Tu sei qui

POLITICA: “LOTTARE PER I DIRITTI E COSTRUIRE UN'AMPIA COALIZIONE CHE RIMETTA AL CENTRO I VALORI DELLA SINISTRA” - L'ADESIONE DI GORACCI (MISTO-CU) ALLA MANIFESTAZIONE FIOM DI SABATO 28 MARZO A ROMA

In sintesi

Il consigliere regionale Orfeo Goracci (misto – Comunista umbro) annuncia la propria adesione alla manifestazione convocata dalla Fiom per il 28 marzo. Per Goracci è necessario “un segnale forte ad un Governo sempre più deciso a far tabula rasa di diritti sociali, conquiste e principi che per la sinistra, per il movimento operaio e democratico, hanno sempre rappresentato punti fermi irrinunciabili”.

 

(Acs) Perugia, 26 marzo 2015 - “Aderisco convintamente alla manifestazione della Fiom a Roma, che si terrà sabato prossimo, 28 marzo. E' ora di tornare a dare un segnale forte, dopo la manifestazione di ottobre della Cgil, ad un Governo sempre più deciso a far tabula rasa di diritti sociali, conquiste e principi che per la sinistra, per il movimento operaio e democratico, hanno sempre rappresentato punti fermi irrinunciabili e non negoziabili”. Lo afferma il consigliere regionale Orfeo Goracci (gruppo misto – Comunista umbro).

Per Goracci “Renzi è riuscito a realizzare quello che anche il centrodestra, dopo le imponenti mobilitazioni del 2001/2002, dovette rimangiarsi: lo smantellamento dell'articolo 18. Anche le menti più audaci e più pessimisticamente lucide, mai avrebbero potuto pensare che il neo-schiavismo e la distruzione di ogni garanzia, all'interno del mondo del lavoro, sarebbero stati sanciti e, anzi, esponenzialmente rafforzati, proprio da un Governo sedicente di centrosinistra, autore e protagonista di una vera e propria mutazione genetica di valori, atteggiamenti, scelte. Anche per questo - aggiunge Orfeo Goracci - sabato bisogna essere in tanti. Il conto alla rovescia è già cominciato e dovrà concludersi, come auspicato e proposto dal compagno Landini, con la formazione di un'ampia coalizione sociale e politica, capace di offrire al Paese, ai lavoratori, ai disoccupati, agli sfruttati, ai  paria del capitale globale, un'alternativa seria e spendibile, ripartendo da alcuni punti chiari e perfettamente riconoscibili: redistribuzione del reddito, contratto a tempo indeterminato come regola e non come eccezione, ripristino dell'articolo 18, rafforzamento dei servizi sociali, difesa e rilancio della scuola e della sanità pubbliche, universali e gratuite. Senza questi capisaldi – conclude - e un conseguente impegno per difenderli, riaffermarli e farli transitare nel Paese, sarà perfettamente inutile parlare di sinistra, proprio nel momento in cui di essa c'è massimo bisogno”. RED/mp

Data:
Giovedì, 26 Marzo, 2015 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis