Tu sei qui

WELFARE: “3,6 MILIONI E 147 CONTRIBUTI PER ACQUISTO PRIMA CASA. NECESSARI 700MILA EURO PER LE ULTIME 24 DOMANDE” - NOTA DI SMACCHI (PD)

In sintesi

Il consigliere regionale del Partito democratico, Andrea Smacchi, ricorda che “la Regione Umbria per l’acquisto della prima casa ha stanziato 3,6 milioni di euro coprendo 147 domande”. Per Smacchi “ora l'obiettivo è quello di completare il finanziamento di 700mila euro per le ultime 24 domande considerate ammissibili ma ancora non finanziate”.

 

(Acs) Perugia, 25 febbraio 2019 – “La Regione Umbria per l’acquisto della prima casa ha stanziato 3,6 milioni di euro coprendo 147 domande. Ora sono necessari 700mila euro per le ultime 24 domande”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Andrea Smacchi, ricordando che “dopo anni di attesa nel 2018, anche a seguito di una mia lunga battaglia politica portata avanti per trovare le risorse, la Regione Umbria ha emanato nuovi bandi per l'acquisto della prima casa, con 171 domande di contributo dichiarate ammissibili per un fabbisogno complessivo di quasi 5 milioni di euro”.

“Si tratta di contributi - spiega Smacchi - che vanno a coprire fino al 30 per cento del costo complessivo della prima casa, per un massimo di 30mila euro per giovani coppie e famiglie monoparentali e di 20mila per i single. Già lo scorso novembre erano state finanziate 73 domande per un importo complessivo di 2 milioni, di cui 48 per le giovani coppie 15 per i single e 10 per le famiglie monoparentali. Ora, grazie a ulteriori 1,6 milioni di euro stanziati nel bilancio 2019, è possibile finanziare tutta la graduatoria dei single, con le ultime 13 domande rimaste, di erogare i contributi per ulteriori 53 giovani coppie e altre 8 per le famiglie monoparentali. Si arriva così a coprire 147 domande con 3,6 milioni di euro. In tale quadro ricordo, ad esempio, che per il territorio Eugubino - Gualdese sono state finanziate 15 domande, di cui 14 a Gubbio e una a Gualdo Tadino per circa 400mila euro di contributi”.

“L'obiettivo – conclude Smacchi – è quello di completare il finanziamento di 700mila euro per le ultime 24 domande considerate ammissibili ma ancora non finanziate e iniziare, già a partire da luglio, a trovare in sede di assestamento di bilancio, risorse per nuovi bandi da far uscire a fine 2019”. RED/dmb

Data:
Lunedì, 25 Febbraio, 2019 - 13:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis