Tu sei qui

renato locchi

POLITICA: “PRESE DI POSIZIONE SU MANCATO VOTO IN AULA DDL POLITICHE GIOVANILI E PARITÀ DI GENERE FRUTTO DI STERILI GIOCHETTI” - NOTA DI LOCCHI (PD)

 

(Acs) Perugia, 27 marzo 2015 - Il presidente del gruppo regionale PD, Renato Locchi, esprime il proprio “rammarico” per la mancata discussione e approvazione in Aula dei disegni di legge “Norme sulle politiche giovanili” e “Norme per le politiche di genere e per una nuova civiltà delle relazioni tra donne e uomini”. Locchi, nel dirsi quindi dispiaciuto che l'Assemblea legislativa non abbia “potuto” affrontare i due atti, come sarebbe stato “utile ed opportuno”, rimarca come in questi casi ci sia  “spesso la schiera di anime belle che si stupiscono, si indignano o cadono addirittura dal pero''. 

POLITICA: “UN CENTRODESTRA CONFUSO E DIVISO CHE MASCHERA LE PROPRIE DIFFICOLTÀ” - LOCCHI (PD) SULLA CONFERENZA STAMPA DEI GRUPPI DI OPPOSIZIONE


(Acs) Perugia, 19 dicembre 2014
- “Un centrodestra confuso e diviso ha indetto l'ennesima conferenza stampa contro il Partito democratico e la Giunta regionale con l'obiettivo, evidente a tutti, di mascherare le proprie difficoltà”. Così il capogruppo del Partito democratico Renato Locchi commenta l'iniziativa di ieri dei gruppi consiliari di opposizione nell'Assemblea legislativa dell'Umbria (http://bit.ly/1v7aCdl). L'esponente del PD, ritiene inoltre “risibile, oltre che non vera, l'affermazione del centrodestra che parla un Partito democratico diviso e frenatore dell'attività di governo. Tutto questo detto da una compagine di opposizione composta da 11 consiglieri organizzati in ben 4 gruppi consiliari”.

INCHIESTA EX COMUNITA' MONTANA TRASIMENO: “DEGNA DI PLAUSO LA DECISIONE DI MASSIMO BIANCHI DI DIMETTERSI DA AMMINISTRATORE AGENZIA FORESTAZIONE” - NOTA DI LOCCHI (CAPOGRUPPO PD)

(Acs) Perugia, 17 dicembre 2014 - “Oggi il Gip del Tribunale di Perugia ha deciso di non accogliere l'istanza della pubblica accusa che chiedeva la sospensione dai pubblici uffici per alcuni degli indagati della ex Comunità montana del Trasimeno. Alla luce di ciò merita un plauso ancora maggiore la decisione dell'amministratore dell'Agenzia regionale della forestazione, Massimo Bianchi, che già nella giornata di ieri aveva formalizzato le proprie dimissioni irrevocabili da quell'incarico”. Così il capogruppo del Partito democratico all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Renato Locchi, che ribadisce “l'apprezzamento dell'intero gruppo del Pd per la decisione di Massimo Bianchi, da lui motivata con l'esigenza di non creare intralcio all'attività dell'Ente e imbarazzo a chi lo aveva nominato in quell'incarico”.

OSPEDALE PERUGIA: ELIMINAZIONE POSTI LETTO NEI CORRIDOI: “APPREZZAMENTO E SOSTEGNO” DEL GRUPPO PD AL PROGETTO INTEGRATO AZIENDA OSPEDALIERA E ASL1” - NOTA DI LOCCHI (PD)

(Acs) Perugia, dicembre 2014 - “Grande apprezzamento e sostegno del gruppo regionale del Partito democratico al progetto integrato, realizzato dai direttori generali dell'Azienda ospedaliera di Perugia e della Asl 1 su iniziativa della Giunta regionale, teso a risolvere la grave situazione di pazienti dell'ospedale di Perugia, ricoverati in posti letto aggiunti nei corridoi a causa del sovraffollamento dei ricoveri”. Così il capogruppo regionale del PD, Renato Locchi che spiega come sia motivo di “soddisfazione” constatare che “con sensibilità e concretezza le due aziende sanitarie abbiano avuto la capacità di dare una risposta alle richieste e sollecitazioni che il gruppo consiliare regionale del PD, ma anche associazioni e tanti cittadini hanno avanzato nel corso di questi ultimi mesi”.

TK-AST TERNI: “SOLIDARIETÀ POLITICA AI LAVORATORI CHE HANNO MANIFESTATO A ROMA. VICINANZA AI FERITI DALLA POLIZIA E SOSTEGNO ALL'INIZIATIVA DEL SINDACATO – NOTA DEL GRUPPO PD

 

(Acs) Perugia, 29 ottobre 2014 - “Il Gruppo consiliare regionale del Partito Democratico esprime solidarietà politica ai lavoratori dell'Ast di Terni che hanno manifestato a Roma, grande vicinanza a coloro rimasti feriti dall'intervento della polizia e sostegno all'iniziativa del Sindacato”. Così, in una nota, il capogruppo Renato Locchi.

