Tu sei qui

PRIMA E TERZA COMMISSIONE: AUDIZIONE CON IL DIRETTORE GENERALE DELLA AZIENDA USL UMBRIA 1

In sintesi

La Prima e la Terza Commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presiedute da Andrea Smacchi e da Attilio Solinas, si sono riunite ieri pomeriggio in seduta congiunta per ascoltare il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 1, Andrea Casciari. Dall’audizione è emersa un’azienda complessa, in pareggio di bilancio e in salute economica, con 14milioni di investimenti per tecnologia e 23 in strutture, che gestisce oltre mezzo milione di abitanti, sei ospedali, 3900 dipendenti e 700 posti letto.

 

(Acs) Perugia, 14 marzo 2019 – La Prima e la Terza Commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presiedute da Andrea Smacchi e da Attilio Solinas, si sono riunite ieri pomeriggio in seduta congiunta per ascoltare in audizione il direttore generale dell’Azinda Usl Umbria 1, Andrea Casciari.

Smacchi e Solinas hanno ricordato che questa è “l’ultima audizione che le Commissioni hanno svolto insieme con le direzioni generali delle aziende sanitarie umbre (https://tinyurl.com/y3qyfhmd; https://tinyurl.com/yxpshgah; https://tinyurl.com/yxc5neqy) in vista della fine del mandato triennale. Un momento necessario per fare il punto della situazione rispetto a quanto fatto, ai risultati raggiunti, alle problematiche incontrate e alle prospettive che si possono creare”. Dall’audizione è emersa un’azienda complessa, in pareggio di bilancio e in salute economica, con 14milioni di investimenti per tecnologia e 23 in strutture, che gestisce oltre mezzo milione di abitanti, sei ospedali, 3900 dipendenti e 700 posti letto.

Il direttore generale Casciari, accompagnato dal direttore sanitario Pasquale Parise, dal direttore amministrativo Doriana Sarnari, dal direttore del dipartimento prevenzione Giorgio Miscetti e dal dirigente medico dei programmi sanitari Simona Carosati, ha parlato di un’azienda complessa, in pareggio di bilancio e in salute economica, con 14 milioni di investimenti per tecnologia e 23 in strutture, che gestisce oltre mezzo milione di abitanti, sei ospedali, 3900 dipendenti e 700 posti letto. L’obiettivo principale di questo mandato è stato quello di costruire un’AZIENDA UNICA, visto che inizialmente era la sommatoria di due aziende che si erano unite. Sono state integrate le due Asl mettendo in rete gli ospedali, integrando i professionisti, uniformando le migliori pratiche che c'erano sul territorio, come ad esempio le cure palliative e l’assistenza domiciliare integrata. Questo ha portato ad un efficientamento significativo, con miglioramento delle prestazioni, aumento della quantità e qualità dei servizi. Altro obiettivo è stato quello di spostare il più possibile l’attenzione sul TERRITORIO, perché se il territorio funziona anche l’ospedale funziona meglio. Sono partite 20 aggregazioni funzionali territoriali (Aft), un modello rivoluzionario dell’organizzazione che sta andando a regime, puntando molto sulle patologie croniche. E questo processo porta a decongestionare i pronto soccorso. L’AZIENDA È GRANDE E COMPLESSA, HA SEI DISTRETTI, SEI OSPEDALI, GESTISCE 505MILA ABITANTI, 3900 DIPENDENTI. Il QUADRO ECONOMICO mostra come in tutti gli esercizi è stato garantito il pareggio di bilancio, e nel 2018 sono stati coperti 10milioni di euro per il nuovo contratto collettivo del personale. Dal punto di vista contabile l’azienda è in salute economica, tanto che sono stati estinti mutui pregressi, che hanno liberato 500mila euro di interessi da poter usare per i servizi. L’Azienda, con 25 giorni, è tra le prime per i tempi di pagamento dei fornitori. PERSONALE. Nell’ultimo anno c’è stato un incremento di 45 unità della dotazione organica, mentre dal 2016 sono state messe a regime circa cento unita, rispettando sempre il vincolo di spesa del personale. Nel 2017 sono state stabilizzate circa 500 persone, ed è stato fortemente ridotto il tempo determinato. C’è carenza di organico, con difficoltà a trovare alcuni specialisti come pediatri, ortopedici, anestesisti, radiologi, cardiologi, medici di emergenza. Oggi la maggiore criticità nella gestione dell’Asl sta nella difficoltà di organizzare i servizi in carenza di personale.

Gli INVESTIMENTI nei progetti di rinnovamento tecnologico sono stati di 14 milioni di euro nel triennio, mentre 23 milioni di euro per gli interventi di edilizia sanitaria, 7,8 conclusi e 16 in corso. I principali: riconversione dell’ospedale di Città della Pieve in Casa della salute, potenziamento di Castiglione del Lago, la progettazione dell’ex ospedale Calai di Gualdo, la realizzazione della Casa della salute a Monteluce entro fine anno. La settimana prossima verrà presentato il progetto del centro di salute mentale di Magione, a breve verrà sottoscritto l’accordo di programma per l’ex ospedale di Città di Castello. I posti letto sono 692.

Per le ATTIVITÀ, i raggruppamento omogeneo di diagnosi (drg) medici hanno avuto una riduzione non significativa dovuta alle procedure messe in campo sull’appropriatezza, ma aumenta il valore. I drg chirurgici sono in aumento tra ricoveri e ambulatoriali. Sul territorio è stata potenziata l’ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA, che consente di gestire il paziente a casa e di ridurre notevolmente il ricovero inappropriato, puntando sull’integrazione ospedaliera territoriale. Le chirurgie specialistiche sono in incremento. Nel 2018 è calata la mobilità passiva verso le altre aziende regionali grazie alla nuova organizzazione. Gli accessi ai pronto soccorsi hanno avuto un incremento generale da 109 a 117mila, i parti sono in diminuzione (1208 nel 2018) seguendo la tendenza nazionale, mentre i cesarei stanno calando. La valutazione delle performance misurate dal Mes della suola superiore Sant’Anna sono molto buone. Le liste d’attesa hanno le loro criticità, ma stanno tutte nei termini previsti. È stato fatto un grande lavoro per l’abbattimento delle liste con la presa in carico, e quando c'è un problema le gestisce direttamente il direttore sanitario. Non c’è aumento di spesa per il privato convenzionato”. DMB/

Data:
Giovedì, 14 Marzo, 2019 - 13:00

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis