Tu sei qui

WELFARE: “RIDEFINIRE I CONTENUTI DELLA DELIBERA SULLE STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI E I PROVVEDIMENTI A SOSTEGNO DELLA DISABILITÀ” - UNA INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA DI MONACELLI (UDC)

(Acs) Perugia, 2 settembre 2010 - Il presidente della Giunta regionale spieghi se ritiene opportuno rettificare e meglio definire i contenuti della delibera relativa ai requisiti delle residenze per anziani, rendendo evidenti le priorità di intervento delle politiche sociali a favore dei soggetti non autosufficienti. Lo chiede, con una interrogazione a risposta immediata (question time) il capogruppo dell'Udc a Palazzo Cesaroni, Sandra Monacelli. Monacelli spiega che “la Giunta regionale ha recentemente approvato un provvedimento per definire i requisiti specifici dei servizi residenziali e semi-residenziali a carattere socio assistenziale ed espressamente rivolto a persone con lievi disautonomie. Nelle strutture residenziali si registra un esponenziale aumento degli anziani non autosufficienti, a fronte di una sempre più scarsa presenza di soggetti autonomi, che spesso, anche per ragioni economiche volte a fronteggiare al meglio i disagi della crisi, rimangono nelle rispettive famiglie. Nell'attuale quadro di incertezze, di tagli al sociale operati dalla recente finanziaria e di sempre minori risorse economiche, la risposta alle disabilità resta prioritaria rispetto ad altri bisogni meno urgenti”. Secondo il consigliere regionale dell'opposizione, “le problematiche connesse all'allungamento della vita hanno comportato la crescita esponenziale di una nuova categoria di soggetti che pone nuove complessità socio - assistenziali per l’intero sistema di welfare, anche in relazione all’elevato consumo di risorse: sono oltre 100 mila i cosiddetti 'grandi anziani' che vivono nella regione e le strutture residenziali o semi-residenziali per anziani dispongono attualmente di 731 posti”. MP
Data:
Giovedì, 2 Settembre, 2010 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

udc
Share page with AddThis