Tu sei qui

m5s

POLITICA: “LEGGE ELETTORALE PIÙ CHE INSULSA, COMMISSIONI BLOCCATE, ASSEMBLEA LEGISLATIVA PASSACARTE DELLA GIUNTA” - PER LIBERATI (M5S) “PRIMI SEGNI CONCRETI DEL CAPOLINEA”

 

(Acs) Perugia, 12 ottobre 2015 - “Il blocco di due delle tre Commissioni della Assemblea legislativa dell'Umbria mostra i primi segni concreti del capolinea, della regressione materiale di una istituzione già da tempo ridotta a passacarte della Giunta”. Lo afferma il consigliere regionale Andrea Liberati (M5S) spiegando che “dopo una prima sentenza giuridico-amministrativa e in vista di molte altre, l'Assemblea legislativa precipita ufficialmente nel caos: la Prima e la Seconda Commissione saranno infatti temporaneamente bloccate a causa della trasmissione del film 'Una poltrona per due'”.

LAVORO: “MANTENIMENTO LIVELLI OCCUPAZIONALI EX GRUPPO SUPERCONTI DOPO ACQUISIZIONE DA PARTE DI COOP CENTRO ITALIA” - UNA INTERROGAZIONE DI LIBERATI (M5S)

 

(Acs) Perugia, 12 ottobre 2015 - Il consigliere regionale Andrea Liberati (Movimento 5 Stelle) ha presentato una interrogazione urgente in Commissione sugli effetti, per i dipendenti, dell'acquisizione della ex Superconti da parte di Coop Centro Italia. Liberati chiede alla Giunta di sapere “se intenda sollecitare Coop Centro Italia ad attenersi pienamente a tipologie contrattuali e indennità maturate dai dipendenti dell'ex Gruppo Superconti. Se esistano specifici patti scritti tra i titolari dell'ex Gruppo Superconti e Coop Centro Italia in merito al mantenimento dei 948 occupati, illustrando eventualmente  l'efficacia di tali accordi. Se corrisponda al vero che il reinserimento degli addetti del punto vendita 'Le Fontane' di Terni nel nuovo e vicino centro commerciale marchiato Coop escluderebbe il rientro di alcuni. Infine se ulteriori esuberi riguardino le ditte esterne che hanno storicamente collaborato col gruppo ternano e su cui Coop Centro Italia non si è ancora espressa”.

POLITICA: “PER LA GIUNTA REGIONALE MAI PIÙ MISSIONI ALL'ESTERO SENZA AUTORIZZAZIONE CONSILIARE” - UN ORDINE DEL GIORNO DEL GRUPPO M5S “DOPO LA SEI GIORNI NEWYORCHESE”

(Acs) Perugia, 10 ottobre 2015 - “Dopo la pimpante sei giorni newyorkese di Catiuscia Marini e Fernanda Cecchini (presidente della Giunta e assessore regionale), in vista degli annunciati nuovi voli verso la Cina e senza dimenticare quelli già avvenuti in direzione Brasile, proporremo un ordine del giorno affinché siano varate delle regole severe. Mai più viaggi in terra straniera senza preventiva e pubblica autorizzazione dei consiglieri regionali‎”. Lo annuncia il capogruppo del Movimento 5 stelle all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Andrea Liberati.

Per Liberati “dovrà essere l'Assemblea legislativa ad autorizzare ogni missione all'estero. Non è infatti accettabile che alla Giunta regionale sia consentito di tutto, senza il minimo rispetto per un'Aula già totalmente priva di informazioni, quando al riguardo in non pochi Paesi del mondo gli stessi capi di Stato soggiacciono a puntuali autorizzazioni parlamentari”.

SENTENZA TAR: “UMBRICELLUM E DEMOCRAZIA MUTILATA: NON IMPROBABILE ANNULLAMENTO ELEZIONI IN UMBRIA” - LIBERATI (M5S) “NOI 2 ELETTI COL 15%, IL PD 12 CON POCO PIÙ DEL DOPPIO DEI VOTI”

 

(Acs) Perugia, 8 ottobre 2015 - “Cosa è accaduto alle ultime elezioni regionali? Che con poco più del 30 per cento il PD ha ottenuto ben 12 consiglieri su 21, dopo le ultime dal TAR, il M5S, con circa il 15 per cento ha invece avuto appena 2 eletti: è giusto? È corretto?” Così il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Andrea Liberati che ricorda come nella scorsa legislatura sia stata “votata una legge elettorale tale da alterare pesantemente la competizione democratica, mutilando le opposizioni. Per questo motivo – ricorda - la predetta normativa è stata oggetto di ferme prese di posizione da parte di grandi firme della carta stampata e di politologi indiscussi”.

