Tu sei qui

QUESTION TIME (6): “INFORMAZIONI SUL PROGETTO DI SCUOLA DI VOLO ALL’AEROPORTO DI PERUGIA” - LEONELLI (PD) INTERROGA ASSESSORE CHIANELLA: “NON VI SONO PREOCCUPAZIONI NÉ ONERI PER LO SCALO”

(Acs) Perugia, 19 marzo 2019 – Nella seduta odierna dell’Assemblea legislativa dell’Umbria è stata discussa l’interrogazione a risposta immediata presentata dal consigliere Giacomo Leonelli (Pd) che ha chiesto all’Esecutivo regionale di “informare il Consiglio regionale di quanto di sua conoscenza rispetto all'ipotesi del progetto della scuola di Scuola di volo presso l’aeroporto internazionale dell'Umbria - Perugia San Francesco di Assisi”.

“L'aeroporto in oggetto – ha ricordato Leonelli - è l'unico scalo per voli di linea passeggeri della regione, essendo l'altro aeroporto umbro di Foligno destinato a funzioni diverse. Da quanto si apprende dagli organi di stampa, al Comune di Perugia, si sono incontrati per presentare il progetto di Accademia del Volo i rappresentanti della Mondovolo Itd. e i rappresentanti della Sase, alla presenza del sindaco di Perugia Andrea Romizi e durante l'incontro è stato espresso un apprezzamento generale per il progetto (si parla di un investimento di oltre 70milioni di euro per una maxi accademia internazionale del volo grande oltre 10 ettari che dovrebbe vedere la luce nel giro di 24 mesi) e le parti Mondovolo Itd. e Sase si sono date appuntamento a breve per l'avvio dell'iter autorizzativo del progetto previsto. Vorrei ricordare che in data 3 dicembre 2018 il Consiglio Regionale ha approvato la mozione nella quale si impegna la Giunta a promuovere un superamento del Cda attuale della società di gestione dell'Aeroporto interazionale dell'Umbria-Perugia San Francesco di Assisi, ‘Sase Spa’, al fine di avviare una fase nuova per il futuro dello scalo in oggetto, anche tenuto conto della necessità dell'individuazione di una nuova partnership internazionale per l'implementazione delle rotte. A quanto risulta – ha concluso Leonelli - sembrerebbe che dove sono state iniziate attività di addestramento al volo sono anche diminuite le possibilità di sviluppo per il normale traffico passeggeri, essendo le piste e le strutture utilizzate anche per queste attività di scuola e quindi sottratte ai voli tradizionali.
C’è anche stata una seduta in commissione per approfondire l’argomento ed è emerso che la scuola di volo è stata costituita a fine 2018 con capitale sociale di circa 1000euro, con l’obiettivo di un investimento da 70milioni. La Giunta non si è nemmeno attivata per dare attuazione alla mozione approvata in Aula e l’attuale Cda rimane in carica, non si sa fino a quando, nonostante la richiesta di farsi da parte”.

L’assessore Chianella ha risposto evidenziando che “l’aeroporto di Perugia viene utilizzato attualmente al minimo della sua capacità strutturale, potrebbe accogliere fino a 4 volte l’attuale traffico passeggeri e non c’è un problema di diminuzione dei voli. Tutti gli enti di stato presenti in aeroporto si sono espressi favorevolmente sull’insediamento dell’Accademia di volo. Non esistono casi che dimostrino l’indebolimento di un aeroporto per questo tipo di iniziative, mentre è vero il contrario. Si tratta inoltre di un progetto unico nel suo genere perché tende alla formazione di tutti i mestieri aeronautici, sarà il secondo al mondo di questo tipo. Infine, si procederà prima alla manifestazione di interesse pubblico per il progetto di scuola di volo. La migliore offerta verrà scelta. Quindi il progetto sarà presentato all’Enac per l’approvazione finale e successivamente si potrà firmare un contratto di concessione. Solo allora, i tempi previsti sono di due anni circa, vi saranno oneri da sostenere, comunque a carico della scuola e non dell’aeroporto. Quando avremo le carte in mano vedremo, comunque non ci sono preoccupazioni rispetto all’insediamento dell’accademia di volo”.

Nella replica conclusiva, Leonelli ha detto che “le perplessità rimangono e sono forti, dopo che l’aeroporto è scivolato su numerose bucce di banana e ha finito per perdere rotte e soldi. Resta il fatto che l’operazione viene portata avanti da un Cda di fatto sfiduciato dall’Assemblea legislativa ma che continua imperterrito come se nulla fosse avvenuto”. PG/

Data:
Martedì, 19 Marzo, 2019 - 13:15

Tag per ACS

Free tag

PD
Share page with AddThis