Tu sei qui

prina

WELFARE: “TAGLI AI SERVIZI DELLE PERSONE CON DISABILITÀ, RISPOSTA IN POLITICHESE DEGLI UFFICI TECNICI E SILENZIO DELLA POLITICA, VUOL DIRE CHE PURTROPPO ABBIAMO FATTO CENTRO” - NOTA DI DE LUCA (M5S)

 

(Acs) Perugia, 4 agosto 2020 – “La risposta in politichese degli uffici tecnici e silenzio della politica sui tagli ai servizi delle persone con disabilità dimostrano che purtroppo abbiamo fatto centro”. È quanto dichiara il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Thomas De Luca.

WELFARE: "LA REGIONE TAGLIA LE RISORSE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ, MENTRE IL COMUNE DI TERNI VIENE INVITATO AD UN PIANO DI RIENTRO FATTO DI TAGLI AI SERVIZI" - NOTA DI DE LUCA (M5S)

(Acs) Perugia, 1 agosto 2020 - “Il nuovo Piano regionale integrato per la non autosufficienza, voluto dall'assessore Coletto, fa la sua prima vittima: il Comune di Terni. Un brusco risveglio che porterà a ridurre, salvo miracoli, l’erogazione di alcuni servizi per le persone con disabilità, sulla base alla proiezione dell’impegno economico previsto.

NON AUTOSUFFICIENZA: "REGIONE RIDUCE LE RISORSE DEL PRINA E LE DESTINA A CHI ARRIVA PRIMA, NON A CHI HA PIÙ BISOGNO" – NOTA DI DE LUCA (M5S)

(Acs) Perugia, 26 giugno 2020 - “Il centrodestra regala alle persone con disabilità un documento che scontenta tutti. Sappiamo bene come è stato mal gestito il percorso che ha portato la maggioranza a votare il Piano regionale integrato per la non autosufficienza, un documento scritto in fretta e furia con una partecipazione tardiva e strozzata. Il risultato è un documento che riduce le risorse messe in campo dalla Regione servendo una platea più ampia di beneficiari.

LAVORI D’AULA (2): APPROVATO A MAGGIORANZA IL PIANO REGIONALE INTEGRATO PER LA NON AUTOSUFFICIENZA (PRINA) 2019-2021

(Acs) Perugia, 25 giugno 2020 – L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato il Piano regionale integrato per la non autosufficienza (Prina) per il triennio 2019-2021. Hanno votato a favore i consiglieri di maggioranza (Lega, FI, FdI, Tesei Presidente), mentre i consiglieri di minoranza (PD, M5S, Misto, Patto civico) hanno votato contro evidenziando la diminuzione delle risorse disponibili e criticando, fra le altre cose, la scelta di ampliare la platea dei beneficiari senza un adeguato intervento economico della Regione.

NON AUTOSUFFICIENZA: “NO TAGLI ALLE RISORSE, LA GIUNTA LE AUMENTI. NO A VOUCHER CHE SOSTITUISCONO I SERVIZI, I BISOGNI VANNO AFFRONTATI E NON MONETIZZATI” - NOTA DI FORA (PATTO CIVICO), BORI E BETTARELLI (PD)

(Acs) Perugia, 19 giugno 2020 - "Come minoranze in Consiglio regionale daremo battaglia sul Piano Regionale per la Non Autosufficienza, con proposte concrete e non ideologiche ma che avranno al centro l’attenzione e il sostegno ai più deboli e bisognosi”: lo annunciano Andrea Fora (Patto Civico per l’Umbria), Tommaso Bori e Michele Bettarelli (PD), membri della Commissione Sanità e Servizi sociali che ha appena licenziato il nuovo PRINA triennale.

WELFARE: “INCAPACITÀ’ DELLA GIUNTA A DARE RISPOSTE ALLE PERSONE CON DISABILITÀ’, ASSOCIAZIONI E SINDACATI” - PAPARELLI E BORI (PD) SU PRINA E NON AUTOSUFFICIENZA

(Acs) Perugia, 9 giugno 2020 – “Sul Prina si conferma l’inconsistenza delle politiche sociali e su tema della disabilità di questa Giunta regionale, incapace di elaborare un piano strutturale e risposte concrete basate sul confronto e sull’ascolto delle famiglie e delle parti sociali”. Così i consiglieri regionali del Partito democratico, Fabio Paparelli e Tommaso Bori, a margine dell’interrogazione discussa in Aula sul Piano regionale per la non autosufficienza.

QUESTION TIME (5): “NON AUTOSUFFICIENZA E FONDO PRINA: VERSO PRIVATIZZAZIONE?” - PAPARELLI E BORI (PD) INTERROGANO ASSESSORE COLETTO: “DISPONIBILITÀ A MIGLIORARE IN AULA IL TESTO DELLA GIUNTA”

(Acs) Perugia, 9 giugno 2020 – Nella seduta odierna dell'Assemblea legislativa (question time), i consiglieri regionali del Partito democratico Fabio Paparelli e Tommaso Bori hanno interrogato l’assessore alla sanità Luca Coletto per sapere “se corrisponde al vero che la Regione Umbria, abbia intenzione di cambiare modello di gestione dei servizi socio-sanitari rispetto alle persone con disabilità, andando verso una sorta di privatizzazione del modello e conseguente de-responsabilizzazione del sistema pubblico, senza peraltro rispettare i passaggi partecipativi previsti dalle norme e alla b

LAVORI D'AULA (1): APPROVATO IL NUOVO PRINA (PIANO REGIONALE INTEGRATO NON AUTOSUFFICIENZA) – PER IL 2014 QUASI 6 MILIONI DI EURO DAL FONDO NAZIONALE E ALTRI 4 DA QUELLO REGIONALE

 

(Acs) Perugia, 9 dicembre 2014 – L'Assemblea legislativa dell'Umbria ha approvato, con 16 voti favorevoli e 8 astensioni, il nuovo Prina (Piano regionale integrato non autosufficienza). Relatore dell'atto è stato il presidente della Commissione Sanità e Servizi sociali, Massimo Buconi, che ne ha illustrato in Aula le caratteristiche e la dotazione finanziaria. Ai 5 milioni e 854mila euro destinati all'Umbria dal Fondo nazionale per la non autosufficienza, si aggiungono 4 milioni di risorse regionali, di cui 2 per la quota sociale, che saranno erogati direttamente ai Comuni, con almeno il 20 per cento riservato all'assistenza domiciliare. In totale si tratta di 9 milioni e 854mila euro destinati alla non autosufficienza.

TERZA COMMISSIONE: PARERE FAVOREVOLE SUL NUOVO PRINA (PIANO REGIONALE INTEGRATO NON AUTOSUFFICIENZA) – PER IL 2014 QUASI 6MILIONI DI EURO DAL FONDO NAZIONALE E ALTRI 4 DA QUELLO REGIONALE

 

(Acs) Perugia, 24 novembre 2014 – La Commissione Sanità e Servizi sociali, presieduta da Massimo Buconi, ha dato parere favorevole al nuovo Prina (Piano regionale integrato non autosufficienza), illustrato ai commissari dall'assessore Carla Casciari. Si sono astenuti i consiglieri Rocco Valentino (FI) e Franco Zaffini (FDI).