Tu sei qui

cave

SECONDA COMMISSIONE PARERE FAVOREVOLE UNANIME SU MODIFICHE ALL’ATTIVITÀ DI CAVA E RIUSO MATERIALI DA DEMOLIZIONI

(Acs) Perugia, 22 ottobre 2021 – La Seconda commissione dell’Assemblea legislativa, presieduta da Valerio Mancini, ha dato parere favorevole unanime alla proposta della Giunta regionale di modificare il Regolamento che norma le attività di cava e il riuso di materiali provenienti da demolizioni.

“PERCHÉ IL FUNZIONARIO DELLA REGIONE IN ARRESTO NON ERA STATO RIMOSSO DOPO LA NOSTRA DENUNCIA IN CONSIGLIO REGIONALE?” – NOTA DI DE LUCA (M5S)

(Acs) Perugia, 6 aprile 2021 – “Un funzionario della Regione Umbria sarebbe stato arrestato in flagranza di reato mentre scambia una mazzetta di denaro in un parcheggio con un'imprenditrice per facilitare le autorizzazioni per le attività estrattiva. E ancora oggi, a distanza di giorni, la Giunta rimane in silenzio”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca.

AMBIENTE: “CONOSCERE IL FUTURO DELLA CAVA DI CERRETO A PANICALE” – INTERROGAZIONE DI ROMETTI (SER)

 

(Acs) Perugia, 21 settembre 2017 – “Conoscere le intenzioni sul futuro della Cava di Cerreto, nel comune di Panicale, considerando il contesto ambientale e paesaggistico di pregio in cui è inserita ed i vincoli di vario genere a cui è sottoposto quel territorio”. È quanto chiede il consigliere regionale Silvano Rometti (SeR) annunciando la presentazione di una interrogazione all'Esecutivo di Palazzo Donini.

CAVE: “RIMETTERE MANO ALLA LEGISLAZIONE ORMAI OBSOLETA DEL SETTORE ESTRATTIVO” – NEVI (FI) ANNUNCIA INTERROGAZIONE

(Acs) Perugia, 20 settembre 2017 – “È urgente rimettere mano alla legislazione umbra ormai obsoleta per il settore estrattivo ed utile in un’altra situazione produttiva e di mercato, non paragonabile minimamente a quella attuale”. È quanto dichiara il capogruppo regionale di Forza Italia, Raffaele Nevi, che annuncia la presentazione di una interrogazione per conoscere “gli intendimenti della Giunta in merito”.

PRIMA COMMISSIONE: PARERE FAVOREVOLE ALLA MORATORIA SUI CANONI ANNUALI DELLE CAVE – UNANIMITÀ SUL REGOLAMENTO PROPOSTO DALLA GIUNTA

(Acs) Perugia, 21 ottobre 2015 - La Prima commissione, presieduta da Andrea Smacchi, ha espresso parere favorevole all'unanimità alla proposta di regolamento della Giunta regionale che dispone le modalità per l'applicazione della moratoria ed i termini di rientro dei versamenti dovuti per l'anno 2016 per i contributi di tutela dell'ambiente in materia di attività estrattive.
 
L'assessore Fernanda Cecchini, che era presente alla seduta della Commissione, ha spiegato che “il provvedimento tiene conto del perdurare della crisi che sta colpendo anche le imprese umbre e in particolare il settore dell'edilizia, che non sembra riuscire a ripartire. Il regolamento era già stato approvato nel 2014 ma era entrato in vigore dopo la scadenza del pagamento. Quindi la gran parte dei proprietari delle cave non hanno potuto usufruirne. Per questo, visto che la legge prevede due anni di moratoria, abbiamo esteso la possibilità di usufruirne anche al 2016”. DMB/

BILANCIO: “GRANDE SODDISFAZIONE PER OK A EMENDAMENTO SULLE CAVE” - NOTA DI NEVI (FI)

(Acs) Perugia, 24 marzo 2015 – “Esprimo grande soddisfazione a nome del gruppo Forza Italia per l'approvazione del mio emendamento che riduce il contributo ambientale dovuto dalle imprese per le attività estrattive. Un emendamento che diminuisce l'entità del contributo di circa il 33 per cento e lo riporta ai livelli del 2007”. È quanto dichiara il capogruppo regionale di Forza Italia, Raffaele Nevi.

