Tu sei qui

orfeo goracci

VIABILITÀ: “STANZIARE LE RISORSE PER L'ADEGUAMENTO DELL'INCROCIO TRA LA STRADA REGIONALE 298 E LA STRADA PROVINCIALE 204” - INTERROGAZIONE DI GORACCI (COMUNISTA UMBRO)

(Acs) Perugia, 13 ottobre 2014 – “La Giunta regionali valuti se non sia opportuno garantire, almeno dal prossimo bilancio, lo stanziamento delle risorse necessarie all'ormai annosa questione dell'adeguamento dell'incrocio tra la strada regionale 298 e la strada provinciale 204 (primo tratto), attraverso una positiva interazione con la Provincia di Perugia e il Comune di Gubbio”. Lo chiede, con una interrogazione alla Giunta, il consigliere regionale Ofeo Goracci (Cu).

SISMA '97: “MODALITÀ PER FINANZIAMENTI ULTIME FASCE” - GORACCI (CU) INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE E PROPONE DI DESTINARE RISORSE NON SPESE AL COMPLETAMENTO DEI PIR

 

(Acs) Perugia, 6 ottobre 2014 – Il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) ha presentato una interrogazione alla Giunta regionale in merito alla ricostruzione post sisma del settembre 1997. E nel sottolineare come “gli interventi  e i finanziamenti (che pure sono stati considerevoli) sono agli sgoccioli” e che “ora si tratta di completare quanto è rimasto fuori”, chiede   di conoscere le “modalità di azione per le 'fasce' rimaste fuori dai finanziamenti e come risarcire coloro che hanno anticipato di tasca propria (così come la legge prevedeva) il costo dei lavori per il recupero”. Ma nel suo atto ispettivo, Goracci fa riferimento anche ai finanziamenti non utilizzati dai cittadini su loro  stessa rinuncia, suggerendo all'Esecutivo di “destinare queste risorse al completamento dei Piani integrati di recupero (Pir) sia nelle parti pubbliche che in quelle private”.

GASDOTTO BRINDISI–MINERBIO: “LA SNAM OFFENDE INTERI TERRITORI, DETTANDO REGOLE E PRIORITÀ AD UNA POLITICA DEBOLE E DISATTENTA” - GORACCI (CU) INVITA A “MOBILITARSI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI”

(Acs) Perugia, 3 ottobre 2014 – “Il Tavolo sul gasdotto è saltato perché la multinazionale Snam offende con arroganza mai vista interi territori, dettando regole e priorità ad una politica debole e disattenta”. Lo afferma il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) aggiungendo che “le speranze che avevano salutato la nascita del Tavolo nazionale per la questione del gasdotto Brindisi-Minerbio, passante anche per Abruzzo, Umbria e Marche, sono miseramente naufragate”.

ARTICOLO 18: “UNA SINISTRA VERA DEVE PUNTARE ALL'INCREMENTO DELLE TUTELE E NON ALLA PRECARIZZAZIONE DEL LAVORO” - “UN PUNTO DI VISTA CONTROCORRENTE” DI GORACCI (COMUNISTA UMBRO)

(Acs) Perugia, 29 settembre 2014 - “La scuola goebbelsiana del ripetere cento volte una bugia affinché diventi una verità ha fatto breccia tra i nostri governanti e parlamentari, al punto tale che emerite menzogne, destituite di ogni fondamento e consistenza, sono diventate ormai verità di fede indiscutibili, rispetto alle quali si può solo dissentire o esprimere, viceversa, consenso, partendo da premesse errate che si danno per certe”. Lo afferma il consigliere regionale Orfeo Goracci (Cu), sottolineando che “tra un salotto dei talk show televisivi e un giro di campagna elettorale, tutti hanno sentito ripetere, a mò di mantra, il ritornello 'in Italia il mercato del lavoro è troppo rigido in confronto agli altri Paesi europei, in special modo alla Germania'”.

EX MERLONI: “IL CONTO ALLA ROVESCIA STA FINENDO. IL GOVERNO DIA LE RISPOSTE” - NOTA DI GORACCI (CU) SULLA SCADENZA DEL 12 OTTOBRE DELLA CASSA INTEGRAZIONE PER 630 LAVORATORI

 

(Acs) 25 settembre 2014 - “Il prossimo 12 ottobre, per i lavoratori e le lavoratrici della Ex Antonio Merloni,  scade la cassa integrazione, con conseguente licenziamento in tronco. 630 famiglie rischiano di precipitare nell'abisso della povertà, della disoccupazione, della disperazione, data la congiuntura, date le debolezze strutturali dell'economia del territorio e data l'età media degli interessati (45-50 anni), tale da pregiudicare ogni realistica possibilità di reimpiego”. Lo scrive in una nota il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) definendo tutto ciò “un quadro allarmante, che non consente a nessuno che abbia responsabilità nelle Istituzioni di dormire tranquillo. Un panorama sul quale – ricorda - sono intervenuto più volte e che impone, senza dubbio, un ulteriore passaggio”.

