Tu sei qui

m5s

AMBIENTE: “RISCHIO DI INTERRAMENTO MATERIALE RADIOATTIVO IN UMBRIA E QUANTITA’ DI RIFIUTI RADIOATTIVI PRODOTTI ANNUALMENTE. RADIOCONTROLLO ALL’INGRESSO DELLE DISCARICHE” - INTERROGAZIONE DI LIBERATI (M5S)

(Acs) Perugia, 8 settembre 2015 - Il consigliere regionale del Gruppo Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, ha presentato un'interrogazione a risposta immediata per sapere “se la Giunta regionale abbia notizia in merito all’illecito interramento in Umbria di rifiuti contenenti elementi radioattivi, comunicando inoltre quale sia l’ammontare di consimile materiale (di eventuale bassa e media attività) generato annualmente nella nostra regione, indicando infine se non ritenga necessario e opportuno introdurre sistemi di radiocontrollo all’ingresso delle discariche, evitando così che, pur non ammessi, rifiuti del genere possano essere comunque introdotti, aggirando le normative, con rischi anzitutto per gli operatori e per le stesse nostre comunità”.

ASSEMBLEA LEGISLATIVA: “RESTITUITI 13MILA EURO IN 80 GIORNI, SI DISCUTERÀ IL REDDITO DI CITTADINANZA, L'AULA CONVOCATA OGNI SETTIMANA” - LIBERATI E CARBONARI (M5S): “TRE BUONE NOTIZIE”

 

(Acs) Perugia, 7 settembre 2015 - “Dal Movimento 5 Stelle  in Regione Umbria tre buone notizie: restituiti 13mila euro in 80 giorni; il 15 settembre si discute il reddito di cittadinanza; dal 15 settembre al 15 ottobre Aula convocata ogni settimana”. Così i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati (capogruppo) e Maria Grazia Carbonari.

POLITICA: “NON E' VERO CHE SUL RENDICONTO È MANCATA LA RELAZIONE DI MINORANZA” – LIBERATI E CARBONARI (M5S): “LA NOSTRA PROTOCOLLATA IL 1 SETTEMBRE”

(Acs) Perugia, 4 settembre 2015 - “Ieri in Consiglio regionale, la presidente Marini ha iniziato il suo infervorato discorso lamentando il 'fatto senza precedenti' secondo cui 'per la prima volta è mancata una relazione della minoranza su un atto così importante quale il Rendiconto generale dell'amministrazione della Regione Umbria per l’esercizio finanziario 2014. Questa affermazione è stata ripresa dalla stampa e dalla televisione sia ieri e che oggi. Noi consiglieri del gruppo M5S in Consiglio regionale non sappiamo se quello della presidente Marini sia stato un errore, oppure una affermazione voluta e atta a screditare l’impegno del Movimento 5 Stelle e delle minoranze in generale. In ogni caso, la verità è ben diversa: in data 1 settembre abbiamo regolarmente depositato, come attesta il timbro del protocollo apposto sul documento (LINK http://bit.ly/1VBUmjl), la nostra Relazione di minoranza come gruppo consiliare Movimento 5 Stelle, nel perfetto rispetto del Regolamento dell’Assemblea legislativa (articolo 27)”.

ASSEMBLEA LEGISLATIVA: “CONVOCARE ASSEMBLEA LEGISLATIVA ALMENO UNA VOLTA A SETTIMANA. NECESSARIA PROGRAMMAZIONE LAVORI” - GRUPPO M5S SCRIVE A UFFICIO DI PRESIDENZA, CAPIGRUPPO E CONSIGLIERI

 

(Acs) Perugia, 2 settembre 2015 - “È necessario convocare regolarmente l’Assemblea legislativa almeno una volta a settimana, stimolando così non solo l'attività di consiglieri lautamente remunerati, ma anche animando il confronto democratico. È irrinunciabile organizzare le sedute secondo il metodo della programmazione, con un calendario anche trimestrale, così come accade in altre Regioni”. È questo il contenuto di una lettera che il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati, ha inviato all’Ufficio di Presidenza, ai presidenti dei Gruppi consiliari e a tutti i consiglieri regionali.

REGIONE UMBRIA: “TUTTA LA VERITÀ SUL DEFICIT” - LIBERATI E CARBONARI (M5S) CHIEDONO CHIARIMENTI SULLA REALE CONSISTENZA DEL DEBITO

(Acs) Perugia, 31 agosto 2015 - “Il vero dato sull'indebitamento complessivo e la conseguente capacità di spesa della Regione Umbria ce lo fornisce la Corte dei conti nella relazione al giudizio di parifica del rendiconto generale per l’esercizio finanziario: tra il 2013 e il 2014 i debiti per mutui e prestiti sono passati da 457milioni 866mila euro a 539milioni 980mila euro, con un aumento quindi dell’indebitamento di oltre 82milioni, pari al 17,93 percento. Che sale al 19,78 percento se si considerano anche i trasferimenti legati al pagamento dei debiti della pubblica amministrazione”. Lo affermano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, chiedendo alla presidente della Giunta, Catiuscia Marini, di “venire in Aula a sciogliere i nodi delle contraddizioni e delle gravi leggerezze in tema di bilancio che stiamo evidenziando sin dall'inizio di questa legislatura. Grazie al M5S – annunciano - anche in Umbria il tempo dei giochi di prestigio è finito”.

INFRASTRUTTURE: “QUANTO DOVREMO ANCORA ASPETTARE PER IL RIPRISTINO DELLA VIABILITÀ SULLA FLAMINIA DOPO LA FRANA DI SAN GIOVANNI PROFIAMMA?” - CARBONARI (M5S) ANNUNCIA INTERROGAZIONE ALLA GIUNTA

(Acs) Perugia, 31 agosto 2015 - “Quanto altro tempo ancora i cittadini di Foligno, Valtopina, Nocera Umbra, Gualdo Tadino e, in generale, tutti coloro che giornalmente passano per la strada SS 3 Flaminia, dovranno aspettare affinché la viabilità della stessa all'altezza di San Giovanni Profiamma torni alla normalità?”: lo chiede la consigliera regionale del Movimento 5 stelle Maria Grazia Carbonari, anticipando un'interrogazione ufficiale che sarà consegnata alla Giunta regionale.

SECONDA COMMISSIONE (2): “PRESERVARE LA CONCA TERNANA DA NUOVI IMPIANTI A BIOMASSE” - LIBERATI E CARBONARI (M5S) INTERROGANO CECCHINI: “AUTORIZZATI SOLO PER SCARTI DI PRODUZIONE E FABBISOGNO ENERGETICO”

(Acs) Perugia, 27 agosto 2015 – In seconda commissione interrogazione dei consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari, all'assessore regionale all'ambiente, Fernanda Cecchini, per sapere “se siano state fatte le dovute valutazioni circa l'autorizzazione di nuovi impianti a biomasse sul territorio regionale e sugli effetti della loro eventuale costruzione in zone agricole vocate a produzioni di qualità. Chiesta tutela particolare per il Ternano dove – ha spiegato Liberati – le contaminazioni da cromo e nickel si estendono per chilometri e finiscono anche nelle verdure che mangiamo, senza contare la distruzione di interi allevamenti dopo le rilevazioni Arpa e Asl per diossine e pcb nel latte e nelle uova, certificate anche dall'Istituto superiore di sanità, che parla di 'eterogenee e molteplici fonti emissive”.

SECONDA COMMISSIONE (1): “MOTIVARE LA PLURIENNALE ASSENZA DELLA REGIONE DALLE CONFERENZE DEI SERVIZI SU THYSSEN E INCENERITORI” - LIBERATI (M5S) INTERROGA CECCHINI CHE RISPONDE: “A NOI SPETTA LA V.I.A.”

(Acs) Perugia, 27 agosto 2015 - “La Regione Umbria è assente da almeno quattro anni ai tavoli interistituzionali su Thyssen Krupp e inceneritori, nonostante si registrino numerose e gravissime criticità ambientali e sanitarie nel ternano, riscontrabili sia in città che in diverse aree rurali, con una pesante contaminazione di aria, suoli, acque e alimenti, certificata da Arpa e Asl”: questo il punto focale di una interrogazione urgente con risposta in Commissione, che il capogruppo del Movimento 5 stelle Andrea Liberati ha rivolto all'assessore Fernanda Cecchini, chiedendo anche provvedimenti nei confronti dei dirigenti della Regione “assenti ingiustificati” alle conferenze dei servizi.

CONCORSI REGIONE: “NESSUNA TRASPARENZA O CRONOPROGRAMMA” - LIBERATI (M5S): “94 PERSONE IN PIÙ, MA ANCORA DA RIASSORBIRE LAVORATORI PROVINCE”

(Acs) Perugia, 26 agosto 2015 - “Ce lo chiede l’Europa. Non sappiamo davvero perché, ma, se lo esige l’Europa, allora la vecchia politica pedissequamente come sempre fa. Ecco dunque che sulle 94 persone di cui, secondo l’assessore regionale Bartolini, l’Europa imporrebbe e pagherebbe l’assunzione, qualche domanda nasce spontanea: sanno a Bruxelles che qui, nella piccola e lontana Umbria, devono ancora essere assorbite le centinaia di dipendenti delle vecchie Province, dipendenti talora privi di concreti compiti nella pletorica amministrazione pubblica italiana e umbra in particolare? Sa la mano destra quel che fa la sinistra? Su questa operazione sembra mancare una logica rigorosa e una visione d’insieme”: lo dice il capogruppo del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati, che annuncia un'interrogazione sul concorso bandito dalla Regione Umbria per l'assunzione a tempo determinato di 94 unità.

SANITÀ: “IL PROTOCOLLO DI INTESA CON LA REGIONE LAZIO È UN RISCHIO PER LE FINANZE UMBRE” - INTERROGAZIONE DI LIBERATI (M5S)

(Acs) Perugia, 25 agosto 2015 – Il capogruppo del Movimento 5 Stelle all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Andrea Liberati, ha presentato una interrogazione a risposta scritta chiedendo alla Giunta Marini di fare chiarezza sull'esigibilità dei crediti legati al protocollo d'intesa con la Regione Lazio su politiche sanitarie e mobilità passiva. Nello specifico Liberati chiede di conoscere: “La reale consistenza del debito accumulato dalla Regione Lazio fino ad ora, specificandone anche l’ammontare al momento della firma del predetto protocollo, indicando altresì i mesi e gli anni di ritardo nei pagamenti. Se certi ‘effetti collaterali’ non fossero già prevedibili all’epoca della sottoscrizione del protocollo di intesa, visto che i costi della sanità laziale erano da tempo esplosi. I numeri del flusso di pazienti che dal Lazio hanno raggiunto l'Umbria negli anni 2014/5 rispetto al biennio precedente. Entro quale termine temporale il Lazio estinguerebbe il proprio debito con l’Umbria e su quali basi di stima venga formulata tale ipotesi”.