Tu sei qui

QUESTION TIME (8): “RITARDI NELL'ASSEGNAZIONE DI 39 NUOVE SEDI FARMACEUTICHE” – CARBONARI (M5S) INTERROGA, ASSESSORE BARBERINI: “IL LAVORO DI VERIFICA SULLE DOMANDE SARÀ ULTIMATO ENTRO L'ANNO”

(Acs) Perugia, 15 novembre 2016 - “Si chiedono chiarimenti circa lo stato attuale del concorso straordinario delle farmacie indetto dalla Regione Umbria che prevedeva l’assegnazione nella nostra regione di 39 farmacie. Era previsto che le Regioni avrebbero provveduto entro 12 mesi dalla data di entrata in vigore della legge, il 19 marzo 2013. In data 29 febbraio di quest'anno non erano ancora state pubblicate le graduatorie e abbiamo presentato un'interrogazione che non ha avuto alcuna risposta, per cui chiediamo di nuovo quali sono le reali motivazioni di questo ritardo, dato che nemmeno la diffida inoltrata alla Regione ha avuto una risposta soddisfacente”: lo ha chiesto nel question time odierno la consigliera regionale del Movimento 5 stelle Maria Grazia Carbonari all'assessore Luca Barberini.

L'assessore Barberini ha risposto che  “per sei mesi ad inizio 2016 si è perso tempo per capire come doveva essere composta la Commissione che doveva esaminare la documentazione piuttosto copiosa dei primi 39 assegnatari, dei secondi 39 e dei successivi 13, con domande estratte a caso.  Non si tratta di esaminare solo la domanda, ma tutti i documenti che normalmente in ogni domanda riguardano almeno tre persone mediamente, quindi si tratta di verificare la documentazione che attiene a circa 250 posizioni, tra l’altro molte di queste situazioni, anzi tutte, sono autocertificate, si va dal titolo di studio al voto di laurea, al voto di abilitazione, ai corsi di formazione valutabili, ai periodi lavorativi prestati per singola giornata. Quindi questa Commissione ha iniziato a riunirsi dall’inizio del mese di settembre e ad oggi ha già esaminato il 40 per cento delle posizioni, questo è il dato di fatto.  La Commissione ritiene di completare questo percorso di valutazione entro la fine dell’anno 2016, ricordando che la valutazione deve essere fatta per ogni singola situazione perché lo scostamento anche non solo di un punto ma solo di decimali o addirittura di centesimi può stravolgere la composizione, quindi va fatto un lavoro di accertamento molto certosino”.
  
Nella replica conclusiva, Maria Grazia Carbonari si è dichiarata totalmente insoddisfatta della risposta ricevuta “perché sono quattro anni che queste persone che hanno presentato le domande sono in attesa di capire se la loro istanza può essere accolta. Non è una giustificazione dire dobbiamo rianalizzare, se non avete un personale efficiente e un dirigente efficiente, cambiatelo, io ho presentato anche una richiesta di omissione atti d’ufficio.  Io ritengo che ci siano pressioni molto forti affinché questo procedimento vada con questa lentezza, e non capisco perché la politica debba sottostare a tali pressioni, scaricando le colpe su qualche dipendente. Anche perché se cosi fosse sarebbe necessario ritirare il premio concesso al dirigente, visto che non c'è tutta questa efficienza”. PG/

Data:
Martedì, 15 Novembre, 2016 - 13:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis