Tu sei qui

m5s

POLITICA: “PD CONTRO PD, UNA GIORNATA DA DIMENTICARE: LA PRESIDENTE MARINI CHIEDE DI ANNULLARE IL CONSIGLIO COL PRETESTO DI UNA RIUNIONE A ROMA” - NOTA DI LIBERATI (M5S)

 

(Acs) Perugia, 28 settembre 2015 - “Al momento in cui scriviamo questo comunicato (circa le ore 18),  ancora non si capisce se la seduta dell'Assemblea legislativa di domattina sia sconvocata o meno: e ciò a causa di una missiva che oggi ha fatto molto discutere tutti i gruppi politici”. È quanto scrive il capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati che spiega: “la presidente Catiuscia Marini chiederebbe 'cortesemente di rinviare i lavori dell'Assemblea', a seguito di una 'riunione politica del Comitato interministeriale per gli Affari europei (CIAE)', da tenere domani a Roma e in cui però, nei documenti a noi trasmessi, la medesima Marini non compare affatto tra gli indirizzi in epigrafe”.

“Inoltre – aggiunge Liberati -, con una semplice ricerca su Google, non emergono associazioni tra il CIAE e la predetta Marini. Secondo taluni, la Presidente avrebbe tuttavia una delega in materia, delega che però non è trascritta, né rinvenibile da alcuna parte”.

TRASPORTI: “'BISONTI’ SENZA LIMITI SULLA E/45, TRAFFICO PESANTE ECCESSIVO” - LIBERATI (M5S) PROPONE PEDAGGI FREE FLOW PER I TIR EXTRAREGIONALI

(Acs) Perugia, 28 settembre 2015 - “Nell’attesa forse vana di un ripensamento sostenibile della logistica in campo nazionale e regionale (a proposito: sulle merci non una parola nel Piano trasporti), il buon senso e i tassi di benzo(a)pirene sopra soglia negli stessi territori, guarda caso, in cui è posata la nostra lingua d’asfalto, dalla Val Tiberina settentrionale alla Terni-Orte, obbligherebbero da tempo gli amministratori almeno a serie politiche di contenimento dei TIR extraregionali, salvando ovviamente dal pedaggio tutti gli automobilisti”. Lo afferma il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Andrea Liberati, facendo riferimento alle condizioni della strada E45 e ricordando che “qualche consigliere regionale del partito democratico, nell’accoglienza freddina del suo partito, ha pronunciato pochi giorni fa parole simili a quelle del M5S: bene, è venuto il momento di dar seguito alle stesse, liberando l’Umbria di costi socio-sanitari-ambientali inaccettabili”.

AMBIENTE: “QUESTIONE RIFIUTI E INCENERIMENTO, I NOSTRI PUNTI IRRINUNCIABILI” - LIBERATI (M5S) RISPONDE A RICCI

(Acs) Perugia, 24 settembre 2015 - “Nella seduta di martedì scorso abbiamo presentato i nostri emendamenti in materia di gestione dei rifiuti, ma non sono stati nemmeno presi in considerazione. Al portavoce del centrodestra desidero sommessamente segnalare che il M5S 'non resta sempre neutro', né si comporta in modo 'strumentale', ma è disponibile a votare altrui proposte quando esse siano ragionevolmente chiare, a beneficio di tutti gli umbri. Lo abbiamo già fatto. Il M5S ha già espresso alcuni 'sì' alle proposte di altri gruppi politici dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, così come accade nei Comuni e a Roma, quando le medesime rappresentino iniziative intellegibili e condivisibili”: il consigliere regionale Andrea Liberati (M5s) ribadisce i “punti irrinunciabili” in materia di rifiuti e incenerimento, e risponde alle affermazioni di Claudio Ricci circa il comportamento delle opposizioni a Palazzo Cesaroni (vedi: http://goo.gl/zLiKhY).

GIUSTIZIA: “TRA UN'ARCHIVIAZIONE E L'ALTRA COMPLIMENTI AGLI INTERESSATI PER I CLAMOROSI SUCCESSI RISCONTRATI OGGI IN QUEL DI TERNI” - NOTA DI LIBERATI (M5S)

 

(Acs) Perugia, 21 settembre 2015 - “Tra un'archiviazione e l'altra, intendo sinceramente complimentarmi con gli interessati per i clamorosi successi riscontrati oggi in quel di Terni”. Così, in una nota, il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati.

“Quanto alle enormi risorse sprecate nei più disparati modi – aggiunge -, a risponderne è già la nostra generazione, così come saranno i nostri figli e nipoti. Ma questa è un'altra storia. O forse sempre la stessa. Sic transit gloria mundi”. RED/as
 

SECONDA COMMISSIONE: INTERROGAZIONE DI LIBERATI E CARBONARI (M5S) SU “BLOCCO DEI LAVORI ALLA STAZIONE DI PONTE S. GIOVANNI (PG)” - ASSESSORE CHIANELLA RISPONDE “CANTIERE FERMO PER DIFFICOLTÀ DELL'APPALTATORE”

(Acs) Perugia, 21 settembre 2015 - “Ormai da mesi sono fermi i lavori di riqualificazione della Stazione di Perugia-Ponte San Giovanni, trionfalmente inaugurati nell’autunno 2013. Opere certamente strategiche per il capoluogo di regione, sia per la velocizzazione dei tempi di percorrenza della Foligno-Terontola, sia dal punto di vista dell’efficientamento della connessione di Ponte San Giovanni con l’area centrale della città, oltre che per l’importante ricaduta su aspetti non secondari della sicurezza urbana e dei viaggiatori”. Questo il punto di partenza della interrogazione, firmata dai consiglieri M5S Andrea Liberati e Maria Grazia Carbonari illustrata oggi in Seconda commissione, presente l'assessore ai trasporti Giuseppe Chianella.

