Tu sei qui

prc

POLITICA: IL GRUPPO CONSILIARE DI RIFONDAZIONE COMUNISTA-FEDERAZIONE DELLA SINISTRA ADERISCE ALLA MOBILITAZIONE DELLE DONNE DI DOMENICA 13 FEBBRAIO – NOTA DEL CAPOGRUPPO STUFARA

    (Acs) Perugia, 11 febbraio 2011 - Il gruppo regionale del partito della Rifondazione comunista per la Federazione della sinistra esprime la propria “convinta adesione” alle mobilitazioni delle donne e degli amici delle donne indette per il prossimo 13 Febbraio in tutte le piazze italiane.   

ECONOMIA: “INCENTIVI PER CONTRASTARE LE DELOCALIZZAZIONI INDUSTRIALI A SALVAGUARDIA DELL'OCCUPAZIONE” - PRESENTATA IN II COMMISSIONE LA PROPOSTA DI LEGGE DI STUFARA E GORACCI (PRC-FED.SIN.)

(Acs) Perugia, 31 gennaio 2011 - La Regione Umbria riconosce il diritto al lavoro di ogni donna e di ogni uomo e contribuisce alla promozione dell'occupazione ed alla sua qualità, alla salvaguardia dei livelli occupazionali sul territorio umbro ed alla tutela dai rischi di delocalizzazione industriale e di dismissione di attività produttive.

GIORNATA DELLA MEMORIA: DOMANI ARRIVA IN CONSIGLIO LA PROPOSTA DI LEGGE PER COSTITUIRE IN UMBRIA LA 'FONDAZIONE MUSEO REGIONALE DELLA RESISTENZA' – INIZIATIVA DI STUFARA E GORACCI (PRC)

(Acs) Perugia, 26 gennaio 2011 – I consiglieri di Prc Damiano Stufara e Orfeo Goracci, per unire simbolicamente la condanna della Shoah e i valori della Resistenza, depositeranno in Consiglio regionale domani, Giornata della Memoria, una proposta di legge per realizzare in Umbria un 'Museo regionale della Resistenza', con sede a Pietralunga.

SCIOPERO FIOM: “UNA TAPPA FONDAMENTALE PER LA RICONQUISTA DEL CONTRATTO NAZIONALE E LA SALVAGUARDIA DEI DIRITTI NEI LUOGHI DI LAVORO” - NOTA DI GORACCI (PRC FDS)

(Acs) Perugia, 24 gennaio 2011 - “Lo sciopero della Fiom indetto per il 28 gennaio è una tappa fondamentale per la riconquista del Contratto nazionale e la salvaguardia dei diritti nei luoghi di lavoro: la scelta compiuta dalla Fiat a Mirafiori e a Pomigliano D’Arco è un atto antisindacale, autoritario e antidemocratico senza precedenti nella storia delle relazioni sindacali del nostro paese dal dopoguerra”.

MORTE MICHELI: “UOMO DI GRANDE CULTURA, CAPACE DI MANTENERE E COLTIVARE UN FORTE E ATTENTO LEGAME CON IL TERRITORIO” - IL CORDOGLIO DI DAMIANO STUFARA (PRC)

(Acs) Perugia, 21 gennaio 2011 – A nome del Gruppo Consiliare del Partito della Rifondazione Comunista per la Federazione della Sinistra, il capogruppo Damiano Stufara esprime, “il più sincero cordoglio per la scomparsa di Enrico Micheli, uomo di grande cultura, capace di mantenere e coltivare un forte e attento legame con il territorio, nonostante i ruoli di alto profilo tanto nell'impresa statale che governo del Paese lo abbiano impegnato su questioni di carattere nazionale e internazionale.

BASELL DI TERNI: “IMPEDIRE LO SMANTELLAMENTO DELLE UNITÀ PRODUTTIVE” - UNA INTERROGAZIONE – QUESTION TIME DI STUFARA (PRC - FDS)

(Acs) Perugia, 19 gennaio 2011 – La Giunta regionale chiarisca “le modalità con cui intende operare per ripristinare, nella trattativa con Basell, il primato dell'interesse pubblico rispetto alla libera iniziativa privata nelle forme sancite dalla Carta Costituzionale, nonché per garantire alle maestranze impiegate nella totalità del polo chimico ternano la legittima continuità del reddito”.

CARCERI UMBRE: “IL SUICIDIO DI CAPANNE EMBLEMATICO DEL DETERIORAMENTO DEL SISTEMA DI TUTELA DEI DIRITTI DELLA PERSONA” – PER STUFARA (PRC-FDS) “NECESSARIO NOMINARE IL GARANTE DEI DETENUTI”

(Acs) Perugia, 14 gennaio 2011 - “Il suicidio del giovane detenuto nel carcere di Capanne di Perugia è solo l'ultimo episodio che, al pari delle morti bianche, riassume tragicamente il profondo deterioramento del sistema di tutela dei diritti della persona nel nostro Paese. Occorre che il Consiglio regionale dell’Umbria proceda alla nomina del Garante dei detenuti”.

MINIERE: “LA REGIONE LEGIFERI CON ATTENZIONE SU CONCESSIONI MINERARIE E FEDERALISMO DEMANIALE” - UNA INTERROGAZIONE DI GORACCI (PRC)

(Acs) Perugia, 11 gennaio 2011 - “La Regione Umbria sarà chiamata ad avere un ruolo centrale nel legiferare adeguatamente, nel rispetto dei principi di equità e di sussidiarietà che non sempre hanno trovato coerente applicazione in tutte le aree del territorio regionale, sulle conseguenze del federalismo, che porterà al trasferimento agli enti locali dei beni demaniali.