Tu sei qui

fabio paparelli

QUESTION TIME (5): “AZIONI SU GOVERNO E BANCA D'ITALIA PER RIMBORSO A VITTIME DECRETO 'SALVABANCHE” - CARBONARI (M5S) INTERROGA, ASSESSORE PAPARELLI RISPONDE: “FONDO REGIONALE PER SPESE LEGALI”

(Acs) Perugia, 16 febbraio 2016 - “Quali sono le misure messe in atto dalla Giunta regionale sul Governo nazionale e sulla Banca d'Italia affinché i risparmiatori umbri, vittime del decreto 'Salvabanche' (in particolare piccoli risparmiatori 'indirizzati' dalle quattro banche coinvolte alla sottoscrizione o acquisto di prodotti speculativi senza una reale esposizione dei rischi) ricevano al più presto i relativi rimborsi?”. È quanto ha chiesto alla Giunta regionale il consigliere Maria Grazia Carbonari (Movimento 5 Stelle), durante le seduta dell'Assemblea legislativa dedicata alle interrogazioni a risposta immediata,  ricordando che l'Umbria “è stata  colpita pesantemente dal provvedimento con migliaia di risparmiatori coinvolti ed in molti casi indirizzati verso quel tipo di investimento speculativo (azioni e  obbligazioni subordinate) senza un’adeguata conoscenza dei rischi derivanti da questo tipo di investimento finanziario”.

QUESTION TIME (2) VERTENZA SABA-SIPA: “VIGILARE PER TUTELARE I LAVORATORI” - A LEONELLI (PD) RISPONDE ASSESSORE PAPARELLI “NESSUNA RICHIESTA DI INTERVENTO O DI INCONTRO. MONITORIAMO SITUAZIONE”

(Acs) Perugia, 15 dicembre 2015 - “La scelta della multinazionale spagnola Saba di cambiare unilateralmente il contratto collettivo nazionale di lavoro applicato ai propri dipendenti, passando da quello dell’autonoleggio e parcheggi a quello del terziario, determina un decadimento delle condizioni economiche e normative dei dipendenti”. Così Giacomo Leonelli (capogruppo Pd) nella presentazione in Aula della sua interrogazione, e nel sottolineare come questa scelta “penalizza gravemente i lavoratori, che rischiano di perdere salario e diritti, sia per effetto di una paga base più bassa, sia perché con tale formale disdetta si cancellano anni e anni di contrattazione di secondo livello territoriale”, ha chiesto alla Giunta regionale “quali azioni intenda mettere in campo per sostenere i diritti dei lavoratori della Saba-Sipa nel corso di questa vertenza”.

ECONOMIA: INCONTRO TRA LA REGIONE UMBRIA E L'AMBASCIATORE BULGARO RAYKOV – PRESENTI PORZI, PAPARELLI, CHIACCHIERONI E ROMETTI

(Acs) Perugia, 11 dicembre 2015 - Questa mattina a Palazzo Donini, sede della Giunta regionale, si è svolto un incontro tra una delegazione della Regione Umbria e l'ambasciatore bulgaro Marin Raykov, accompagnato dal console onorario, Antonio Cascianelli. Alla riunione, organizzata dal consigliere regionale del Partito democratico, Gianfranco Chiacchieroni, erano presenti l'assessore Fabio Paparelli, la presidente dell'Assemblea legislativa, Donatella Porzi e il consigliere regionale Silvano Rometti (Socialisti e Riformisti). L'obiettivo dell'incontro, pensato per aumentare l'internazionalizzazione delle imprese umbre, è stato quello di creare le basi, anche istituzionali, per intensificare i rapporti commerciali tra la Regione Umbria e la Bulgaria, che già esistono, ma che hanno grandi potenzialità di crescita. DMB/

LE FOTO DELL'INCONTRO: https://goo.gl/Ii2nDS

QUESTION TIME (3): “LE INDUSTRIE IDROELETTRICHE NON SONO STATE INFORMATE DELL'AUMENTO DEI CANONI CONCESSORI” - INTERROGAZIONE DI NEVI (FI), ASSESSORE PAPARELLI “AUMENTO IN LINEA CON ALTRE REGIONI”

(Acs) Perugia, 3 novembre 2015 - “La mia interrogazione puntava a capire se l'aumento del cento per cento dei canoni concessori per le grandi derivazioni idroelettriche fosse stato concordato con le imprese e quali ricadute questo avesse avuto sui piani industriali. Ma la risposta l'ho avuta oggi aprendo i giornali con l'intervista al presidente di  Asso-idroelettrica che ha fatto presente la sua assoluta contrarietà al provvedimento  chiedendo alla Giunta di ritirarlo e annunciando un ricorso”. Con queste parole il capogruppo regionale di Forza Italia, Raffaele Nevi, ha illustrato in Aula la sua interrogazione a risposta immediata, chiedendo alla Giunta “per quale motivo è intervenuta sui canoni proprio mentre è in atto la cessione da un'azienda tedesca ad una italiana della centrale idroelettrica di Galleto a Terni”.

PRIMA COMMISSIONE: “IN 2 ANNI CONNESSIONE A 30 MEGA IN 1200 AREE INDUSTRIALI DELLA REGIONE” - AUDIZIONE DELL'ASSESSORE PAPARELLI PER ILLUSTRARE IL PROGRAMMA SULL'INNOVAZIONE

 

(Acs) Perugia, 9 settembre 2015 - “Nel giro di due anni porteremo la connessione a 30 mega nelle mille e 200 aree industriali dell'Umbria”. È quanto emerso dall'audizione dell'assessore all'Innovazione, Fabio Paparelli, che si è tenuta oggi in Prima Commissione, presieduta da Andrea Smacchi, per illustrare il suo programma su innovazione e servizi informatici.

SOFTWARE LIBERO: “LA MIGRAZIONE VERSO I SISTEMI APERTI È UNA PROCEDURA COMPLESSA MA STA PROCEDENDO” - PAPARELLI RISPONDE ALL'INTERROGAZIONE DI DOTTORINI (IDV) SULLA LEGGE “N.11/2006”

(Acs) Perugia, 2 ottobre 2014 - “Sono soddisfatto della risposta dell'assessore Paparelli: anche se dopo 8 anni la legge non può dirsi pienamente applicata, sembra chiaro che la volontà della Giunta è quella di muoversi nella giusta direzione”. Così il consigliere Oliviero Dottorini (Idv) ha replicato alla risposta che l'assessore all'innovazione e sistemi informativi ha fornito all'interrogazione sull'applicazione della legge regionale “n.11/2006” sul pluralismo informatico e la diffusione di software a sorgente aperta.

QUESTION TIME (5): “QUALI SOLUZIONI LEGISLATIVE PER SANARE IL PIANO REGOLATORE DI SPOLETO?” - ZAFFINI (FD'I) INTERROGA, PAPARELLI RISPONDE: “PREVISTO UN APPOSITO ARTICOLO NEL COLLEGATO ALLA FINANZIARIA”

(Acs) Perugia, 11 marzo 2014 - Franco Zaffini, capogruppo di Fratelli d'Italia all'Assemblea legislativa dell'Umbria, ha illustrato in Aula l'interrogazione a risposta immediata sul Prg di Spoleto, chiedendo “quali soluzioni legislative e procedimentali la Giunta intende elaborare per sanare prontamente le censure dichiarate dal giudice amministrativo umbro e dal Consiglio di Stato, consentendo così al Consiglio comunale di Spoleto di procedere al più presto alla nuova approvazione del suo Piano regolatore generale”. Zaffini ha sottolineato le “note e sconcertanti vicende relative al Prg della città di Spoleto, uno strumento urbanistico approvato nel 2003 e adottato nel 2008, che viene cancellato da una sentenza del Consiglio di Stato, aprendo una serie interminabile di problematiche, di danni, di procedure contorte da avviare, che evidentemente impongono rapide risposte da parte della Regione, che non è del tutto estranea alle problematiche evidenziate dai due gradi di giudizio.

QUESTION TIME (1): “IL PROGETTO DELLE LOGGE DEI TIRATORI DI GUBBIO RISPETTA IL PIANO ATTUATIVO” - L'ASSESSORE PAPARELLI RISPONDE A GORACCI (CU) E BRUTTI (IDV) – PER GORACCI: “ATTO DI GRAVITÀ ASSOLUTA”

(Acs) Perugia, 21 gennaio 2014 - “Assurdo – secondo i consiglieri Orfeo Goracci (Cu) e Paolo Brutti (IdV) – il progetto di chiudere le logge dei tiratori di Gubbio, monumento secolare della città. Venendo incontro alla richiesta di un soggetto privato, la Fondazione cassa di risparmio, e in un momento in cui la città di Gubbio è senza governo, amministrata da un commissario. Una decisione importante non presa da un organismo popolare”. Per i due consiglieri regionali, che hanno firmato l'interrogazione a risposta immediata illustrata in Aula da Goracci, è abbastanza da chiedere alla Giunta di “bloccare o quantomeno modificare il progetto di riqualificazione approvato”.

MONITORAGGIO: ATTUAZIONE DELLA LEGGE SULLA SEMPLIFICAZIONE E “SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE ED EDILIZIA” – AUDIZIONE DELL'ASSESSORE PAPARELLI AL COMITATO DI VIGILANZA

(Acs) Perugia, 28 ottobre 2013 – L'assessore regionale Fabio Paparelli è stato ascoltato oggi dal Comitato per il monitoraggio e la vigilanza sull'amministrazione regionale, presieduto da Maria Rosi, in merito all'attuazione della legge regionale '8/2011' ed in particolare all'attivazione dei servizi dello “Sportello unico attività produttive ed edilizia” (Suape). Al termine della riunione il Comitato ha poi deciso di convocare per la prossima seduta l'assessore competente e l'amministratore unico dell'Agenzia forestale regionale, Massimo Bianchi, per fare il punto sulle criticità legate alla riforma delle Comunità montane.