Tu sei qui

COMITATO CONTROLLO: AUDIZIONE DELL’ASSESSORE MELASECCHE SUL TESTO UNICO PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO

In sintesi

Il Comitato per il controllo e la valutazione, presieduto da Thomas De Luca, prosegue il lavoro di approfondimento della legge regionale ‘1/2015’ (Testo unico Governo del territorio e materie correlate). Nella seduta di ieri è stato ascoltato l’assessore Enrico Melasecche sulla verifica dello stato di attuazione del Testo unico.

 

(Acs) Perugia, 8 ottobre 2020 – Il Comitato per il controllo e la valutazione, presieduto da Thomas De Luca, si è riunito in videoconferenza dalla Sala Brugnoli di Palazzo Cesaroni a Perugia per proseguire il lavoro di approfondimento della legge regionale ‘1/2015’ (Testo unico Governo del territorio e materie correlate). Nella seduta di ieri è stato ascoltato, collegato in videoconferenza, l’assessore Enrico Melasecche in merito alla verifica dello stato di attuazione del Testo unico, dopo che la  relazione della clausola valutativa riferita agli anni 2017-2018-2019 era stata illustrata in una seduta del mese scorso (https://tinyurl.com/y46lweed). 

Nel corso dell’audizione l’assessore MELASECCHE, coadiuvato dal dirigente della Giunta Sandro Costantini, ha sottolineato come il Testo unico riguardi una materia molto complessa, che sollecita la Regione in tutta la programmazione del territorio. Il confronto di oggi può essere un primo approccio per una verifica della situazione, per capire dove è necessario intervenire. Il Testo unico per il governo del territorio ricomprende in un unico strumento normativo l’intera disciplina regionale riguardante l’edilizia e l’urbanistica. Tra le varie questioni aperte, c’è il PIANO PAESAGGISTICO REGIONALE che è stato predisposto ma non ancora approvato. La volontà della Giunta è di portarlo avanti, ma è in corso un approfondimento per capire se ulteriori vincoli e nuove regole possano creare problemi per la ripartenza di settori importanti come l’edilizia. La Giunta è aperta al confronto per valorizzare gli aspetti positivi, evitando che elementi di appesantimento ulteriore possano creare problemi ad attività che sono già in difficoltà. Inoltre l’Esecutivo sta lavorando per verificare la compatibilità del Testo unico con la nuova normativa in materia di SEMPLIFICAZIONE e in particolare con quella per il SUPERBONUS al 110 per cento. È in atto un confronto con i tecnici per arrivare quanto prima a definire quello che è opportuno che la Regione faccia per consentire la massima fruizione in Umbria delle agevolazioni previste. Per quanto riguarda la prevenzione del DISSESTO IDROGEOLOGICO, il Testo unico non interviene direttamente, ma ci sono altri strumenti normativi usati nel tempo ma oramai superati. Per questo l’Assessorato vuole proporre una proposta di legge sulla protezione civile, perché da tempo se ne sente la necessità, e una sulle calamità naturali per dare una risposta a eventi sempre più frequenti sui quali i Comuni non riescono a intervenire.

Al termine della seduta il presidente DE LUCA  ha spiegato che il Comitato continuerà ad approfondire il Testo unico per il governo del territorio e che “si arriverà ad una proposta di relazione da approvare e mandare in Seconda commissione. Intanto prendiamo atto favorevolmente dell’approfondimento che gli uffici della Giunta stanno facendo sulla compatibilità del Testo unico regionale con il decreto semplificazioni e con la normativa del superbonus del 110 per cento così da arrivare a colmare ogni discrasia e a semplificare le procedure. Anche sul tema del dissesto idrogeologico abbiamo accolto con soddisfazione l’annuncio dell’Assessore sul lavoro che si sta facendo per arrivare ad una nuova legge per le calamità naturali. Per questo inseriremo all’interno della relazione del Comitato l’idea che si possa prevedere uno stanziamento sistematico e fisso per questa tipologia di interventi”. DMB/

 

Data:
Giovedì, 8 Ottobre, 2020 - 09:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis