Tu sei qui

CACCIA: “SANZIONI ILLEGITTIME DA GUARDIE VENATORIE PRIVE DI AUTORIZZAZIONE” - AUDIZIONE IN TERZA COMMISSIONE DEL SERVIZIO PROGRAMMAZIONE FAUNISTICA DELLA REGIONE RICHIESTA DA FIORINI (LEGA)

In sintesi

La Terza commissione consiliare, presieduta da Attilio Solinas, ha svolto ieri un'audizione richiesta del capogruppo della Lega Emanuele Fiorini con i tecnici del Servizio programmazione faunistica e venatoria della Regione Umbria a proposito dell’intervento di guardie del Wwf nei confronti di alcuni cacciatori che sarebbero stati multati ed avrebbero poi fatto ricorso, sostenendo l’illiceità delle contestazioni loro rivolte. Il decreto di guardia ittico-venatoria sarebbe stato concesso dalla Provincia al presidente del Wwf in data successiva agli episodi contestati.

(Acs) Perugia, 29 novembre 2018 – La Terza commissione consiliare, presieduta da Attilio Solinas, ha svolto ieri un'audizione richiesta del capogruppo della Lega Emanuele Fiorini con i tecnici del Servizio programmazione faunistica e venatoria della Regione Umbria a proposito dell’intervento di guardie del Wwf nei confronti di alcuni cacciatori che sarebbero stati multati ed avrebbero poi fatto ricorso sostenendo l’illiceità delle contestazioni loro rivolte.

“La titolarità del rilascio del decreto di guardia ittico-venatoria, che consente sia al Wwf che alle associazioni venatorie e agricole di effettuare sanzioni in materia di caccia – hanno spiegato i tecnici della Regione – è rimasta in capo alle Province, anche dopo la riforma delle stesse. Risulta che tale decreto sia stato concesso al presidente del Wwf in data 2 ottobre 2018”.

Siccome le denunce dei cacciatori risalgono ai mesi precedenti e lo stesso atto ispettivo sull’argomento, presentato dal capogruppo leghista dell’Assemblea legislativa, risale al mese di settembre, Fiorini ha richiesto l’audizione anche dei funzionari della Provincia di Perugia che hanno rilasciato il documento, sostenendo che “i cacciatori sono stati multati da chi non aveva la titolarità per farlo, per cui i verbali devono essere annullati e le somme pagate devono essere restituite. C’è stato un abuso e qualcuno deve risponderne”.

“La Commissione - ha concluso il presidente Solinas - chiederà alla Provincia una informativa per conoscere la situazione antecedente la data indicata del 2 ottobre e per sapere se fossero state inoltrate richieste e concesse autorizzazioni in tal senso”. PG/

Data:
Giovedì, 29 Novembre, 2018 - 11:45

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis