Tu sei qui

PRIMA COMMISSIONE (2): PRESENTATO DAL PRESIDENTE PAPARELLI L’ASSESTAMENTO AL BILANCIO 2019-2021 DELLA REGIONE UMBRIA

In sintesi

Si è svolta oggi nella Prima commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria la presentazione dell’assestamento al bilancio 2019/2021 della Regione Umbria. Martedì 23 luglio la Commissione svolgerà una audizione con l’assessore regionale ai Trasporti per fare il quadro sui trasferimenti dedicati a questo capitolo. L’atto terminerà il proprio iter nella seduta d’Aula già prevista per martedì 30 luglio 2019. 

(Acs) Perugia, 17 luglio 2019 - Si è svolta oggi nella Prima commissione dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, presieduta da Andrea Smacchi, la presentazione dell’assestamento al bilancio 2019/2021 della Regione Umbria. Martedì 23 luglio la Commissione svolgerà una audizione con l’assessore regionale ai Trasporti per fare il quadro sulle problematiche legate ai trasferimenti dedicati a questo capitolo. L’assestamento terminerà il proprio iter nella seduta d’Aula già prevista per martedì 30 luglio 2019.

Il presidente della Giunta, Fabio Paparelli, ha spiegato che l’atto si compone di una variazione di natura tecnico-contabile e di una manovra di assestamento, prende avvio dagli esiti del  Rendiconto 2018 e prevede interventi per circa 8milioni di euro all’anno nel triennio.

Vengono stanziate risorse aggiuntive per i trasporti (1,5 milioni nel 2019, 3milioni nel 2020 e 3,5 milioni nel 2021) che però non coprono una diminuzione del Fondo nazionale di circa 16milioni; saranno quindi necessarie altre risorse ed interventi per compensare quella differenza. Viene rideterminato il riparto del fondo sanitario, che non subisce variazioni. Si riduce la spesa per gli oneri finanziari relativi al debito autorizzato a copertura dei disavanzi pregressi. 

La manovra mette a disposizione risorse provenienti dal recupero di accise sul gas, da risparmi sugli oneri dei mutui e da riduzione di spesa per salvaguardare comparti fondamentali e finanziare interventi obbligatorie ed urgenti. Tra questi: la copertura delle spese per le prossime elezioni regionali, il riallineamento della parte accessoria dello stipendio del personale delle Province passato alla Regione, la copertura delle spese connesse all’accertamento ed emissione di ruoli, il funzionamento dell’Ufficio speciale per la ricostruzione, le spese di pronto intervento della Protezione civile, la copertura del maggior fabbisogno del trasporto pubblico locale, l’adeguamento del fondo crediti di dubbia esigibilità, il cofinanziamento regionale al sistema degli asili. MP/

Data:
Mercoledì, 17 Luglio, 2019 - 15:15

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis