Tu sei qui

SANITÀ: “RITIRARE LA DELIBERA DELLA GIUNTA SULL’ASSETTO ORGANIZZATIVO DEL LABORATORIO ANALISI DELL’OSPEDALE DI BRANCA” - SMACCHI (PD) ANNUNCIA INTERROGAZIONE

In sintesi

Il consigliere regionale del Partito democratico, Andrea Smacchi, annuncia la presentazione di un’interrogazione alla Giunta per chiedere “il ritiro della delibera della Giunta regionale sull’assetto organizzativo del laboratorio analisi dell’Ospedale di Branca”. Per Smacchi “sono necessarie risposte certe ed oggettive per il potenziamento del laboratorio”.

 

 

(Acs) Perugia, 31 luglio 2019 – “Non è più rinviabile il ritiro della delibera della Giunta regionale sull’assetto organizzativo del laboratorio analisi dell’Ospedale di Branca”. È quanto dichiara il consigliere regionale del Partito democratico, Andrea Smacchi, annunciando la presentazione di un’interrogazione urgente alla Giunta.

“La tanto discussa delibera di Giunta del settembre 2018 - ricorda Smacchi - introduceva un nuovo assetto organizzativo della rete regionale di diagnostica e classificava il laboratorio di analisi dell’ospedale di Gubbio–Gualdo Tadino come Spoke, ossia come laboratorio dotato di una presenza attiva nelle 6 o al massimo 12 ore. Circa il 60/70 per cento delle prestazioni garantite all’interno di questo ospedale riguarda proprio il laboratorio analisi. Inoltre c’è stato un forte aumento di accessi al laboratorio, anche grazie all’apertura della Perugia-Ancona. Per questo appare assolutamente incomprensibile il modello organizzativo proposto in tale delibera, in quanto tende ad un sostanziale depotenziamento del laboratorio. Questa delibera ha provocato la protesta delle istituzioni e delle associazioni del territorio, tanto da portare alla determina del Direttore generale dell’Asl Umbria1 che sostanzialmente si confermava un temporaneo mantenimento dello status quo.”

“In questo contesto di incertezze e di risposte non esaustive – spiega Smacchi -, poiché ritengo che il tema salute sia un tema di fondamentale importanza per tutta la comunità, ho presentato un’interrogazione urgente alla Giunta regionale per chiedere l’immediato e definitivo ritiro della Delibera in questione. E questo anche alla luce del nuovo Piano Sanitario Regionale, nel quale si delinea un Servizio Sanitario Regionale fondato su 2 grandi tipologie di servizio, quella Territoriale che garantisce risposte H24 e quella ospedaliera, organizzata secondo il modello Hub e Spoke. Sono necessarie risposte certe ed oggettive - conclude - che vadano al di là dell’avvicendamento di manager e dirigenti, finalizzate non solo al mantenimento del livello dei servizi prestati nel laboratorio dell’ospedale di Gubbio- Gualdo Tadino, ma anche al suo potenziamento attraverso un serio piano di investimenti, riconoscendo ad esso il ruolo che merita nella rete regionale dei servizi di diagnostica”. RED/dmb

Data:
Mercoledì, 31 Luglio, 2019 - 15:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis