Tu sei qui

“GRAZIE ALL’IMPEGNO DELLA REGIONE A TRAZIONE LEGA AVVIATO L’ITER CHE PORTERÀ L’ISTITUTO PROSPERIUS TIBERINO A DIVENTARE A MAGGIORANZA PUBBLICA” – LA SODDISFAZIONE DI MANCINI E PULETTI (LEGA)

 

(Acs) Perugia , 25 marzo 2022 - “Grazie all’impegno della Lega è stato avviato l’iter che porterà l’Istituto Prosperius Tiberino a diventare a maggioranza pubblica. Anche esponenti del Partito democratico, davanti all’evidenza, hanno dovuto riconoscere che la Giunta regionale, a trazione Lega, sta facendo ciò che nelle passate legislature la sinistra non è stata in grado di attuare”, lo affermano i consiglieri regionali Valerio Mancini e Manuela Puletti (Lega) sottolineando che “per anni il futuro dell’Istituto Prosperius è stato incerto, ma grazie al lavoro dell’assessorato regionale alla Sanità e dell’Amministrazione comunale di Umbertide, entro breve arriverà la firma della convenzione per l’utilizzo dei beni in concessione e si giungerà alla sottoscrizione del preliminare”.

“Il Prosperius – commentano Mancini e Puletti - ha un’importanza centrale non soltanto per la sanità dell’Alto Tevere e dell’Umbria, ma anche per quella di regioni limitrofe, per questo c’è l’esigenza di garantire i servizi prestati e anche la continuità occupazionale di coloro che vi lavorano. L’importante risultato che si sta per raggiungere – osservano - è testimonianza che gli attacchi da parte della minoranza nei confronti della Giunta, in merito a una presunta volontà di privatizzare la sanità, erano del tutto infondati. Ancora una volta la Lega ha messo a tacere con i fatti lo sterile chiacchiericcio della sinistra”.

“Un’altra dimostrazione concreta dell’ottima gestione della sanità, da parte della Regione – rimarcano - arriva dall’iniziativa dell’assessore Luca Coletto, che ha approvato uno schema di accordo per l’adeguamento delle tariffe delle strutture sanitarie e sociosanitarie di assistenza extraospedaliera, residenziali e semiresidenziali. Si tratta – spiegano - di un atto fondamentale che consentirà di adeguare le tariffe che le Aziende sanitarie versano attualmente agli enti gestori, una decisione che porterà benefici anche a un’altra struttura che da anni rappresenta un punto di riferimento per il territorio altotiberino: la ASP Muzi Betti”.

“Nel settembre scorso – ricordano - abbiamo accompagnato il ministro per le Disabilità, Erika Stefani, a visitare la Muzi Betti e già allora avevamo sollevato la necessità che la Regione, con il sostegno del Governo, si adoperasse in maniera concreta per sostenere  la struttura. L’azione promossa dall’assessorato alla Sanità – concludono - è un aiuto fattivo che va proprio in questa direzione”. RED/as

Data:
Venerdì, 25 Marzo, 2022 - 17:30

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis