Tu sei qui

TERREMOTO IN UMBRIA: “STESSA ATTENZIONE DELLE ISTITUZIONI ANCHE PER GLI EVENTI MINORI, NESSUNO DEVE SENTIRSI ABBANDONATO” - MONACELLI (UDC) SULLE RECENTI SCOSSE VERIFICATESI NEI TERRITORI DI ALCUNI COMUNI

In sintesi

Sandra Monacelli, capogruppo Udc in Consiglio regionale, invita le istituzioni umbre a considerare tutti gli eventi sismici di questi giorni con il massimo di attenzione ed impegno, per non far sentire le popolazioni umbre abbandonate. Pur prendendo atto della tempestività degli interventi, il consigliere esorta le istituzioni a non considerare alcune realtà territoriali meno importanti di altre, solo perché minore è stata l'entità dei danni e il numero delle famiglie coinvolte.

  (Acs) Perugia, 2 settembre 2010 – Nei confronti dei ripetuti episodi sismici verificatisi in questi giorni in Umbria, le istituzioni devono avere la stessa attenzione, in considerazione del fatto che non ci sono terremotati di serie A e di serie B e che nessuno deve sentirsi abbandonato, anche per lo stato d'animo della nostra popolazione umbra, troppo spesso messo a dura prova dal ripetersi di terremoti. Lo afferma Sandra Monacelli, capogruppo Udc in Consiglio regionale, con riferimento ai fenomeni sismici che nei giorni 28 e 29 agosto hanno interessato particolarmente i Comuni di Castel Ritaldi, Giano dell'Umbria, Montefalco e limitrofi. Pur prendendo atto che i danni non sono stati eccessivamente gravi e l'intervento dei tecnici competenti sufficientemente tempestivo sulla scorta di un'esperienza ormai maturata nel corso degli anni nella nostra regione, la Monacelli sottolinea la necessità di “adoperarsi per evitare che alcuni terremoti vengano percepiti come meno importanti, solo perché coinvolgono un minor numero di nuclei familiari o perché l'entità dei danni è ridotta: un rischio, precisa il consigliere, che è già stato corso nei recenti episodi di Spina e Pietralunga”. “Auspico, pertanto - conclude l'esponete Udc - che vengano portate avanti tutte le azioni necessarie per tranquillizzare le popolazioni coinvolte, continuando gli interventi necessari sugli edifici già danneggiati e, più in generale, intensificando l'opera di prevenzione e messa in sicurezza sul resto delle strutture, in considerazione della frequenza con cui, purtroppo, la nostra terra torna a tremare”. GC/gc
Data:
Giovedì, 2 Settembre, 2010 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

udc
Share page with AddThis