Tu sei qui

orfeo goracci

INFRASTRUTTURE: “NEL COMPLESSO RURALE DI CAIMIALI (COMUNE DI GUBBIO) LAVORI INTERROTTI E STRUTTURE IN DETERIORAMENTO. QUALI I COSTI?” - INTERROGAZIONE DI GORACCI (MISTO-CU)

(Acs) Perugia, 12 marzo 2015 – Il consigliere regionale Orfeo Goracci (gruppo Misto- Comunista umbro) ha presentato un'interrogazione alla Giunta chiedendo di “sapere quale sia, ad oggi, lo stato dei termini contrattuali, con riferimento alle cause che hanno condotto all'interruzione dei lavori ed al successivo abbandono del cantiere nel complesso di fabbricati rurali di proprietà della regione Umbria in località Caimiali, nel comune di Gubbio; quale sia l'importo dell'appalto e a quanto ammontino eventuali liquidazioni di stati di avanzamento dei lavori; come si intenda procedere per completare l'intervento previsto e parzialmente realizzato, prima che vengano compromesse anche le opere ad oggi realizzate; quale sia la previsione di utilizzo degli immobili e, infine, se sussistano situazioni analoghe nel Comune di Gubbio, sempre in relazione a beni di proprietà della Regione Umbria”.

LEGGE ELETTORALE: “UNA NORMA ASSURDA MA PER CRITICARLA LASCIAMO IN PACE I CERI” - NOTA DI GORACCI (CU)

(Acs) Perugia, 10 marzo 2015 – “La legge elettorale umbra è semplicemente assurda: per criticarla, possiamo usare tante forme e riferimenti diversi, ma, per favore, lasciamo in pace i Ceri”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista Umbro). Goracci ricorda come “molto modestamente, che la legge elettorale umbra fosse un 'vestito fatto su misura' per PD e satelliti, a cui si sono aggiunti i probabili perdenti del centrodestra (molti di loro questa legge l'hanno votata aggiudicandosi così un tranquillo consigliere in più), l'ho detto e scritto più e più volte, anche se, come sempre, inascoltato. Ora che il Corriere della Sera ci ha riservato la prima pagina (http://bit.ly/1ExpmeB), e non certo per farci i complimenti, il tema ritorna al centro del dibattito politico umbro. Non so se ci saranno ricorsi. L'arroganza va combattuta in tutte le forme possibili. Anche se, fuori da ipocrisie, va ricordato che in politica contano i numeri e questi, per ora, sono a favore del Pd”.

POLITICA: “USO IMPROPRIO DI FUNZIONARI DELLA REGIONE PER INIZIATIVE DI PARTITO” - INTERROGAZIONE DI GORACCI (MISTO-CU) SU UN “MANIFESTO DEL PD A GUBBIO”

 

(Acs) Perugia, 9 marzo 2015 – “A Gubbio c'è un uso improprio e non corretto di funzionari della Regione per iniziative politiche di partito, visto che in un manifesto del Pd per presentare la legge urbanistica c'è scritto che parteciperanno 'Funzionari del Servizio Urbanistico della Regione dell'Umbria'”. È questo il contenuto di un'interrogazione urgente del consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista Umbro) che chiede alla Presidente della Giunta di “conoscere se, pur non scandalizzandomi di forzature e comportamenti irrituali - in particolare a due mesi dalle elezioni regionali - non intenda stigmatizzare e censurare certi comportamenti, come minimo inopportuni, che non danno un segnale positivo da parte dell'Istituzione che lei guida e che probabilmente guiderà anche per i prossimi 5 anni”.

GASDOTTO BRINDISI-MINERBIO: “L'ESPLOSIONE DI PINETO È LA DIMOSTRAZIONE CHE COSTRUIRE CERTE OPERE IN CERTI LUOGHI È PURA FOLLIA” - NOTA DI GORACCI (COMUNISTA UMBRO)

(Acs) Perugia, 6 marzo 2015 - “L’esplosione avvenuta a Pineto, in provincia di Teramo, è la conferma che realizzare determinate opere in determinati territori è follia pura”. Lo afferma Orfeo Goracci, consigliere regionale Comunista umbro, ricordando di essersi battuto, “con coerenza e ostinazione, contro la realizzazione del gasdotto Brindisi-Minerbio. Quanto successo in queste ore – sottolinea - è la tragica conferma che i comitati dal basso e i rappresentanti delle istituzioni come il sottoscritto (prima da sindaco, poi da consigliere regionale), anche se non molti per la verità, non abbaiavano alla luna quando dicevano che realizzare un’opera come quella, oltre ad essere un vero e proprio scempio ambientale, rappresentava un pericolo per le popolazioni coinvolte”.

DON MATTEO: “PER GUBBIO PRESE IN GIRO CONTINUE E VENDITORI DI FUMO” - NOTA DI GORACCI (CU)

 

(Acs) Perugia, 6 marzo 2015 – “I giornali hanno riportato con rilievo la notizia della conferma della città di Spoleto come location per girare la decima serie della seguitissima fiction di Rai1 Don Matteo. Sull'argomento sono già intervenuto con prese di posizione pubbliche. A dire il vero per quanto mi riguarda, non ci sono grosse novità. La partenza di Don Matteo da Gubbio, circa due anni fa, fu figlia dell'inettitudine e incapacità politica del peggior sindaco della storia eugubina, Guerrini, il quale pensava che per amministrare la 'città di pietra' bastasse demolire tutto quello che era stato fatto nei dieci anni precedenti ed essere presente tutte le sere per 2/3 minuti a Trg”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista Umbro).

