Tu sei qui

orfeo goracci

PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA: “LA BOCCIATURA DELL'ALBERGHIERO RAPPRESENTA UN ALTRO PESANTISSIMO SCHIAFFO PER GUBBIO” - NOTA DI GORACCI (CU)

 

(Acs) Perugia, 8 gennaio 2015 - “La decisione dell'Assemblea legislativa dell'Umbria di bocciare la proposta di istituire l'indirizzo alberghiero a Gubbio, così come già avvenuto lo scorso anno, spiega la mia cautela dopo il voto favorevole in Terza Commissione”. Lo afferma il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro), secondo cui la bocciatura rappresenta “un atto gravissimo, l'ennesimo strappo tra la Regione Umbria e le esigenze di un territorio, quello eugubino, sempre considerato la Cenerentola di tutte le situazioni, tranne quelle penalizzanti per la sua comunità: si pensi alla partita dell'incenerimento dei rifiuti, dove il nome di Gubbio, sempre relegato in fondo alla lista delle priorità da parte della politica regionale, come per miracolo balza al primo posto sempre e comunque nella candidatura a ricettacolo dell'immondizia dell'Umbria e non solo”.

LEGGE ELETTORALE: “UN TESTO BASE DA RISCRIVERE PER UNA RIFORMA CHE SARÀ VOTATA DA UNA MAGGIORANZA RISTRETTA” - NOTA DI GORACCI (COMUNISTA UMBRO)

 

(Acs) Perugia, 30 dicembre 2014 - “Il 7 gennaio riprenderà in Commissione Statuto la discussione sulla legge elettorale: il ritardo accumulato è grave, il Pd ha spacciato da tempo per buona, e con tanto di presentazione alla stampa, una proposta che poi esperti giuristi a Roma hanno bollato come incostituzionale”. Lo rileva il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro), evidenziando che “c'è un testo base incostituzionale che sarà sostituito con un emendamento onnicomprensivo che riscrive la legge. Ma questa è tattica che offre un pesante segnale di attenzione all'interesse di parte e di partito più che alle esigenze dell'Umbria. Se si ripeteranno in Aula le posizioni espresse in Commissione c'è il rischio che la legge elettorale, regola fondamentale che riguarda tutti, venga votata da 16/17 consigliere su 31”.

PIANO OFFERTA FORMATIVA: “BENE L'APPROVAZIONE DEL MIO EMENDAMENTO SULL'ALBERGHIERO A GUBBIO IN TERZA COMMISSIONE. ORA L'ASSEMBLEA CONFERMI LA SCELTA” - NOTA DI GORACCI (CU)

(Acs) Perugia, 17 dicembre 2014 – “L'approvazione in Terza commissione del mio emendamento sull'istituzione dell'indirizzo alberghiero presso l'istituto Cassata-Gattapone di Gubbio, avvenuta dopo il parere negativo espresso dall'assessore delegato, non mi porta a fare salti di gioia in quanto anche lo scorso anno in Commissione fu approvata la proposta dell'alberghiero a Gubbio, ma poi tale scelta venne ribaltata dall'Assemblea legislativa e dell'alberghiero non se ne fece più niente”. Lo dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) spiegando di attendere ora “le scelte dell'Aula, sapendo che le ragioni dell'attivazione dell'indirizzo scolastico 'Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera' sono reali e inconfutabili, condivise da una comunità e un territorio interi in tutte le loro espressioni, che superano, su questo argomento, anche storiche divisioni. La sua negazione – conclude - sarebbe solo figlia di una scelta politica tendente a penalizzare un territorio che già soffre più di ogni altro”. RED/mp

QUESTION TIME (2) – EUGUBINO GUALDESE: “AFFRONTARE SITUAZIONE GRAVE CON RISVOLTI SOCIALI PREOCCUPANTI” - GORACCI (CU) INTERROGA RIOMMI CHE ANNUNCIA NOVITÀ PER L'ACCORDO DI PROGRAMMA MERLONI

(Acs) Perugia, 16 dicembre 2014 – “La situazione economica nei Comuni della fascia appenninica eugubino-gualdese è molto grave. Nei Comuni della fascia appenninica (esclusi  quelli più grandi, Gubbio e Gualdo Tadino) siamo a un livello di decremento demografico come non si era avuto da decenni. Il Governo regionale dell’Umbria, al di là di vuoti impegni e vuote promesse che a volte si fanno, deve adoperarsi in maniera convinta e convincente per fare fronte ad una situazione economica sicuramente tra le più forti se non in assoluto la più forte di questa regione: basta citare Merloni, Flaminia la crisi dell’edilizia, la crisi che sta arrivando forte oltre alla ceramica, anche quella del cemento”.

LAVORO: “BENE SCIOPERO CONTRO GOVERNO E PER REGIONE PIÙ ATTENTA” - GORACCI (CU) ADERISCE ALLA MOBILITAZIONE DI CGIL E UIL DEL 12 DICEMBRE

 

(Acs) Perugia, 10 dicembre 2014 – “Aderisco convintamente e con entusiasmo allo sciopero generale del 12 dicembre proclamato da CGIL e UIL”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro).

“Uno sciopero – spiega Goracci - necessario oggi più che mai, in un momento nel quale le politiche economiche del Governo vanno tutte in direzione opposta alla tutela del lavoro, alla redistribuzione della ricchezza, alla protezione dei più deboli, all'impegno per la creazione di lavoro vero, stabile, ben retribuito. Anche nella nostra Umbria sono pesanti, e incidono sulla carne viva del tenore di vita, le conseguenze di una crisi che ha portato gli indici occupazionali, le ore di cassa integrazione, i livelli di povertà assoluta e relativa, ben oltre i limiti accettabili (se mai ve ne sono, per alcune di queste voci). Le vicende della Merloni, dell'AST e di tantissime altre aziende del territorio sono, nella loro drammatica urgenza, esemplari”.

ALTA VELOCITÀ: “IN UMBRIA GRANDI MANOVRE PER UNA GRANDE INCOMPIUTA” - NOTA DI GORACCI (CU)

 
(Acs) Perugia, 9 dicembre 2014 – “L'insediamento del tavolo tecnico interregionale per la definizione dell'insediamento, in Umbria, della nuova stazione Medioetruria di treni ad alta velocità, organizzato con l'attiva partecipazione degli Atenei di Perugia, Siena e Firenze e di Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), pone diversi interrogativi e preoccupazioni, che non possono non essere evidenziati da chi, come il sottoscritto, ha sempre sostenuto l'idea di un'alta velocità che contribuisse a far uscire dall'isolamento tutti i territori umbri, in maniera particolare quelli da sempre esclusi dalle grandi, strategiche direttrici viarie”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista Umbro).

GIUDICE DI PACE: “CON LA CANCELLAZIONE DELL'UFFICIO GUBBIO SEMPRE PIÙ SPOGLIATA” - GORACCI (CU) PUNTA IL DITO SUL GOVERNO, “MA ANCHE LA REGIONE NON HA CERTO FATTO BARRICATE”

(Acs) Perugia, 4 dicembre 2014 - “Il Governo Renzi ha chiuso l'Ufficio del Giudice di Pace nel nostro territorio, tra i più penalizzati e segnati da un atavico isolamento. È evidente in capo a chi stanno le maggiori responsabilità di tale atto, ma anche la Regione non ha certo fatto barricate per difendere esigenze e istanze di questa parte dell'Umbria, troppo spesso 'Cenerentola' di varie situazioni”. Lo scrive il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) ricordando di essere già intervenuto sull’argomento lo scorso 12 novembre, “all'indomani della pubblicazione del 'Decreto - Uffici del giudice di pace mantenuti', firmato dal ministro della Giustizia, che sanciva la cancellazione dell'Ufficio del Giudice di Pace nella Città dei Cinque Colli e a Gualdo Tadino, Assisi, Montefalco, Amelia, Narni”.

PRESSIONE FISCALE: “RENZI COME BERLUSCONI, PROMETTE E SBANDIERA MENO TASSE MENTRE SPREME GLI ITALIANI, ALLA FACCIA DEI BONUS” - NOTA DI GORACCI (CU)

(Acs) Perugia 1 dicembre 2014 - “I dati relativi all'imposizione fiscale sugli immobili, elaborati dal Caf Acli nei giorni scorsi e pubblicati da 'Il Sole 24 Ore', rivelano nella loro limpidezza quella realtà che i media filogovernativi, a prescindere, tentano pervicacemente di nascondere: il Governo Renzi sta spremendo gli italiani, in perfetta continuità con le scelte di Berlusconi (ideatore dell'Imu nel 2011, prima di tagliar la corda da capo del Governo), Monti e Letta”. Così il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) per il quale, “un file rouge unisce queste personalità e gli esecutivi da loro guidati in diversi periodi: prendere ai poveri per dare ai ricchi, in misura tale da far impallidire lo Sceriffo di Nottingham. Tutto ciò, alla faccia dei proclami ridicoli e vuoti su presunte redistribuzioni del reddito 'made in Pd', delle quali nessuno che abbia occhi per vedere riesce a cogliere la minima traccia”.

LAVORO: “CALA LA MASCHERA DI RENZI. IL PLAGIO CONSENSUALE DEL JOBS ACT, SCRITTO DA CONFINDUSTRIA” - NOTA DI GORACCI (CU)

 

(Acs) Perugia, 28 novembre 2014 – “Cala la maschera di Renzi. Il Jobs Act è un 'copia-incolla' fatto dal premier dai files di Confindustria: un plagio consensuale, del quale i lavoratori sono le vittime”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro).

MORTE ALBERICO MORENA: “IL RICORDO DI UN GRANDE ARTISTA” - NOTA DI GORACCI (CU) CHE FA LE CONDOGLIANZE ALLA FAMIGLIA

 

(Acs) Perugia, 27 novembre 2014 – “Alla famiglia dell'artista Alberico Morena, nel ricordo della sua vita e della sua opera, le mie più sentite condoglianze . Mancherà a tutti noi, quel suo meraviglioso e unico dipingere, semplice della semplicità dei grandi”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista Umbro).

“Dipingeva piccoli uomini – prosegue Goracci - intenti nelle fatiche e nelle gioie della vita come in un gioco infinito di bambini, ma era un grande, un artista geniale e originalissimo, Alberico Morena. Un eugubino a tutto tondo, non solo per nascita, ma per la passione che metteva in quei suoi lavori dedicati a Gubbio e alla festa dei Ceri, con il suo volto sempre presente, per l'osservatore attento, come firma originale, tra la folla o 'sotto le stanghe'”.