Tu sei qui

TERZA COMMISSIONE: APPROVATA LA RELAZIONE SULLE ORGANIZZAZIONI ISCRITTE AL REGISTRO REGIONALE DEL VOLONTARIATO NEL 2017

In sintesi

La Commissione Sanità e Servizi sociali dell’Assemblea legislativa ha approvato a maggioranza, con il voto favorevole di Solinas (misto-Mdp), Rometti (Ser) e Squarta (FdI) e l’astensione di De Vincenzi (misto-Umbria Next) e Carbonari (M5s), la relazione della Giunta regionale sulle Organizzazioni iscritte al registro regionale del volontariato (Odv) nel 2017. Le nuove iscrizioni sono 20, altrettante le cancellazioni per inadempienza o cessata attività.

(Acs) Perugia, 30 marzo 2018 – La Commissione Sanità e Servizi sociali dell’Assemblea legislativa ha approvato a maggioranza, con il voto favorevole di Solinas (misto-Mdp), Rometti (Ser) e Squarta (FdI) e l’astensione di De Vincenzi (misto-Umbria Next) e Carbonari (M5s), la relazione della Giunta regionale sulle Odv, le Organizzazioni iscritte al registro regionale del volontariato nel 2017.

È la legge regionale “11/2015” (Testo unico in materia di servizi sociali) a prevedere che la Giunta riferisca annualmente all’Assemblea sull’attività delle Odv iscritte al registro regionale. Le Organizzazioni di volontariato sono tenute a trasmettere al Comune ove hanno sede, entro il 31 gennaio, una relazione illustrativa delle attività svolte nell’anno precedente e il programma di attività per l’anno successivo. I Comuni, riscontrato l’effettivo svolgimento delle attività, trasmettono alla Regione entro il 31 marzo di ogni anno la loro relazione, anche se tale termine spesso non viene rispettato. Nel 2017 il ritardo è stato ancora più sensibile per la situazione emergenziale in cui si sono trovati molti Comuni a seguito del sisma del 2016.

La mancata o ritardata trasmissione della relazione al Comune di riferimento è spesso la spia che l’associazione stessa attraversa un periodo di crisi dovuta a scarsa operatività, che a volte diventa cessazione dell’attività stessa. In questi casi il Comune dapprima invita a sanare l’inadempienza, quindi invia formale diffida concedendo all’associazione 30 giorni di tempo per provvedere e, nel caso non giunga risposta, gli uffici comunali comunicano alla Regione il proprio parere di cancellazione delle Odv.

Nel corso del 2017, la competente struttura regionale ha istruito 33 istanze di iscrizione, delle quali 20 sono state accolte, 3 hanno avuto il provvedimento di diniego, 5 sono state archiviate e altre 5 istanze hanno ancora il procedimento in corso. Sempre nel 2017, le cancellazioni sono state 20, di cui 8 per inadempienza, altre 8 per cessata attività, 1 per perdita dei requisiti e 3 cancellazioni sono avvenute per l’intervenuta iscrizione delle stesse associazioni in un altro registro, quello delle Aps (Associazioni di promozione sociale), incompatibile con il registro delle Odv.

Il numero totale delle associazioni iscritte ad oggi nel registro regionale del volontariato è di 593. Di queste, 380 operano nel sociale, 73 svolgono attività sanitarie, 63 attività di protezione civile, 35 attività culturali e artistiche, 30 sono impegnate nella salvaguardia del patrimonio storico, culturale, artistico e ambientale, 7 nelle attività sportive, ricreative e del tempo libero, 3 svolgono attività educative e 2 attività scientifiche. PG

Data:
Venerdì, 30 Marzo, 2018 - 10:00

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis