Tu sei qui

TRASPORTI: “AUTOBUS E TRENI GRATIS AGLI OVER 65 UMBRI, COSÌ MENO INQUINAMENTO E INCENTIVI A USO TRASPORTI PUBBLICI. PIÙ CONTROLLI CONTRO STRANIERI SENZA BIGLIETTO” - SQUARTA (FDI) ANNUNCIA MOZIONE

In sintesi

Il consigliere regionale Marco Squarta (FdI) propone “autobus e treni gratis agli umbri over 65 e maggiori controlli contro i 'portoghesi', soprattutto stranieri, che non pagano il biglietto”. Per Squarta, che sull’argomento annuncia la presentazione di una mozione, “i 223 mila nonni della nostra regione non devono più pagare il ticket per usufruire dei mezzi pubblici, indipendentemente dal reddito”.

(Acs) Perugia, 1 marzo 2019 - “Autobus e treni gratis agli umbri over 65 e maggiori controlli contro i 'portoghesi', soprattutto stranieri, che non pagano il biglietto”. È la proposta del consigliere regionale Marco Squarta (FdI – portavoce centrodestra), secondo cui “i 223 mila nonni della nostra regione non devono più pagare il ticket per usufruire dei mezzi pubblici, indipendentemente dal reddito”.

“È una questione di rispetto - spiega Squarta annunciando la presentazione di una mozione - per i pensionati che hanno lavorato un'intera vita ma anche di buonsenso. Allo stesso tempo, però, è giusto che tutti gli altri viaggiatori siano muniti di biglietto altrimenti non devono proprio salire, come peraltro avviene nei bus delle principali città europee. Continuano, infatti, ad arrivare numerose segnalazioni di stranieri, migranti, rom e spacciatori che si muovono liberamente per la città senza obliterare il biglietto. In questo modo risparmiano pochi spiccioli, viaggiano a spese della collettività e non pagano quasi mai le multe ma contribuiscono a creare un clima di tensione all'interno di autobus e convogli ferroviari. Il rispetto delle regole è una questione di civiltà e non è da considerarsi necessariamente un concetto di destra”.

Marco Squarta propone, dunque, “di far avere agli over 65 umbri che ne faranno richiesta alle aziende dei trasporti locali una card a tempo indeterminato revocabile solo in caso di cambio di residenza in un'altra regione. Coloro che hanno già anticipato il costo dell'abbonamento - prosegue - verranno rimborsati”. Secondo il capogruppo di FdI a Palazzo Cesaroni la proposta “è anche molto importante in termini ambientali: in questo modo per le strade delle nostre città gireranno meno automobili, ci sarà meno inquinamento e più parcheggi disponibili. Per gli anziani abituati a muoversi in auto, inoltre, questa proposta rappresenterebbe un forte incentivo a lasciarla in garage per utilizzare i mezzi pubblici”. RED/mp

Data:
Venerdì, 1 Marzo, 2019 - 14:30

Tag per ACS

Share page with AddThis