Tu sei qui

sprar

SPRAR: “RIFUGIATI NEGLI ALLOGGI DI VIA DEL FAVARONE A PERUGIA, MA FORSE SI DOVEVA PENSARE ANCHE AI GENITORI SEPARATI” - DE VINCENZI (MISTO-UMBRIA NEXT) SULL’AUDIZIONE DI IERI IN COMMISSIONE

(Acs) Perugia, 21 giugno 2018 - “L'audizione degli assessori Edi Cicchi e Giuseppe Chianella sul destino della struttura dell'ATER di via del Favarone a Perugia non ha fornito i chiarimenti attesi, mettendo per contro in evidenza comportamenti schizofrenici sia nella gestione delle strutture dell'ATER che della politica di accoglienza degli immigrati”: lo dice il consigliere regionale Sergio De Vincenzi (gruppo misto-Umbria Next) che insieme ai consiglieri della Lega aveva chiesto l’audizione in Commissione.

TERZA COMMISSIONE: AUDIZIONE SULL’IMMOBILE ATER DI VIA DEL FAVARONE A PERUGIA – SARÀ DESTINATO ALLO SPRAR (SISTEMA PROTEZIONE RICHIEDENTI ASILO E RIFUGIATI)

(Acs) Perugia, 21 giugno 2018 – L’immobile di proprietà dell’Ater di via del Favarone, a Perugia, contiguo ai locali destinati alla protezione di richiedenti asilo e rifugiati (Sprar), verrà destinato all’ampliamento di tale servizio, che attualmente copre le esigenze di 27 persone su un totale di 65: è quanto emerso nell’audizione di ieri pomeriggio, in Terza commissione, dell'assessore regionale alle Politiche per la casa Giuseppe Chianella, dell'assessore del Comune di Perugia ai Servizi sociali, famiglia, edilizia pubblica e pari opportunità Edy Cicchi, dei responsabili della cooperativ