CRISI: “IL MIRACOLO ECONOMICO DI RENZI È UNA BUFALA E LE STATISTICHE LO CERTIFICANO” - NOTA DI GORACCI (CU) “LA SINISTRA BATTA UN COLPO”

 

(Acs) Perugia, 3 marzo 2015 – “I trionfalismi sullo stato di salute dell'economia e sull'occupazione, sparsi a piene mani nei giorni scorsi dal Governo nazionale e dai suoi vari sostenitori a livello locale, appaiono sempre più come un gigantesco bluff”. È quanto dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista Umbro).

RIFIUTI: “CSS, QUANDO SI PREFERIREBBE AVER AVUTO TORTO” - GORACCI (CU) SULLA NOTIZIA CHE LA GIUNTA REGIONALE AVREBBE INDIVIDUATO I SITI PER LA PRODUZIONE DEL COMBUSTIBILE SOLIDO SECONDARIO

 

(Acs) Perugia, 26 febbraio 2015 - “Con adamantina coerenza mi sono sempre battuto e mi batto contro la corsa a fare affari con il combustibile solido secondario (Css), mettendo in luce come il suo incenerimento sia solo ed esclusivamente una fonte di profitto per pochi e una vera e propria iattura per tutta la comunità, sulla quale si scaricano, invariabilmente, i costi di una simile operazione condivisa, purtroppo, in maniera perfettamente trasversale, in Umbria e non solo, da centrosinistra e centrodestra”. Lo scrive il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro) ricordando come, qualche settimana fa, aveva anche scritto “che tutta la partita avrebbe conosciuto una sicura accelerazione in breve tempo. Ebbene – commenta - è notizia di poche ore fa che la Giunta regionale (manca solo il suggello della delibera finale) ha individuato i siti per la produzione del Css: un impianto sarà attivo a Perugia - Ponte Rio, un altro a Casone di Foligno, un altro ancora a Terni”.

POLITICA: “GUBBIO IN PIENA CRISI E DECADENZA. LA REGIONE CONCORRE AL DECLINO E LO CERTIFICA” - INTERVENTO DI GORACCI (CU)

(Acs) Perugia, 25 febbraio 2015 - “Sul finire della legislatura alcune riflessioni, peraltro già da me sviluppate e rese note in tutti i consessi, ritornano spontanee all'attenzione mia e dei cittadini, davanti all'evidenza, purtroppo sempre più negativa, dei fatti. Guardando specificamente al panorama eugubino, tali riflessioni acquistano necessariamente il carattere di una forte critica all'operato della Giunta regionale, oltreché del nuovo sindaco. Se si considera, in particolare, l'arco temporale che va dal 2011 al  2015, vi sono elementi e vicende che balzano agli occhi nella loro lampante ingiustizia, gravità, pesantezza: si consideri la votazione finale sull'Alberghiero a Gubbio: un macigno, una ferita aperta che grida vendetta”. Parte da qui la critica del consigliere regionale Orfeo Goracci (Misto- Comunista umbro) alle scelte operate dalla politica nei confronti della città di Gubbio.

MORTE LUCA RONCONI: “GUBBIO E L'UMBRIA DEVONO ESSERE INFINITAMENTE GRATI ALL’OPERA DI QUESTO STRAORDINARIO UOMO DI CULTURA” - NOTA DI GORACCI (MISTO-COMUNISTA UMBRO)

(Acs) Perugia, 23 febbraio 2015 - “La scomparsa di Luca Ronconi priva la cultura, il teatro italiano e mondiale di uno dei protagonisti più straordinari, originali, innovatori e rivoluzionari”. Lo dichiara il consigliere Orfeo Goracci (Misto-Comunista umbro) ricordando di aver avuto, nella sua veste di sindaco di Gubbio, “il piacere e la fortuna di conoscere Ronconi e di collaborare con lui. Le colline di S. Cristina a Gubbio, la sua casa, l’immobile recuperato ed adeguato per realizzare il Centro e scuola teatrale (idea partita all’inizio degli anni 2000) erano luoghi dove ha trascorso momenti importanti della sua vita personale e professionale. Ci hanno lasciato in breve tempo due figure della cultura nazionale e mondiale che avevano casa a poche decine di metri di distanza a S. Cristina di Gubbio: Gae Aulenti e Luca Ronconi”.

RIFIUTI: “LA REGIONE SPINGA AL MASSIMO SU RICICLO E RIUSO INVECE DI PENSARE A DISCARICHE E INCENERITORI” - GORACCI (COMUNISTA UMBRO) SULL'INIZIATIVA PUBBLICA DI OGGI A CITTÀ DI CASTELLO

(Acs) Perugia, 13 febbraio 2015 - “La Regione Umbria, invece di pensare a discariche ed inceneritori, dovrebbe dar pieno corso ai suoi indirizzi, spingendo al massimo il pedale del riciclo e del riuso. Se ciò, come possiamo vedere ancora oggi, non avviene, allora significa che esiste una volontà di sabotare la raccolta differenziata e i percorsi ad essa collegati, per mandare in porto altre soluzioni che non possono che essere quelle della termovalorizzazione. Simili soluzioni mi troveranno, come sempre, dall'altra parte della barricata, nell'interesse dei territori e delle comunità che li abitano”. Lo dichiara il consigliere regionale Orfeo Goracci (Comunista umbro), intervenendo sull'argomento dopo aver “fortunosamente appreso dalla rete dello svolgimento, nella giornata di oggi, di un'iniziativa pubblica a Città di Castello sul tema della realizzazione del Piano di smaltimento dei rifiuti in Alta Umbria.