“Finalmente – rimarca Nevi -, dopo una battaglia durata due anni, un segnale di attenzione da parte della regione nei riguardi del settore delle cave. Un settore pesantemente in crisi che rischia di mandare ancora più persone in cassa integrazione e in mobilità. Con questo atto – conclude - continuiamo la nostra battaglia affinché la Regione sia sempre più vicina a chi fa impresa, produce sviluppo e occupazione in Umbria”. RED/dmb

ATTIVITÀ MINERARIE: IN UMBRIA SEI CONCESSIONI ESERCITATE DA TRE OPERATORI. RISPETTO AL 2012 CONTRAZIONE DELLA PRODUZIONE DEL 38 PER CENTO – IN II° COMMISSIONE LA RELAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE

(Acs) Perugia, 21 novembre 2013 – Come per il settore estrattivo e quindi per l'attività di cava, anche per le attività minerarie, nell'anno in corso, si registra una contrazione della produzione, rispetto al 2012 pari a meno 38 per cento. È quanto emerso dalla relazione predisposta dalla Giunta regionale ed illustrata in Seconda Commissione, presieduta da Gianfranco Chiacchieroni, dal responsabile regionale della Sezione 'cave e miniere', Michele Cenci.

CAVE: “REGIONE E ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA CONDIVIDANO GLI INTERVENTI DA METTERE IN CAMPO PER FRONTEGGIARE LA CRISI DEL SETTORE” - NOTA DI SMACCHI (PD)

(Acs) Perugia, 1 marzo 2012 – Il consigliere regionale Andrea Smacchi (Pd) analizza la situazione relativa alle attività estrattive con le stime più aggiornate sul settore: “L'anno 2011 è stato difficilissimo per il settore estrattivo in Umbria – sottolinea Smacchi – con un calo dell’attività che potrebbe attestarsi fino al 35 per cento che, per un comparto già provato da un quadriennio con il segno meno costante su tutti gli indicatori, potrebbe significare l’approssimarsi del collasso, con relative ricadute negative sul terreno dell’occupazione e dei risvolti economici”.

CAVE: “LA REGIONE SI ATTIVI IN TEMPI RAPIDI CON MODIFICHE NORMATIVE E REGOLAMENTARI EFFICACI” - NOTA DI ROSI (PDL)

(Acs) Perugia, 1 marzo 2011 - “È necessario che la Regione si attivi quanto prima, intervenendo in tempi rapidi, con modifiche normative e regolamentari efficaci che facciano fronte alla crisi che rischia di investire le attività estrattive”. Lo afferma il consigliere regionale del Pdl Maria Rosi, dopo aver appreso “con estrema preoccupazione e urgenza i timori espressi dal presidente di Asso Cave Umbria, Roberto Biagioli, in merito ai rischi incontro ai quali rischia di andare l'intero settore estrattivo entro la metà di marzo”.

ATTIVITÀ ESTRATTIVE: DALLE 103 CAVE PRESENTI IN 35 COMUNI DELL'UMBRIA ESTRATTI NEL 2010 CIRCA 4,5 MILIONI DI METRI CUBI DI MATERIALE – PRESENTATO IN II COMMISSIONE IL MONITORAGGIO DELLA GIUNTA REGIONALE

(Acs) Perugia, 23 novembre 2011 – La Seconda commissione del Consiglio regionale, presieduta da Gianfranco Chiacchieroni, ha ascoltato questa mattina i funzionari della Giunta delegati dall'assessore all'ambiente ad illustrare la “Relazione sull'attività di monitoraggio svolta dalla Giunta in materia di attività estrattive”, che riporta dati sull'anno 2010 e sul periodo 2006/2010.