Tu sei qui

Energia

“RAGGIUNGERE L’AUTONOMIA ENERGETICA REGIONALE FAVORENDO INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI ED EFFICIENTAMENTO EDIFICI PUBBLICI” - CARISSIMI (LEGA) ANNUNCIA MOZIONE

(Acs) Perugia, 17 giugno 2022 - “Il drammatico conflitto in corso in Ucraina, oltre alle gravissime conseguenze umanitarie in termini di vittime e di profughi, ha fortemente aggravato le problematiche connesse all’aumento del costo dell’energia e reso ancora più urgenti le misure volte a una maggiore indipendenza europea per i combustibili fossili attraverso una diversificazione dei fornitori e una spinta decisa verso le fonti di energia pulita”.

L’ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELL’UMBRIA APPROVA LA MOZIONE SULL’ISTITUZIONE DELLE COMUNITA’ ENERGETICHE PRESENTATA DA TRE CONSIGLIERI DI MINORANZA - ATTO INTEGRATO DA UN EMENDAMENTO DI MAGGIORANZA SULLE RINNOVABILI

(Acs) Perugia, 24 maggio 2022 – L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato all’unanimità la mozione sulle “Azioni della Giunta regionale per l’istituzione delle Comunità energetiche”, presentata da tre consiglieri regionali di minoranza. Il testo votato dall’Aula è quello risultante da una integrazione, proposta da un gruppo di maggioranza, che inserisce un riferimento esplicito alle energie rinnovabili.

“PROMOZIONE DI COMUNITÀ ENERGETICHE RINNOVABILI E GRUPPI DI AUTOCONSUMO COLLETTIVO PER COMBATTERE IL CARO ENERGIA” – CARISSIMI (LEGA) ANNUNCIA PROPOSTA DI LEGGE

(Acs) Perugia, 16 febbraio 2022 – “I rincari di luce e gas stanno mettendo in ginocchio le famiglie italiane. È un’emergenza che va arginata subito, con soluzioni realistiche e mirate”. Con queste parole il consigliere regionale Daniele Carissimi (Lega) annuncia la presentazione di una proposta di legge sulla “promozione delle Comunità energetiche rinnovabili e dei Gruppi di autoconsumo collettivo”.

“MANTENERE CENTRALITÀ DEL POLO IDROELETTRICO DI TERNI NELL'ASSETTO NAZIONALE ENEL” – DE LUCA (M5S) ANNUNCIA INTERROGAZIONE

(Acs) Perugia, 1 febbraio 2022 – “Garantire il mantenimento dei posti di lavoro ed il potenziamento del polo idroelettrico di Terni”. È quanto dichiara il consigliere regionale del M5S Thomas De Luca “in merito all'acquisizione del capitale sociale di ERG Hydro srl da parte di Enel Produzione spa per 1.039 milioni di euro”, annunciando la presentazione di un'interrogazione alla Giunta per chiedere “l'istituzione di un tavolo con le forze economiche per avere garanzie sul futuro del polo idroelettrico di Terni”.

“PROMOZIONE DELLE COMUNITÀ ENERGETICHE” - DE LUCA (M5S) ANNUNCIA PROPOSTA DI LEGGE IN MERITO ALLA TRANSIZIONE ECOLOGICA

 

(Acs) Perugia, 10 maggio 2021 - “Autoproduzione e condivisione dell'energia prodotta da fonti rinnovabili; efficientamento e riduzione dei consumi energetici”. Questi i princìpi alla base della proposta di legge sulle “comunità energetiche” annunciata dal capogruppo del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca secondo cui "un insieme di soggetti che consumano e condividono energia pulita, in uno scambio tra pari, rappresenta un'attività incentrata sul valore dell'energia prodotta e non sulla realizzazione di un profitto".

IDROELETTRICO: "LA REGIONE NON RESTI SEMPLICE SPETTATORE DI FRONTE AL DISIMPEGNO DI ERG IN UMBRIA" – NOTA DI DE LUCA (M5S)

(Acs) Perugia, 1 febbraio 2021 - “Creare una società pubblica regionale che si faccia carico della gestione diretta delle risorse idroelettriche sul territorio umbro. Come da anni accade già in Val d'Aosta, Trentino e altrove. È quanto auspichiamo dopo le indiscrezioni a mezzo stampa a proposito del ventilato disimpegno del gruppo Erg”.

CASCATA MARMORE: “CONCESSIONI IDROELETTRICHE ERG SCADUTE NEL 2010. GRAVI RESPONSABILITÀ DELLA PROVINCIA DI TERNI” - PER LIBERATI (M5S) “NECESSARI BANDI PER GESTIONE PUBBLICA DELLE CENTRALI”

(Acs) Perugia, 7 gennaio 2019 - “Quella del polo idroelettrico di Terni è una vicenda grottesca, che dovrebbe imporre a Regione Umbria e Comune una sensibilizzazione nei confronti del Governo, affinché si denuncino finalmente le anomalie esistenti, costruendo subito dopo le condizioni politiche per riprenderci finalmente le centrali, partecipando ai futuri bandi per gestire in house questa ricca rendita”.

QUESTION TIME (7 ) “CONCESSIONI IDROELETTRICHE DA RIVEDERE” - A LIBERATI E CARBONARI RISPONDE ASSESSORE PAPARELLI: “LA GIUNTA ATTUALE HA AUMENTATO DEL 100 PER CENTO I CANONI”

(Acs) Perugia, 28 agosto 2018 – Nella seduta odierna dell’Assemblea legislativa di Palazzo Cesaroni, i consiglieri del Movimento 5 Stelle, Andrea LIBERATI e Maria Grazia CARBONARI hanno interrogato l’assessore Fabio PAPARELLI rimarcando la necessità di “rivedere le concessioni idroelettriche”. I due esponenti pentastellati hanno sollevato, in particolare, il “caso del pericoloso Canale Medio Nera, costruito in calcestruzzo negli anni '30”, chiedendo informazioni sullo “stato delle manutenzioni” e se per queste “la Regione si affida al concessionario”.

QUESTION TIME (6): “RIQUALIFICAZIONE DEI SITI CENTRALI ENEL DI PIETRAFITTA E BASTARDO” - A RICCI (MISTO/RP-IC) RISPONDE ASSESSORE PAPARELLI: “C’È ACCORDO DI PROGRAMMA PER RIQUALIFICAZIONE DEI DUE SITI”

(Acs) Perugia, 28 agosto 2018 – Nella sessione dedicata alle interrogazioni a risposta immediata (Question Time) della odierna seduta assembleare, il consigliere Claudio RICCI (Misto-Rp/Ic) ha chiesto conto all’assessore Fabio PAPARELLI dei “progetti di riqualificazione delle centrali Enel di Pietrafitta e Bastardo”.

QUESTION TIME (4): “IMPIANTO GEOTERMICO SULL'ALTOPIANO DELL'ALFINA” - ALL’INTERROGAZIONE DI FIORINI E MANCINI (LEGA) L’ASSESSORE CECCHINI RISPONDE: “REGIONE VALUTERÀ AZIONI ANCHE SU SCELTE AVVOCATURA MISE”

(Acs) Perugia, 17 maggio 2018 – Nel corso della seduta odierna del ‘Question time’ i consiglieri Emanuele Fiorini e Valerio Mancini (Lega) hanno presentato l’interrogazione attraverso la quale hanno chiesto alla Giunta regionale “quali provvedimenti intende adottare a seguito della sentenza del Tar (febbraio 2018) che annulla le delibere di Giunta, essendo a tutt'oggi sconosciute le motivazioni per il mancato pronunciamento della Regione, riguardo al progetto di un impianto pilota da 5 MW per lo sfruttamento del bacino geotermico, presente sull'altopiano dell'Alfina, denominato ‘Castel Gior