Tu sei qui

PRIMA COMMISSIONE: ILLUSTRATA LA PROPOSTA DI RIASSEGNAZIONE DEI FONDI DEL FSE 2014-2020. APPROVATO IL PROGRAMMA DI ATTIVITÀ DEL DIFENSORE CIVICO PER IL 2020 – I LAVORI DI OGGI

In sintesi

Nella seduta odierna della Prima Commissione consiliare è stata illustrata la Proposta di riassegnazione della riserva di efficacia dell’attuazione del Por Fse 2014-2020 di 7,8 milioni di euro. È stato anche approvato il Programma di attività del difensore civico per il 2020.

(Acs) Perugia, 2 ottobre 2019 – La Prima Commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato all’unanimità il Programma di attività del difensore civico regionale per l’anno 2020. Inoltre, nella riunione di questa mattina, è stata anche illustrata la Proposta di riassegnazione della riserva di efficacia dell’attuazione del Por Fse 2014-2020.

Gli uffici della Giunta hanno illustrato la Proposta di RIASSEGNAZIONE DELLA RISERVA DI  EFFICACIA DELL’ATTUAZIONE DEL POR FSE 2014-2020. Il Fondo Sociale Europeo prevede quattro assi: ‘occupazione’ con una dotazione finanziaria di 112milioni di euro; ‘inclusione sociale e lotta alla povertà’ con 52milioni; ‘istruzione e formazione’ con 55milioni; ‘capacità istituzionale e amministrativa’ con 9milioni; ‘assistenza tecnica’ con 9milioni. L’assegnazione delle risorse prevede che parte di queste non venga data inizialmente ma dopo una verifica a metà percorso, che è stata effettuata sui dati di fine 2018. Per il complesso del programma l’Umbria ha ottenuto un esito positivo. Ma per singolo asse l’esito positivo c’è stato per quattro assi su cinque: non su quello dedicato all’occupazione, al quale non può essere assegnata la quota di riserva. La quota di riserva non conservata dall’asse occupazione, pari a 7,8 milioni di euro, non è persa ma va assegnata agli altri assi, modificando il programma approvato dalla Commissione europea il 24 luglio scorso. La  proposta di riassegnazione va fatta entro il 24 ottobre. L’accordo trovato dalla Regione Umbria con la Commissione europea e i Ministeri coinvolti prevede di sottrarre risorse dall’asse occupazione, e in particolare 6,4 milioni di euro dalla priorità ‘integrazione dei giovani nel mercato del lavoro’ e 1,4 milioni dalla priorità ‘adattamento  lavoratori’. La RIALLOCAZIONE prevede 1,6 milioni di euro alla priorità ‘inclusione attiva’ dell’asse inclusione sociale; 2,7 milioni alla priorità ‘riduzione abbandono scolastico’, 3milioni a ‘miglioramento istruzione superiore’ e 500mila euro alla ‘formazione permanente’ dell’asse istruzione e formazione. 

Inoltre nella seduta della Commissione di questa mattina è stato anche approvato all’unanimità il PROGRAMMA DI ATTIVITÀ DEL DIFENSORE CIVICO REGIONALE per il 2020. In Umbria il difensore civico mancava dal 1996 ed è stato nuovamente istituito dall’Assemblea legislativa a febbraio scorso. Lo scopo del difensore civico è quello di operare per una pubblica amministrazione imparziale, trasparente, efficace ed efficiente negli ambiti della sanità, dei servizi sociali, della disabilità, di trasporti regionali, dei fondi europei ed in ogni materia di competenza regionale. Tra le caratteristiche, la gratuità dei servizi offerti ai cittadini e la  semplicità nel rivolgersi ad esso. In Umbria il difensore civico funziona effettivamente da maggio: i fascicoli aperti sono una ottantina, riceve una media di tre istanze al giorno e circa un terzo delle richieste riguarda la sanità. La previsione economica per le attività del difensore civico per il 2020 è pari a 8mila 500 euro e prevede la partecipazione alle riunioni del Coordinamento nazionale dei difensori civici, convegni, seminari; una riunione del coordinamento a Palazzo Cesaroni; l’iscrizione all’Istituto mediatore europeo; un servizio protocollo dedicato al difensore; la partecipazione a convegni ed organizzazione di incontri con i rappresentanti dell’associazionismo e del volontariato; la partecipazione a corsi di formazione. DMB/AS

Data:
Mercoledì, 2 Ottobre, 2019 - 14:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis