Tu sei qui

SENSIBILITÀ CHIMICA MULTIPLA: “IL COMITATO DI CONTROLLO VALUTI L’ATTUAZIONE DELLE INIZIATIVE DA ADOTTARE IN FAVORE DEI MALATI” - NOTA DI CHIACCHIERONI (PD), PRIMO FIRMATARIO DELLA MOZIONE

(Acs) Perugia, 12 febbraio 2019 – Il consigliere regionale Gianfranco Chiacchieroni (Pd) chiede al presidente del Comitato di controllo, Roberto Morroni, di “valutare lo stato di attuazione della mozione deliberata dall’Assemblea legislativa il 13 febbraio 2017, di cui lo stesso Chiacchieroni è primo firmatario, concernente le iniziative da adottare in favore dei malati di Sensibilità chimica multipla (Mcs)”.

Chiacchieroni chiede notizie sul centro di riferimento per la cura e la diagnosi in ambiente specifico, individuato in località Torgiovannetto (Assisi), dato che questi pazienti non possono recarsi in comuni presidi ospedalieri senza rischiare di aggravare i propri problemi di intolleranza, e che venga preso in considerazione il tema della ricerca da poter svolgere, anche insieme ad altre Regioni, su questa malattia, che il ministero della Salute non ha ancora classificato come malattia rara: “costruire sinergie e lavorare sulla ricerca in partenariato con altri, coinvolgendo le Università, potrebbe essere fruttuoso per la nostra regione – secondo Chiacchieroni - oltre che incrementare la speranza per i malati che da tempo chiedono alla politica una risposta ai loro problemi. Se non si arriva al riconoscimento scientifico e a una codifica della malattia, chi ne soffre non potrà avere rimborsi per le spese che sostiene per curarsi e non tutti possono permetterselo”.

La SENSIBILITÀ CHIMICA MULTIPLA (MCS) è una sindrome immuno-tossica infiammatoria simile, per certi versi, all'allergia e molto spesso scambiata con essa, poiché i sintomi appaiono e scompaiono con l'allontanamento della causa scatenante, ma le sue dinamiche e il suo decorso sono completamente diversi, ossia si perde per sempre la capacità di tollerare gli agenti chimici (questo già dal primo stadio). E' una sindrome multi sistemica di intolleranza ambientale totale alle sostanze chimiche, che può colpire vari apparati e organi del corpo umano: le sostanze chimiche danneggiano il fegato e il sistema immunitario sopprimendo la mediazione cellulare che controlla il modo in cui il corpo si protegge dagli agenti estranei. I sintomi si verificano in risposta all'esposizione a molti composti chimici presenti nell'ambiente: insetticidi, pesticidi, disinfettanti, profumi, detersivi, vernici, solventi, inchiostri, farmaci, prodotti plastici, fumi di stufe, tutto ciò che è di derivazione petrolchimica, in dosi anche di molto inferiori da quelle tollerate dalla popolazione in generale. In Umbria circa 40 persone sono affette da questa malattia. PG/

Data:
Martedì, 12 Febbraio, 2019 - 14:15

Tag per ACS

Free tag

PD
Share page with AddThis