Tu sei qui

ospedale terni

SANITÀ: “RITARDI NELL'APERTURA DEL NUOVO REPARTO DI NEUROCHIRURGIA DELL'OSPEDALE DI TERNI” – INTERROGAZIONE DI BREGA E BARBERINI (PD)

(Acs) Perugia, 22 giugno 2016 – “Chiediamo alla Giunta di sapere se entro il mese di giugno sarà aperto il nuovo reparto di neurochirurgia dell'ospedale Santa Maria di Terni e quali sono le ragioni del ritardo”. È questo il contenuto di un'interrogazione a risposta immediata (question time) che hanno presentato i consiglieri regionali del Partito democratico Eros  Brega e Luca  Barberini.

OSPEDALE DI TERNI: “DAL REPARTO DI MEDICINA NUCLEARE DEL 'SANTA MARIA' EMERGE UN QUADRO INCORAGGIANTE” - NEVI (CAPOGRUPPO FI) IN VISITA AL NOSOCOMIO DOPO L'ENTRATA IN FUNZIONE DELLA NUOVA PET/TC

 

(Acs) Perugia, 1 agosto 2014 – “Con l'entrata in funzione della nuova Pet/tc, dal reparto di medicina nucleare del 'Santa Maria' di Terni emerge un quadro davvero incoraggiante, che pone ancora di più questo ospedale come punto di erogazione di servizi di altissima qualità per una vasta area che prende, non solo parte importante dell'Umbria, ma anche intere zone della Regione Lazio con sempre più pazienti che arrivano dal Reatino e dal Viterbese”. Lo scrive, in una nota il capogruppo regionale di Forza Italia, Raffaele Nevi a fronte di quanto illustrato stamani dai vertici aziendali, dai sanitari e dai tecnici nel corso di una sua visita al reparto di medicina nucleare del nosocomio ternano.

SANITA’: “LA REGIONE DIA RISPOSTE AL COMITATO DEI CITTADINI COSTITUITOSI A TERNI PER LA SALVAGUARDIA DELL’OSPEDALE” – NEVI (PDL) ANNUNCIA UNA INTERROGAZIONE SUI LAVORI DI AMMODERNAMENTO

(Acs) Perugia, 23 giugno 2011 – “Ho assistito con attenzione alla prima uscita del comitato cittadino costituitosi per fare in modo che l’ospedale di Terni possa svilupparsi e recuperare l’evidente gap infrastrutturale che lo contraddistingue rispetto al resto delle strutture umbre. Ho particolarmente apprezzato la voglia di capire e di interessarsi che è emersa dagli interventi e questo è un segno di vitalità civica che deve essere colta e ascoltata dai decisori politici”.