Tu sei qui

Energia

CONSIGLIO REGIONALE (1): PRESENTATI IN CONSIGLIO REGIONALE BILANCIO, LEGGE FINANZIARIA, COLLEGATO E BILANCIO 2012 DELL'ASSEMBLEA DI PALAZZO CESARONI. IL VOTO DEFINITIVO PREVISTO PER DOMANI POMERIGGIO – LE RELAZIONI E LA SCHEDA

 

(Acs) Perugia, 2 aprile 2012 - La manovra finanziaria predisposta dall'Esecutivo di Palazzo Donini e articolata in Bilancio 2012 (2 miliardi 133milioni), Bilancio pluriennale, Legge Finanziaria e Collegato è stata presentata questa mattina nell'Aula di Palazzo Cesaroni, unitamente al bilancio 2012 del Consiglio regionale  (21milioni 252mila euro).

ENERGESCO: “SODDISFATTO PER L'APPROVAZIONE DELL'ORDINE DEL GIORNO SUL 'FOTOVOLTAICO FANTASMA'” - CIRIGNONI (LEGA NORD) SOLLECITA UNA RAPIDA AZIONE DELLA GIUNTA IN FAVORE DEI CITTADINI COINVOLTI

(Acs) Perugia, 25 febbraio 2012 - “Soddisfazione per l'approvazione all'unanimità in Consiglio regionale dell'ordine del giorno che impegna la Giunta ad attivarsi in sede di conferenza Stato - Regioni per aiutare i tanti cittadini umbri rimasti coinvolti nella vicenda del fotovoltaico fantasma”. La esprime il capogruppo leghista a Palazzo Cesaroni Gianluca Cirignoni, riferendosi alla vicenda “per la quale, dopo aver partecipato a bandi predisposti da numerosi enti locali regionali che avevano anche patrocinato l'iniziativa, molti cittadini stanno pagando ora rate di mutui i cui capitali non sono mai stati nelle loro disponibilità e che adesso addirittura la banca sta richiedendo indietro in un unica soluzione”.

IMPIANTI A BIOMASSE: “ENERGIE RINNOVABILI STRATEGICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO DELLA REGIONE” - INTERROGAZIONE DI CHIACCHIERONI (PD) PER CAPIRE I MOTIVI CHE OSTACOLANO LA REALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI

 

(Acs) Perugia, 20 febbraio 2012 – Il consigliere regionale del Partito Democratico, Gianfranco Chiacchieroni ha presentato una interrogazione alla Giunta regionale per sapere, in ordine alla realizzazione di impianti a biomasse nel territorio regionale: lo stato di attuazione del Regolamento in proposito; quali sono le eventuali difficoltà applicative dal punto di vista procedurale; quale le principali motivazioni che ostano la realizzazione di tali impianti.

 

ASSESTAMENTO BILANCIO 2011: LA PRIMA COMMISSIONE APPROVA A MAGGIORANZA IL DOCUMENTO PREDISPOSTO DALLA GIUNTA – PREVISTI INTERVENTI PER OLTRE 16MILIONI DI EURO

 

(Acs) Perugia, 10 novembre 2011 – Con cinque voti favorevoli e il voto contrario dei due commissari del Pdl la Prima Commissione del Consiglio regionale, presieduta da Oliviero Dottorini, ha approvato l'assestamento del bilancio di previsione per l'esercizio 2011 predisposto dall'Esecutivo di Palazzo Donini.

CENTRALE ENEL DI BASTARDO: “L'IMPIANTO DECLASSATO A RISERVA FREDDA E AD UN UTILIZZO LIMITATO – MONACELLI (UDC) INTERROGA LA GIUNTA SUGLI EFFETTI ECONOMICI, OCCUPAZIONALI E STRATEGICI DELLA DECISIONE ENEL

(Acs) Perugia, 15 settembre 2011 – La Centrale Enel di Bastardo, impianto riconvertito da lignite a carbone negli ultimi anni '90, capace di produrre 150 megawatt e considerato strategico sia per collocazione che per qualità produttiva, di recente è stato declassato, fino alla dichiarazione di 'riserva fredda' decisa dall'Enel lo scorso febbraio.

ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI: PRESENTATO IN SECONDA COMMISSIONE IL REGOLAMENTO (2011-2013) DELLA GIUNTA REGIONALE PER L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI – AUDIZIONE DELL'ASSESSORE ROMETTI

(Acs) Perugia, 20 luglio 2011 – “L'Umbria dovrà raggiungere, entro il 2020, un obiettivo minimo del 20 per cento di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, da calcolare rispetto al consumo totale di energia elettrica e termica, dei settori dell'agricoltura, industria, trasporti, terziario e domestico”.

ENERGIE RINNOVABILI “ABBIAMO CONTRIBUITO A SCONGIURARE GRANDI IMPIANTI EOLICI E FOTOVOLTAICI A TERRA, MA SERVONO AGGIUSTAMENTI SULLE BIOMASSE ” - STUFARA (PRC - FDS) SULL'ITER DEL REGOLAMENTO

(Acs) Perugia, 20 luglio 2011 - “Il Gruppo consiliare Prc-Fds di Palazzo Cesaroni si è battuto per scongiurare la realizzazione in Umbria di grandi parchi energetici, in particolare eolici e fotovoltaici a terra, la proliferazione, specie nelle aree rurali, di impianti eccedenti le esigenze di autoconsumo dei proprietari e per introdurre una specifica norma sanzionatoria che consentirà a Comuni e Provincie di vigilare sulle installazioni perseguendo abusi e illeciti”.