Tu sei qui

QUESTION TIME (1): “ASSISTENZA INDIRETTA AI SOGGETTI AFFETTI DA GRAVISSIME PATOLOGIE” - INTERROGAZIONE DI SMACCHI (PD), ASSESSORE BARBERINI: “ASSEGNI GARANTITI ANCHE PER IL 2019”

(Acs) Perugia, 19 dicembre 2018 – Durante la seduta odierna dell’Assemblea legislativa dell’Umbria l’Aula ha discusso l’interrogazione a risposta immediata del consigliere Andrea Smacchi (Pd) relativa alla “sperimentazione temporanea degli interventi di assistenza indiretta ai soggetti affetti da gravissime patologie invalidanti associate a malattie rare”.

Nell’illustrare l’atto in Aula Smacchi ha chiesto di “conoscere la reale possibilità di estendere le  misure di sostegno oltre il limite prefissato del 31 dicembre 2018 e, vista l'importanza che questi provvedimenti hanno per numerose famiglie, di verificare la sussistenza di coperture economiche necessarie per trasformare gli stessi in misure con carattere strutturale e non più temporaneo. Nell’aprile del 2017 la Giunta ha approvato una delibera che prevede azioni da parte delle Aziende sanitarie per integrare l'offerta di assistenza a persone affette da gravissime patologie invalidanti associate a malattie rare. Tra le misure indicate ci sono l'erogazione di un assegno mensile dell'importo di 1200 euro rivolto alle persone non autosufficienti, con gravissime patologie invalidanti associate a malattie rare, assistite presso la propria abitazione e il contributo mensile di 600 euro per soggetti con grave o gravissima disabilità non associata a malattia rara. Assegni di cura destinati a sostenere le funzioni del familiare care-giver nell'impegnativo compito di assistenza al paziente. Il periodo di sperimentazione si è concluso il 30 aprile 2018 ed è stato poi prorogato al 31 dicembre 2018. Oggi discuteremo anche il bilancio, dal quale sembrano emergere alcune certezze per la proroga 2019”.

L’assessore Luca Barberini ha risposto spiegando che “per il 2019 rinnoveremo questi assegni. La copertura economica potrà essere trovata solo con l’approvazione del bilancio. A inizio gennaio presenterò la proposta di rinnovo che sarà attivata senza interruzioni. Vedremo se sarà possibile garantire un intervento non di durata annuale ma con un orizzonte più lungo. Ricordo che la Regione per la prima volta nel 2017 ha istituito degli assegni di assistenza indiretta. Assegni che sono stati via via rinnovati fino al 31 dicembre 2018. Quest’anno per la Sla sono stati erogati 36 assegni dalla Asl 1 e 43 dalla Asl 2. Per gli interventi di assistenza indiretta per gravissima disabilità associata a malattia rara sono stati 57 i casi sostenuti nella Asl 1 e 46 nella Asl 2. Per la gravissima disabilità 235 interventi nella Asl 1 e 176 nella Asl 2. Si tratta di misure di assoluta utilità”.

Nella sua replica Smacchi ha ringraziato l’assessore perché “questi tipi di intervento sono un elemento identitario di questa maggioranza e di questo mandato. Faremo di tutto affinché diventi strutturale per i prossimi tre anni”. DMB/

Data:
Mercoledì, 19 Dicembre, 2018 - 11:15

Tag per ACS

Free tag

PD
Share page with AddThis