SANITÀ: “LA GIUNTA REGIONALE SPIEGHI I CRITERI DELLA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE PER GLI INVESTIMENTI IN ASL E OSPEDALI” - UNA INTERROGAZIONE DI GORACCI (CU) ALL'ESECUTIVO DI PALAZZO DONINI

(Acs) Perugia, 24 settembre 2014 – La Giunta regionale spieghi “se è stata compiuta una ricognizione completa del fabbisogno e delle richieste delle diverse strutture sanitarie esistenti nei diversi territori dell'Umbria. E se intende concentrare almeno parte delle risorse disponibili in investimenti a beneficio delle strutture sanitarie che da tempo lamentano carenze nelle dotazioni, specie quelle appartenenti a territori isolati, con presidi anche non facilmente raggiungibili per ampiezza del territorio e per condizioni generali della viabilità, come nel caso dell'Eugubino-Gualdese”. Lo chiede, con una interrogazione rivolta all'Esecutivo di Palazzo Donini, il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro).

STRADA 'CONTESSA': “REPERIMENTO RISORSE NECESSARIE PER LA SISTEMAZIONE DEFINITIVA DELL'INFRASTRUTTURA” - GORACCI (CU) INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE PER CONOSCERE “MODALITÀ E TEMPISTICA”

 

(Acs) Perugia, 22 settembre 2014 - “Modalità e tempistica per il reperimento delle risorse ancora mancanti per garantire il completamento dei lavori di sistemazione e ripristino totale della circolazione lungo la strada della 'Contessa' specie in vista di prossimi, importanti appuntamenti (Conferenze dei servizi e altro)”. Lo chiede, con una interrogazione, alla Giunta regionale il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) evidenziando come “recenti dichiarazioni dell'Esecutivo sulla disponibilità di risorse per la definitiva sistemazione della Strada regionale 452 della 'Contessa' hanno lasciato in ombra alcuni aspetti che, se non chiariti, rischiano di far naufragare gli stessi intenti espressi”.

ARTICOLO 18: “SI RITORNA AL TRAPASSATO REMOTO: RENZI E IL SUO GOVERNO DEMOLISCONO I DIRITTI ACQUISITI DAI LAVORATORI” - NOTA DI GORACCI (COMUNISTA UMBRO)

 

(Acs) Perugia, 17 settembre 2014 - “Renzi e il suo Governo proseguono nell'opera di demolizione dei diritti acquisiti dai lavoratori. L'abolizione in toto dell'articolo 18 è libertà di licenziare discriminando le lavoratrici e i lavoratori che chiedono il riconoscimento di diritti e tutele”.  Così il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) secondo il quale si sta tornando all'idea di lavoro “classista e reazionaria, da inizio della società preindustriale: niente diritti, etica e democrazia”.

SPENDING REVIEW : “QUANDO GLI ANGLOFONISMI COPRONO TAGLI E DISSERVIZI” - GORACCI (CU) “POLITICA ANTIPOPOLARE E RECESSIVA CHE HA PRODOTTO GRAVAMI FISCALI PER LE CLASSI PIÙ DEBOLI”

 

(Acs) Perugia, 17 settembre 2014 - “Da anni, dai pulpiti governativi, con poche ed estemporanee eccezioni, si ripete la litania dei sacrifici 'per il bene del Paese' e dei tagli ai trasferimenti destinati agli Enti locali. Tagli che non sono mai stati contrastati con decisione, visto che i sindaci e i presidenti delle Regioni appartengono tutti agli stessi partiti che sono stati e sono al governo del Paese e sono (siamo) pochi quelli che possono dire le stesse cose a Roma, nella Regioni, nei Comuni”. Così il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) per il quale “questa politica antipopolare e recessiva, attuata sotto la regia dell'Unione Europea, lungi dall'aver prodotto i benefici tanto invocati, ha generato solo crisi economica, riduzione del ventaglio dei servizi offerti alla popolazione, maggiori gravami fiscali in particolare per le classi più deboli, quelle che da sempre, in proporzione, contribuiscono maggiormente al bilancio dello Stato”.