Tu sei qui

SICUREZZA ANZIANI: “DOTARE LE PERSONE AFFETTE DA PATOLOGIE NEURODEGENERATIVE DI UN LOCALIZZATORE GPS” - LEONELLI (PD) ANNUNCIA PRESENTAZIONE DI UNA MOZIONE

In sintesi

Il consigliere Giacomo Leonelli (Pd) annuncia la presentazione di una mozione urgente con cui chiede alla Giunta regionale di “predisporre un protocollo d’intesa per dotare le persone affette da patologie neurodegenerative di un localizzatore Gps in grado di velocizzare i soccorsi in caso di allontanamento da abitazioni o residenze protette”.

(Acs) Perugia, 8 marzo 2019 - “Predisporre un protocollo d’intesa per dotare le persone affette da patologie neurodegenerative di un localizzatore Gps in grado di velocizzare i soccorsi in caso di allontanamento da abitazioni o residenze protette”. Questa la proposta che il consigliere Giacomo Leonelli (Partito Democratico) avanza attraverso una mozione urgente di cui annuncia la presentazione.

Nell’atto di indirizzo Leonelli chiede alla Giunta di Palazzo Donini di “attivarsi con le Prefetture di Perugia e di Terni e le associazioni di volontariato presenti sul territorio per la stipula di un protocollo d'intesa tra questi soggetti che permetta di creare un ‘Piano di intervento coordinato per la ricerca e il soccorso delle persone affette da patologie neurodegenerative’. Si tratta di una buona pratica da introdurre al più presto anche nella nostra regione. Un sistema Gps - spiega il consigliere Leonelli - capace di localizzare le persone affette da patologie neurodegenerative, in primis l’Alzheimer, che si allontanano da casa. Spesso - continua il consigliere Pd -, come accaduto anche in questi ultimi giorni, si registrano fatti di cronaca in cui persone anziane, molte volte affette da Alzheimer, si allontanano dalle proprie abitazioni e diventano irreperibili. Vicende che coinvolgono le famiglie e fanno scattare ricerche ad ampio raggio che potrebbero essere facilitate se venissero utilizzati dei dispositivi di tracciamento satellitare: se la persona scompare, i familiari avvertono un Centro di monitoraggio attivo h24 che, sulla base delle informazioni ricevute, localizza la persona scomparsa, attivando poi l'intervento delle forze di polizia, del servizio sanitario, del volontariato. Esperienze del genere sono già state attivate con buoni risultati in Toscana e sono sicuro che anche in Umbria possano essere replicate.

“Nel 2015 – aggiunge Giacomo Leonelli - una direttiva del ministero dell’Interno ha ripreso una risoluzione del Parlamento europeo, invitando le Prefetture e le istituzioni locali ad individuare specifiche iniziative per favorire il rapido rintraccio di persone scomparse e affette da patologie neurodegenerative grazie all'impiego di alcuni sistemi di geolocalizzazione volti ad assicurare la tempestività e l’efficacia delle ricerche in caso di scomparsa dei soggetti. Considerando il progressivo invecchiamento della popolazione, anche il fenomeno della scomparsa di persone affette da patologie neurodegenerative, che danno origine a perdita delle memoria o disorientamento spaziale, è purtroppo in crescita. Un fenomeno – conclude il consigliere regionale - che mette a rischio l’incolumità e qualche volta la vita stessa di queste persone, nella maggior parte anziani, e la serenità delle loro famiglie”. RED/mp

Data:
Venerdì, 8 Marzo, 2019 - 16:00

Tag per ACS

Free tag

PD
Share page with AddThis