Tu sei qui

MANOVRA GOVERNO: IL CAPOGRUPPO PRC-FEDERAZIONE DELLA SINISTRA, STUFARA, DOMANI A UNA MANIFESTAZIONE A ROMA PER RELAZIONARE SUGLI EFFETTI DEI TAGLI IN UMBRIA

In sintesi

“A Roma per relazionare sugli effetti della manovra finanziaria sulle politiche regionali e sull'incidenza nella capacità di risposta ai bisogni reali dei cittadini umbri”. Attraverso una nota, il capogruppo di Rifondazione comunista, Damiano Stufara, informa della sua partecipazione, domani alle 11, a una manifestazione contro la manovra finanziaria del Governo organizzata dalla Federazione della Sinistra. Per Stufara “si tratta di una controriforma per gli Enti locali che scarica sui cittadini la crisi in atto. Il lavoro sporco lo faranno le Regioni e gli Enti locali obbligati ad aumentare le tasse e a tagliare i servizi”.

    (Acs) Perugia, 30 giugno 2010 - Il capogruppo del Consiglio regionale del PRC per la Federazione della Sinistra, Damiano Stufara sarà domani a Roma, alle ore 11, per partecipare a una manifestazione contro la manovra finanziaria e per la salvaguardia del ruolo e delle funzioni delle regioni e degli enti locali, organizzata dalla Federazione della Sinistra presso la Sala delle Colonne della Camera dei Deputati.   Stufara, fa sapere in una nota, relazionerà sugli effetti della manovra finanziaria sulle politiche regionali e sull'incidenza nella capacità di risposta ai bisogni dei cittadini umbri: “Sarà un intervento – spiega - di denuncia della folle logica liberticida che sostiene la manovra finanziaria e a favore di una forte reazione democratica degli enti locali a difesa dei principi democratici e costituzionali, dei diritti e dei bisogni dei cittadini, affinché la crisi la paghi chi l’ha causata”. “Nonostante i proclami del governo al Federalismo regionale come mezzo per facilitare la vicinanza al cittadino - dice il capogruppo di Rifondazione comunista -, la manovra finanziaria è una controriforma  per gli Enti locali che scarica sui cittadini la crisi in atto. Il lavoro sporco lo faranno le Regioni e gli Enti locali obbligati ad aumentare le tasse e a tagliare i servizi. Il taglio ai trasferimenti (oltre 14 miliardi di euro) e le sanzioni collegate – aggiunge - non mettono in discussione solo l'autonomia finanziaria degli enti locali, ma la sopravvivenza stessa dei servizi che rappresentano, oggi, uno baluardo contro gli effetti sociali della crisi finanziaria”. Per Stufara di fronte ad una crisi che “sta piegando il sistema produttivo, che vede incrementare il tasso di disoccupazione, di precarietà e la caduta di intere fasce sociali in stato di povertà con la conseguente precarizzazione della vita, il Governo, ancora una volta, non attua politiche economiche di contrasto e di difesa, ma – conclude - attacca duramente quei soggetti istituzionali in grado di rispondere positivamente allo crisi”. All'iniziativa di domani, Stufara informa che parteciperanno anche: Cesare Salvi, portavoce della Federazione della Sinistra, Vasco Errani, presidente della Conferenza nazionale delle Regioni, Sergio Chiamparino, presidente dell' Anci e un rappresentante dell'UPI (Unione Province italiane) e della Lega delle Autonomie. RED/as
Data:
Mercoledì, 30 Giugno, 2010 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis