Tu sei qui

COMMEMORAZIONI: 7 GIUGNO 1970-7 GIUGNO 2010: “A 40 ANNI DALL’AVVIO DEL PROCESSO REGIONALISTA, L’UMBRIA PUÒ AFFRONTARE IL FUTURO CON MAGGIORE FIDUCIA E CHIAREZZA DI OBIETTIVI” – NOTA CONGIUNTA DEI PRESIDENTI MARINI E BREGA

(Acs) Perugia, 7 giugno 2010 - Pubblichiamo di seguito la nota congiunta dei presidenti della Giunta e del Consiglio regionale dell’Umbria, Catiuscia Marini ed Eros Brega, in occasione della celebrazione dei 40 anni dalla prima elezione delle Assemblee legislative che avrà luogo oggi pomeriggio nell’Aula di Palazzo Madama. “Quaranta anni fa il faticoso processo di costruzione del regionalismo italiano raggiungeva una prima tappa fondamentale e con il voto popolare del 7 giugno 1970 furono eletti i Consigli regionali delle 15 Regioni a Statuto ordinario. In Umbria il cammino che porterà alla definizione della realtà istituzionale regionale fu particolarmente difficile, faticoso, ma anche esaltante. Tra la fine degli anni ’50 e per gran parte degli anni ’60, nella fase più critica della vicenda economica e sociale umbra, le principali forze politiche di maggioranza e di opposizione operarono un grande sforzo congiunto per porre all’attenzione del dibattito parlamentare la crisi dell’Umbria, elaborando nel contempo le basi per il primo Piano regionale di sviluppo. A questo si arrivò dopo una specifica sessione di dibattito che il Parlamento dedicò alla "questione Umbria" e in quello stesso dibattito vi furono altrettanto originali riflessioni circa la vocazione regionalista dell'Umbria. Tant'è che il documento finale approvato dall'Aula citava la ‘istituzione della regione’ come la vera e più efficacie risposta al problema dello sviluppo economico e sociale regionale. L’idea stessa di regione e della sua identità venne così costruita affrontando i problemi dei singoli territori in un’ottica regionale, dando senso e significato ad un processo istituzionale fino ad allora frutto di un’azione solo amministrativa. Il 7 giugno 1970 rappresenta, quindi, per noi umbri il coronamento di una lunga e tenace azione politico-culturale che da allora ha trovato nell’ente Regione uno strumento di autogoverno più vicino agli interessi e alle aspirazioni della comunità regionale e al passo con le dinamiche nazionali e internazionali. L’Umbria di oggi deve affrontare nuove sfide e nuovi compiti in un quadro di una sempre più elevata complessità economica, sociale e politica. Ma oggi questa Umbria è una realtà più forte, più giusta sul versante sociale, più ricca di esperienza e nuove competenze e, a quarant’anni dall’avvio del processo regionalista, può affrontare il futuro con maggiore fiducia, chiarezza di obiettivi e nuove opportunità”. Alla cerimonia di Palazzo Madama parteciperà anche una delegazione del Consiglio regionale guidata dal presidente Eros Brega e composta dai consiglieri Renato Locchi (Pd), Maria Rosi (Pdl), Damiano Stufara (Prc) e Sandra Monacelli (Udc). RED/tb
Data:
Lunedì, 7 Giugno, 2010 (Tutto il giorno)

Tag per ACS

Free tag

Share page with AddThis