UN USO APPROPRIATO” - AUDIZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELL'AZIENDA OSPEDALIERA DI PERUGIA

(Acs) Perugia, 1 luglio 2013 - “La Sanità umbra dispone di risorse adeguate ma serve il coraggio di farne un uso appropriato”: lo ha detto stamani ai membri della Terza commissione del Consiglio regionale il direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Perugia, Walter Orlandi, convocato a riferire in audizione sullo stato di attuazione della riforma sanitaria.


 

SANITÀ: “PERUGIA: UN SISTEMA SANITARIO INSANO. SI PRENDANO CON URGENZA I DOVUTI PROVVEDIMENTI” - VALENTINO (PDL) PONE ALL'ATTENZIONE DI REGIONE E UNIVERSITÀ UN FATTO “CHE COINVOLGEREBBE UN DOCENTE E PRIMARIO OSPEDALIERO UMBRO”

(Acs) Perugia, 28 maggio 2013 - “Ci avevano garantito che la sanità e l'Università di Perugia erano esenti da baronie e nepotismi. Purtroppo sappiamo che non è così. Basta fare un giro nelle facoltà per capire i meccanismi e i criteri di assunzione di ricercatori ed associati”. Così il consigliere regionale Rocco Valentino (Pdl) che ricorda di aver già sollevato in commissione sanità ed in Consiglio regionale “forti perplessità sulla convenzione Università-Regione sulla sanità, poiché chiaramente sbilanciata a vantaggio dell'Università. Ma, come al solito, dai banchi della maggioranza nessun ascolto”.

SANITÀ: “ANCHE LA REGIONE UMBRIA INTERVENGA PER TUTELARE I MALATI DI MCS (SENSIBILITÀ CHIMICA MULTIPLA) – INTERROGAZIONE DI DE SIO (FD'I)

(Acs) Perugia, 23 maggio 2013 – Il consigliere regionale Alfredo De Sio (Fd'I) presenta un'interrogazione alla Giunta regionale per sapere se, analogamente a quanto fatto da altre Regioni italiane, intenda adottare provvedimenti per tutelare i malati umbri di Sensibilità Chimica Multipla (MCS), una sindrome immuno-tossica-infiammatoria di intolleranza totale alle sostanze chimiche, che colpisce vari organi e apparati del corpo umano, riconosciuta dall'Oms tra le lesioni ed avvelenamenti determinati da cause esterne.