Tu sei qui

nestlè-perugina

QUESTION TIME (4) “ NESTLÈ PERUGINA: CHIAREZZA SU MANTENIMENTO PRODUZIONE E OCCUPAZIONE STRUTTURA S.SISTO” - A GRUPPO M5S RISPONDE ASSESSORE PAPARELLI: “NECESSARIA CONVOCAZIONE TAVOLO NAZIONALE”

(Acs) Perugia, 19 marzo 2019 – Nella sessione dedicata al Question time della seduta odierna dell’Assemblea legislativa, i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari hanno chiesto all’assessore Fabio Paparelli di conoscere “quali specifiche garanzie l’Esecutivo di Palazzo Donini avrebbe ricevuto da Nestlè circa il mantenimento della produzione e dell’occupazione nello stabilimento umbro di San Sisto", ma anche "quali misure la Giunta intende intraprendere a tutela dell’occupazione e del territorio qualora la Multinazionale in futuro non dovesse ri

NESTLÈ PERUGINA “NON VOGLIAMO NUOVO ‘CASO LOCATELLI. MULTINAZIONALE SIA CHIARA SUL FUTURO DELLO STABILIMENTO E DELL’OCCUPAZIONE’” - INTERROGAZIONE URGENTE DI CARBONARI E LIBERATI (M5S)

(Acs) Perugia, 18 febbraio 2019 - I consiglieri regionali del M5S, Maria Grazia Carbonari e Andrea Liberati, hanno presentato un’interrogazione “urgente” per conoscere “quali specifiche garanzie l’Esecutivo di Palazzo Donini avrebbe ricevuto da Nestlè circa il mantenimento della produzione e dell’occupazione nello stabilimento umbro di San Sisto". I due esponenti pentastellati chiedono inoltre "quali misure si intendano intraprendere a tutela dell’occupazione e del territorio qualora la Multinazionale in futuro non dovesse rispettare tali impegni assunti nelle sedi istituzionali”.

COMITATO DI CONTROLLO: “PER RICOLLOCAZIONE EX LAVORATORI NESTLÈ PERUGINA STRUMENTI DI GARANZIA ADULTI E ASSEGNO DI RICOLLOCAZIONE (VERSIONE UMBRA)” - AUDIZIONE CON L’ASSESSORE FABIO PAPARELLI

(Acs) Perugia, 6 dicembre 2018 - Il Comitato per il controllo e la valutazione, presieduto da Roberto Morroni, ha ascoltato questa mattina l’assessore regionale Fabio Paparelli in merito alle “prospettive di ricollocazione degli ex lavoratori della Nestlè Perugina in considerazione dei provvedimenti di stimolo all’occupazione adottati dalla Giunta”. La seduta era stata richiesta dal consigliere regionale Giacomo Leonelli (Partito democratico)  per approfondire la condizione “di lavoratori che sono usciti dal sistema produttivo.

PERUGINA-NESTLÈ: “CRISI OCCUPAZIONALE, LAVORATORI IN ESUBERO. RESPONSABILITÀ E NUOVE INIZIATIVE IN ATTO” - LIBERATI E CARBONARI (M5S) ANNUNCIANO INTERROGAZIONE

(Acs) Perugia, 16 luglio 2018 – I consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari annunciano un’interrogazione a risposta immediata alla Giunta per sapere “se e quali urgenti iniziative, nell'ambito delle proprie competenze e in accordo con Governo ed enti locali, intenda assumere per acquisire un quadro più chiaro della vicenda Perugina-Nestlè”; inoltre “se e quali eventuali responsabilità politico-sindacali si siano registrate nella gestione della vertenza e quanti lavoratori avrebbero usufruito della cosiddetta sospensione, come previsto nell’accord

LAVORO: “MILLE POSTI A RISCHIO NELL'AGROALIMENTARE, IN PARTICOLARE NESTLÈ-PERUGINA E GRUPPO NOVELLI” - LIBERATI E CARBONARI (M5S) ANNUNCIANO INTERROGAZIONE

 

(Acs) Perugia, 27 luglio 2017 – I consiglieri regionali Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari (Movimento 5 Stelle) annunciano la presentazione di una interrogazione (question time) su “mille posti di lavoro a rischio nel settore agroalimentare in Umbria, con particolare riferimento alle imprese Nestlè-Perugina e Gruppo Novelli”.

QUESTION TIME (1): “PROSPETTIVE DELLO STABILIMENTO NESTLÈ DI SAN SISTO” - DE VINCENZI (RP) INTERROGA, ASSESSORE PAPARELLI RISPONDE: “PREVISTI 60MILIONI DI INVESTIMENTI E CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA”

(Acs) Perugia, 26 aprile 2017 – Nella sessione di Question time dell'Assemblea legislativa, il consigliere regionale Sergio De Vincenzi (Rp) ha chiesto all'assessore Fabio Paparelli di conoscere “le prospettive nel breve-medio periodo sui livelli occupazionali presso lo stabilimento di San Sisto della Nestlé Perugina, dove è rimasta solo la produzione del cioccolato, e quali iniziative ha in animo di intraprendere la Giunta in un eventuale confronto con la multinazionale Nestlé a tutela dell'assetto socio-economico del territorio”.

LAVORI D'AULA (5): RITIRATA LA MOZIONE DELLA MAGGIORANZA SULLA NESTLÈ-PERUGINA DOPO LE COMUNICAZIONI DELLA PRESIDENTE MARINI – RICCI (CD-CIVICHE) “ARRIVARE A DOCUMENTO UNITARIO”

(Acs) Perugia, 15 settembre 2015 – La mozione sullo stabilimento Nestlè Perugina di San Sisto, presentata dai capigruppo di maggioranza dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Giacomo Leonelli (PD), Giuseppe Biancarelli (Upu) e Silvano Rometti (SeR) è stata ritirata dopo le comunicazioni della presidente Catiuscia Marini.

LAVORI D'AULA (2): “TAVOLO NAZIONALE CON IL GRUPPO NESTLÈ ENTRO SETTEMBRE PER MANTENERE VOLUMI PRODUTTIVI E POSTI DI LAVORO” - INFORMATIVA DELLA PRESIDENTE MARINI ALL'AULA

(Acs) Perugia, 15 settembre 2015 – “Entro settembre un tavolo di confronto a livello nazionale sulla Perugina con Governo, Regione, Comune di Perugia, lavoratori e dirigenti della Nestlè, avente come finalità non solo il mantenimento dell'impianto produttivo e quindi della forza lavoro, ma anche la conoscenza della strategia che la multinazionale intende adottare quanto a investimenti commerciali e promozionali. Necessario che non ci si limiti al 'Bacio' e alle tavolette di cioccolata ma si mantengano anche le altre produzioni”: sono i punti fondamentali per “assicurare un futuro allo stabilimento di Perugia”, che la presidente della Regione Catiuscia Marini ha illustrato con una specifica informativa all'Aula di Palazzo Cesaroni.

PERUGINA NESTLÈ: “MONITORAGGIO SITUAZIONE PRODUTTIVA E LAVORATIVA NELLO STABILIMENTO DI SAN SISTO E DEFINIZIONE PIANO INDUSTRIALE” - MOZIONE DI LEONELLI(PD), ROMETTI(SER) E BIANCARELLI (UPU)

(Acs) Perugia, 9 settembre 2015 – I capigruppo di maggioranza dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, Giacomo Leonelli (PD), Giuseppe Biancarelli (Upu) e Silvano Rometti (SeR) hanno presentato una mozione per impegnare l'Esecutivo regionale “a continuare nella sua azione di monitoraggio della situazione occupazionale e produttiva dello stabilimento Nestlè Perugina di San Sisto  mettendo in atto tutte le azioni di propria competenza affinché la vicenda possa risolversi con la presentazione da parte dell'azienda di un piano industriale convincente e di lungo periodo”.