TRASPORTI: “NO ALL’UMBRIA-CORRIDOIO, RIDURRE EMISSIONI E INCIDENTALITÀ: PEDAGGIO AI TIR EXTRAREGIONALI, EX FCU PER LE MERCI” - LIBERATI (M5S): “NUOVO PIANO TRASPORTI MA PROPOSTE ANTICHE”

(Acs) Perugia, 21 settembre 2015 - “No al flusso di camion di fuori regione che percorrono integralmente la E45 quale corridoio gratuito e alternativo alla A/1, scaricando il loro 'black carbon', distruggendo l’infrastruttura e aumentando l’incidentalità: un pedaggio imposto esclusivamente ai Tir col sistema 'free flow', senza barriere, entrerebbero almeno 15 milioni di euro/anno, utili come il pane ad una strada ridotta a colabrodo per via di una politica trasportistica senza slanci e troppo spesso balbuziente”. La critica al Piano regionale dei trasporti 2014-2024 viene dal consigliere Andrea Liberati (M5s), che annuncia emendamenti al documento e chiede anche un “rilancio della Ferrovia centrale umbra per il trasporto merci”.

LAVORO: “DIRITTI E TUTELA DEGLI AUTONOMI COLPITI DA MALATTIA GRAVE E PROLUNGATA” - UNA MOZIONE DI LIBERATI (M5S)

(Acs) Perugia, 18 settembre 2015 – La Giunta regionale intervenga presso il Governo affinché il ministero del Lavoro riveda la normativa attuale in materia di tutela dei lavoratori autonomi colpiti malattia grave o prolungata, assicurando loro un reddito di cittadinanza, una nuova protezione sociale”. Lo propone, con una mozione rivolta all'Esecutivo di Palazzo Donini, il capogruppo del Movimento a 5 Stelle all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Andrea Liberati.

Liberati auspica anche “una azione verso le associazioni di categoria di commercianti, artigiani e professioni autonome per raccogliere ulteriori informazioni e sollecitarle ad azioni di sensibilizzazione sul tema. Dato che la maggior parte dei lavoratori autonomi non è a conoscenza neppure di quei minimi diritti a cui può avere accesso, oppure non possiede tutti gli elementi informativi per valutare correttamente il rischio che corre in caso di malattia grave. Andrebbero infine identificate modalità concrete di intervento in supporto dei lavoratori autonomi colpiti da grave malattia”.

REDDITO DI CITTADINANZA: “UNA PICCOLA VITTORIA DELL’INTERA ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELL'UMBRIA” - NOTA DI LIBERATI (M5S)

 

(Acs) Perugia, 17 settembre 2015 - “Il 9 maggio scorso, Il Movimento 5 Stelle aveva aperto proprio a Perugia una riflessione politica nazionale con la ‘Marcia per il reddito di cittadinanza’ fino ad Assisi. Quella mattina furono con noi persone di sinistra, di destra, delle associazioni, famiglie e singoli animati dalla stessa volontà di costruire un'altra Italia, al di là degli schemi e, talvolta, delle gabbie di partito. Oggi quella Marcia è ripresa simbolicamente in Aula, nell’Assemblea legislativa umbra”. Lo scrive Andrea Liberati (M5S) a ridosso della seduta consiliare dello scorso martedì dove si è discussa la mozione presentata dagli esponenti pentastellati e dove “sommessamente e tra mille cautele segnalo come tanti consiglieri sembrano aver scelto di andare oltre i cliché, pur declinando in tanti modi diversi l’idea di reddito di cittadinanza e al di là dei distinguo del rappresentante della Giunta”.

UNIVERSITÀ: “COMPROVATE IRREGOLARITA' DURANTE IL TEST DI AMMISSIONE AL CORSO DI LAUREA IN MEDICINA E CHIRURGIA. ANNULLARE E RIPETERE LA PROVA A GARANZIA DEGLI STUDENTI” - NOTA DI LIBERATI (M5S)

 

(Acs) Perugia, 12 settembre 2015 - “Dopo il caos relativo ai test di accesso per l'anno 2014/2015 alle Scuole di specializzazione in Medicina, con una gestione a dir poco dilettantesca da parte del MIUR, il Movimento 5 Stelle in aprile aveva già presentato una mozione di sfiducia nei confronti del ministro Giannini. Questi già allora mostrò chiara debolezza nel governare in modo equo la vicenda. A distanza di un anno, nulla pare essere cambiato: e stavolta, direttamente a Perugia, siamo di fronte all'ennesima farsa”. Così il capogruppo regilnale del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati.

INFRASTRUTTURE: “E45 AUTOSTRADA OPPURE CANCELLAZIONE DEL PROGETTO?” - INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA DI CARBONARI (M5S)

(Acs) Perugia, 8 settembre 2015 – Il consigliere regionale Maria Grazia Carbonari (M5s) ha presentato una interrogazione a risposta immediata (in Aula martedì prossimo) per sapere “quale sia l’intendimento della Giunta relativamente al progetto E45 Autostrada, ossia se lo consideri ancora utile ai fini della programmazione strategica del quadro dei trasporti regionali o se invece auspichi per un superamento dello stesso, chiedendo al Governo nazionale la cancellazione definitiva dall’elenco delle opere strategiche per il Paese e non solo il mero stralcio dal DEF 2016. Cancellazione questa che sarebbe propedeutica ad una effettiva pianificazione e conseguente esecuzione delle opere di messa in sicurezza dell’arteria stradale”.