Tu sei qui

PILLOLA RU486: “CONDIVISIBILE ED APPREZZABILE IL METODO ADOTTATO DALLA GIUNTA REGIONALE” – PER LOCCHI (PD) “FRUTTO DI UNA SUPERFICIALE CONOSCENZA DEI FATTI LA PRESA DI POSIZIONE DI BARBERINI, SMACCHI E BREGA”

(Acs) Perugia, 23 settembre 2010 - “È del tutto condivisibile ed apprezzabile il metodo adottato dalla Giunta regionale dell’Umbria per definire le linee di applicazione per la somministrazione della pillola RU486, così come è particolarmente importante sottolineare la prudenza con cui sta affrontando un tema di tale delicatezza”. Così il capogruppo regionale del Pd, Renato Locchi, secondo il quale al termine del percorso avviato dall’Esecutivo “che prevede il contributo di autorità scientifiche ed il coinvolgimento dei diversi attori interessati, si arriverà ad una decisione finale, in linea con la legge e rispettosa del principio della responsabile libera scelta delle donne”. Locchi si dice certo che tutto ciò avverrà “al riparo da ogni pressione ideologica o di altro tipo, estranee alla rigorosa laicità che da sempre è patrimonio di questa Regione”. Sulla presa di posizione dei consiglieri Barberini, Brega e Smacchi (PD), che sono intervenuti sulla questione, Locchi la ritiene “frutto di una superficiale conoscenza dei fatti. Se invece si voleva, e si vuole ancora, discutere sul merito – puntualizza il capogruppo del PD -, nulla di più semplice e banale che chiedere un confronto con l’assessore competente, per altro esso stesso appartenente al medesimo gruppo regionale. Così come, d’altra parte, avrebbe suggerito Monsieur de La Palisse”. Red/TB
Data:
Giovedì, 23 Settembre, 2010 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

PD
Share page with AddThis