“Si parla tanto di lavoro cambiato – scrive Locchi -, si usano nuovi termini inglesi per rappresentarlo, così come si parla delle opportunità offerte dalla globalizzazione. Solo le manganellate purtroppo conservano il sapore del secolo lasciato alle spalle, del quale – conclude - si vorrebbero abolire le conquiste ottenute dai lavoratori con grandi sacrifici. È un tristissimo periodo”. RED/as

AGRICOLTURA: “SOSTENERE L'OLIVICOLTURA COLPITA DURAMENTE DA ANNATA NEGATIVA” - MOZIONE URGENTE DI CINTIOLI E LOCCHI (PD)

 

(Acs) Perugia, 28 ottobre 2014 – “Iniziative volte a sostenere l'Umbria dell'Agricoltura e dell'Olivicoltura colpite duramente da eventi climatici e insetti nocivi”. È questo il tema di una mozione urgente con la quale i consiglieri regionali del Partito democratico, Giancarlo Cintioli e Renato Locchi, chiedono alla Giunta di “attivarsi con urgenza e nei modi ritenuti più idonei, anche di concerto con l'Unione Europea, per difendere imprese e produttori, e sostenere tutte le azioni necessarie per la tutela di chi opera nel settore”. Cintioli e Locchi chiedono anche di valutare “l'opportunità di inserire e riservare specificatamente a questo settore capitoli riguardanti i fondi PSR per l'Umbria 2014-2020”.

MORTE OPERAIO TK-AST: “COMMOZIONE E CORDOGLIO DA TUTTO IL PARTITO DEMOCRATICO” - NOTA DI LOCCHI (PD)

(Acs) Perugia, 16 settembre 2014 – A nome di tutto il gruppo del Partito democratico, Renato Locchi esprime “commozione e cordoglio per la scomparsa dell'operaio sessantaduenne in un tragico incidente sul lavoro verificatosi stamattina nello stabilimento Ast di Vocabolo Sabbione, durante la movimentazione di alcuni rottami di ferro”. RED/pg

VERTENZA MARGARITELLI: “GRANDE PREOCCUPAZIONE. IL GRUPPO DEL PD SI IMPEGNA PER UNA SOLUZIONE CHE EVITI IL TRAUMA DEL LICENZIAMENTO” - NOTA DI LOCCHI E MARIOTTI (PD)

 

(Acs) Perugia, 15 settembre 2014 - “La vertenza in atto alla 'Margaritelli spa' con la annunciata apertura, da parte dell'azienda, della procedura di mobilità per oltre 30 lavoratori dello stabilimento di Mantignana desta grandi preoccupazioni. Il gruppo  regionale del PD garantisce il suo impegno perché, anche attraverso la convocazione di un tavolo di confronto tra le parti,  possa trovarsi una soluzione che, con il pieno utilizzo degli strumenti di solidarietà previsti dal contratto collettivo di lavoro, non preveda  licenziamenti in alcuno dei tre  i siti produttivi del gruppo”.  Così il capogruppo regionale del PD Renato Locchi e il collega Manlio Mariotti in una nota sulla vicenda 'Margaritelli spa' di Mantignana in cui i due consiglieri ritengono che si stia “consumando il punto di precipitazione di una crisi durissima che sta investendo da tempo il settore e che  colpisce strutturalmente una delle più grandi e qualificate realtà manifatturiere della nostra regione”.

VERTENZA NESTLÈ-PERUGINA: “VERIFICA CON L'AZIENDA SUL FUTURO PRODUTTIVO ED OCCUPAZIONALE DELLO STABILIMENTO DI SAN SISTO” - LOCCHI E MARIOTTI (PD) INTERROGANO LA GIUNTA REGIONALE

(Acs) Perugia, 20 febbraio 2014 - “Sollecitare un confronto ed una verifica con la Nestlè-Perugina sullo stato e le prospettive produttive ed  occupazionali dello stabilimento di San Sisto, sulle strategie industriali che la  Multinazionale ha in programma di sviluppare sul nostro territorio e sugli impegni conseguenti in termini di nuovi investimenti”. Lo chiedono alla Giunta regionale, attraverso una interrogazione, i consiglieri Renato Locchi e Manlio Mariotti (Partito democratico) dopo che “la Nestlè-Perugina ha comunicato alla Rsu aziendale e alle organizzazioni sindacali di categoria l'intenzione di aprire le procedure per il ricorso alla cassa integrazione ordinaria per lo stabilimento Perugina di San Sisto”

E45: “GARANZIE SU NON PEDAGGIAMENTO, MANUTENZIONI E NODO DI PERUGIA” - LOCCHI (PD) SULLE MOZIONI APPROVATE OGGI DALL'AULA

(Acs) Perugia, 28 gennaio 2014 - “Deve essere ben chiaro che prima del varo definitivo del progetto di trasformazione della E45 in autostrada, la Regione dovrà avere piene garanzie sia per quanto riguarda il pedaggiamento che per quel che concerne il programma manutentivo. A fronte di questo il 'Nodo di Perugia' rimane un tema di rilevanza nazionale a cui dare presto soluzione”. Così Renato Locchi, capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, esprime “soddisfazione” per l'avvenuta approvazione, anche con i voti del centrodestra, della mozione a firma Locchi-Smacchi sulla futura trasformazione in autostrada della E45.