Tu sei qui

consorzio tns

CONSORZIO TNS: “VERIFICARE QUALI SONO STATE LE RESPONSABILITÀ DELLA POLITICA NEL DISSESTO FINANZIARIO” - CARBONARI (M5S): “CON L'ARCHIVIAZIONE PER L'EX DIRETTORE NON CI SONO PIÙ CAPRI ESPIATORI”

(Acs) Perugia, 28 novembre 2016 - “Ad un anno esatto da quando denunciammo lo scandalo del Consorzio TNS, qualche giorno fa è arrivata la conferma implicita di quanto abbiamo sempre sostenuto: il dissesto finanziario del Consorzio detenuto dalla Regione Umbria e dai Comuni di Terni, Narni e Spoleto non poteva essere sconosciuto alla politica regionale umbra, che aveva nominato gli amministratori e per anni ha assistito impassibile al progressivo disastro finanziario”: lo afferma Maria Grazia Carbonari, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, in una nota in cui chiede un'assunzione di

COMITATO DI MONITORAGGIO: “AVVIARE UNA INDAGINE CONOSCITIVA SULLA RICHIESTA DI RISARCIMENTO DI SVILUPPUMBRIA AGLI EX AMMINISTRATORI DEL CONSORZIO TNS” - NOTA DEL PRESIDENTE NEVI

(Acs) Perugia, 11 aprile 2016 - “Avviare immediatamente un'indagine conoscitiva convocando i vertici di Sviluppumbria per approfondire la delicata questione che ha portato la società stessa a chiedere circa 10 milioni di euro più interessi agli ex amministratori del consorzio aree industriali di Terni, Narni, Spoleto, e 2 milioni di euro a quelli del Consorzio Crescendo di Orvieto”: lo proporrà giovedì prossimo, 14 aprile, il presidente del Comitato per il monitoraggio e la vigilanza sull'amministrazione regionale, Raffaele Nevi, ai membri dell'organo di controllo di Palazzo Cesaroni.

CONSORZIO TNS: “SVILUPPUMBRIA CHIEDE 10 MILIONI DI RISARCIMENTO A EX-AMMINISTRATORI. PERCHÉ COSÌ TARDI? PERCHÉ PROPRIO A SEGUITO DELL'ESPOSTO M5S?” - LIBERATI E CARBONARI (M5S): “NOI L'AVEVAMO DETTO”

(Acs) Perugia, 11 aprile 2016 - “La vicenda del consorzio Tns, della quale ci siamo lungamente occupati ai tempi dell'assestamento di bilancio, si arricchisce di un nuovo elemento: apprendiamo infatti dalla stampa che il presidente di Sviluppumbria, Gabrio Renzacci, ha intimato ai 27 ex amministratori del Consorzio di cacciare fuori 'con immediatezza' quasi 10 milioni di euro più gli interessi, 'a titolo risarcitorio': lo dicono i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari.