Tu sei qui

maria grazia carbonari

ROGO “BIONDI RECUPERI”: “VISITE ISPETTIVE A IMPIANTI GESTIONE RIFIUTI, SEDUTA PERMANENTE DELLA SECONDA COMMISSIONE E SIA INFORMATA LA COMMISSIONE ECOMAFIE. ARPA CHIARISCA SU DIOSSINE-PCB-IPA” - MISSIVA M5S

(Acs) Perugia, 11 marzo 2019 – “Alla luce degli eventi drammatici di Perugia, con il rogo di rifiuti nella ‘Biondi Recuperi’ avvenuto ieri, lo scrivente gruppo chiede che in apertura della seduta di domani la Giunta regionale trasmetta all'Aula ogni informazione utile su quanto accaduto, con l'indicazione delle iniziative che sono state e saranno assunte in merito”: i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, lo hanno scritto in una lettera ai presidenti di Regione e Assemblea legislativa, Catiuscia Marini e Donatella Porzi e alla presidente del

COLLESTRADA: “QUALI PROGETTI COMMERCIALI E INFRASTRUTTURALI?” - CARBONARI (M5S) “INTANTO LE AUTORITÀ APPROFONDISCANO STORIE DEI TERRENI CIRCOSTANTI, SOCIETÀ E TRUST”

(Acs) Perugia, 9 marzo 2019 – Il consigliere regionale M5S Maria Grazia Carbonari interviene in merito al futuro della zona di Collestrada (Perugia) evidenziando che “in questi mesi si è molto parlato del progetto Ikea: la stampa scrive che la multinazionale si sarebbe ritirata ma che molti vogliono comunque un ampliamento delle strutture commerciali e un potenziamento della superstrada E45.

CONSORZI: “UN ‘VASO DI PANDORA’ DI CUI NESSUNO SI È ACCORTO. APPROFONDIRE IL RUOLO CHE EBBE POLITICA NELLA DISASTROSA CRISI DI ‘TNS’ E ‘CRESCENDO’” - NOTA DI CARBONARI (M5S)

(Acs) Perugia, 8 marzo 2019 - “Come è stato possibile che per anni nessun dirigente o politico (di maggioranza ed opposizione) si sia accorto di questo ‘Vaso di Pandora’, visto che i bilanci e i documenti erano pubblicati persino nei siti web?”. Lo chiede il consigliere regionale Maria Grazia Carbonari (M5S), ricordando che fin dal 2015 segue “l’odissea dei ‘consorzi di sviluppo’ TNS (Terni-Narni-Spoleto) e Crescendo, partecipati dalla Regione Umbria (attraverso Sviluppumbria), Provincia di Terni e vari Comuni umbri”.

“PROTEGGI ITALIA”: “CATIUSCIA MARINI TRA CONFUSIONE E PROPAGANDA. GRAZIE AL GOVERNO CONTE, CON IL PIANO, MAI PIÙ CITTADINI SOLI NELLE EMERGENZE” - NOTA DI LIBERATI E CARBONARI (M5S)

(Acs) perugia, 28 febbraio 2019 - “Siamo orgogliosi di poter dire che il piano 'Proteggi Italia', reso pubblico dal nostro premier Giuseppe Conte a Palazzo Chigi, rappresenti il più grande programma contro il dissesto del territorio mai predisposto sinora in Italia. E respingiamo con forza le sterili polemiche della presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, che parla di ridicole somme per la nostra regione”: lo affermano i consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari.

UMBRAFLOR: “PERDE 345MILA EURO NEL 2017, SUL FRONTE DEI DEBITI LA SITUAZIONE PEGGIORA. ALTI CREDITI NON ESIGIBILI. ASSUNZIONI E CONSULENZE A EX POLITICI” - NOTA DI CARBONARI (M5S)

(Acs) Perugia, 27 febbraio 2019 - “Audizione di ieri (https://tinyurl.com/y4ssp3va) dell’amministratore unico di Umbraflor su situazione società: già oltre due anni fa avevamo sollevato dubbi sulla reale utilità di questo ente che svolgerebbe attività vivaistiche e di ricerca, oltre a manutenzione del verde che già svolgerebbe Afor. Nel frattempo la situazione economico-finanziaria descritta nei bilanci ha continuato a peggiorare e si rilevano assunzioni e consulenze ad ex politici”.

SANITÁ: “ASSURDO PRECARIATO DEI MEDICI 118. A UN MESE DALL’AUDIZIONE, SI TUTELINO LE PROFESSIONALITÀ COME FANNO ALTRE REGIONI ITALIANE” - NOTA DI CARBONARI (M5S)

(Acs) Perugia, 26 febbraio 2019 - “È passato oltre un mese dall’audizione in Terza Commissione dei rappresentanti dei Medici di Emergenza Territoriale-118, che hanno descritto l’assurdo e umiliante precariato a cui molti di questi sarebbero sottoposti dopo anni di servizio anche nelle condizioni più difficili, durante i quali avrebbero anche contribuito a formare operatori più giovani che frequentavano i corsi di abilitazione per medici 118.

SANITÀ: “PARERE FAVOREVOLE CONFERENZA STATO-REGIONI SU PIANO NAZIONALE GESTIONE LISTE DI ATTESA DEL MINISTRO GRILLO. ORA GIUNTA EMANI PROGRAMMA REGIONALE ENTRO 60 GIORNI” - NOTA GRUPPO M5S

 

(Acs) Perugia, 22 febbraio 2019 - “Il Piano nazionale di gestione delle liste di attesa predisposto dal ministro Giulia Grillo ha avuto il parere favorevole della Conferenza Stato-Regioni. Ora la Giunta emani il programma regionale dell’Umbria entro i 60 giorni previsti”. Così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Maria Grazia Carbonari ed Andrea Liberati.

QUESTION TIME (5): “QUADRUPLICAMENTO BINARI DIRETTISSIMA. PEDAGGIAMENTO TIR SU E/45” - A GRUPPO M5S, RISPONDE ASSESSORE CHIANELLA: “INIZIATIVE SU E45. PERPLESSITÀ SU INTERVENTI FERROVIA”

(Acs) Perugia, 19 febbraio 2019 – Nella seduta odierna dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, l’Aula di Palazzo Cesaroni ha discusso l’interrogazione a risposta immediata dei consiglieri del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, relativa “alla condizione infrastrutturale dell’Umbria relativamente a strade e ferrovie,  che presenta criticità croniche, con rischi di concreto isolamento e, comunque, con tempistiche non  rapide nei collegamenti con il nord e il sud del Paese”.

“NUOVA MONTELUCE”: “BASTA SILENZI. IL FONDO SIA TRASPARENTE CON L’ASSEMBLEA” - CARBONARI (M5S) SULL’AUDIZIONE DI IERI IN PRIMA COMMISSIONE

(Acs) Perugia, 19 febbraio 2019 - “Dall’audizione svoltasi ieri in Prima commissione con “alcuni operatori umbri che hanno costruito il complesso Nuova Monteluce. È emerso un quadro drammatico: il Fondo gestito da BNP Paribas dovrebbe ancora a queste imprese circa 3milioni di euro. I danni economici e occupazionali sarebbero terribili se non si troverà una soluzione entro poche settimane”.

NESTLÈ PERUGINA “NON VOGLIAMO NUOVO ‘CASO LOCATELLI. MULTINAZIONALE SIA CHIARA SUL FUTURO DELLO STABILIMENTO E DELL’OCCUPAZIONE’” - INTERROGAZIONE URGENTE DI CARBONARI E LIBERATI (M5S)

(Acs) Perugia, 18 febbraio 2019 - I consiglieri regionali del M5S, Maria Grazia Carbonari e Andrea Liberati, hanno presentato un’interrogazione “urgente” per conoscere “quali specifiche garanzie l’Esecutivo di Palazzo Donini avrebbe ricevuto da Nestlè circa il mantenimento della produzione e dell’occupazione nello stabilimento umbro di San Sisto". I due esponenti pentastellati chiedono inoltre "quali misure si intendano intraprendere a tutela dell’occupazione e del territorio qualora la Multinazionale in futuro non dovesse rispettare tali impegni assunti nelle sedi istituzionali”.