POLITICA: “CATIUSCIA MARINI CINQUE GIORNI A NEW YORK? LE DATE NON COINCIDONO, LA MOSTRA APRE SOLTANTO IL 9 OTTOBRE” – LIBERATI (M5S): “INTANTO ASSEMBLEA RIDOTTA A FICTION, FANTASMA DI SE STESSA”

(Acs) Perugia, 7 ottobre 2015 - “Una presenza compulsiva in aereo, un filo rosso unisce Marini da Todi a Marino de Roma. L’Umbria pare un avamposto della Farnesina: la nostra presidente vola liberamente tra Bruxelles e New York, quando non è altrove, comunque saltando sovente a pie’ pari l’Aula. Il Movimento 5 Stelle non le chiede molto: partecipi, se c’è Aula. Mostri rispetto. Rispetto dovuto non al nostro gruppo, quanto all’Assemblea legislativa. L’andazzo finora non è stato bello: a fronte di un certo numero di consiglieri seri, presenti, attenti, sia dell’una parte che delle opposizioni, non pochi sono distratti e altrettanti assenti. Si stenta ad avere il numero legale per proseguire”: il capogruppo del Movimento 5 stelle, Andrea Liberati, contesta l'assenza della presidente della Regione, Catiuscia Marini, dall'Aula di Palazzo Cesaroni.

EX FCU: “LA FERROVIA REGIONALE COME LA SPOLETO-NORCIA, SUONANO CAMPANE A MORTO” - LIBERATI (M5S): “TRA PERUGIA E TERNI SI CHIUDE PER 90 GIORNI/ANNO, SOLO 3 COPPIE AL GIORNO CONTRO LE ATTUALI 10"

(Acs) Perugia, 5 ottobre 2015 - “La Regione Umbria, col Piano dei trasporti ora in discussione in Seconda Commissione, si appresta a depennare per sempre un'infrastruttura ferroviaria come la ex Ferrovia centrale umbra, che ha fatto la storia dell'Umbria contemporanea, accompagnando generazioni di studenti, lavoratori, turisti, ma anche trasportando merci, umbre e no. Tempi ormai lontani”. Lo afferma il capogruppo del Movimento 5 Stelle a Palazzo Cesaroni, Andrea Liberati, rimarcando che “il nuovo Piano cancella di fatto la ex Fcu, a causa dell'assenza di una incisiva visione strategico-logistica da parte della presidente della Giunta regionale, Catiuscia Marini”.

PIANO TRASPORTI: “BUCO NERO SULLE MERCI E PARTECIPAZIONE MANCATA” - LIBERATI (M5S) CHIEDE DI AVVIARE AUDIZIONI E INTEGRARE SUBITO IL TESTO

(Acs) Perugia, 5 ottobre 2015 - “Evitiamo scelte improvvide ed operiamo invece al meglio per il bene comune”. Lo afferma, riferendosi al Piano regionale dei trasporti in discussione in Seconda commissione, il capogruppo del Movimento 5 Stelle all'Assemblea legislativa, Andrea Liberati.

STRADA E45: “PEDAGGIAMENTO SELETTIVO PER MEZZI PESANTI PROVENIENTI DA FUORI REGIONE DA UTILIZZARE PER INTERVENTI DI MESSA IN SICUREZZA” - MOZIONE DI SQUARTA (FDI) E LIBERATI (M5S)

 

(Acs) Perugia, 2 ottobre 2015 - “Introdurre sulla E45, anche nelle more di avvio degli interventi che saranno oggetto del contratto di programma Regione-Ministero in via di definizione, e comunque a far data dal 1 gennaio 2016, un pedaggiamento selettivo, con sistema free flow, a carico dei mezzi provenienti da fuori regione adibiti al trasporto merci e superiori a 3,5 tonnellate, quale strumento funzionale al reperimento di risorse vincolate per finanziare l’attuazione di interventi finalizzati al potenziamento in termini di aumento della sicurezza e funzionalità e per fornire all’utenza un livello di servizio superiore allo standard attualmente presente sull’infrastruttura”. È il contenuto di una mozione a firma congiunta Marco Squarta (Fratelli d'Italia) e Andrea Liberati (Movimento 5 Stelle).

ENERGIA: “ FUTURO DELLA DISTRIBUZIONE DEL GAS” - IL CONSIGLIERE REGIONALE CARBONARI (M5S) SABATO 3 OTTOBRE PARTECIPERÀ AD UN INCONTRO PUBBLICO DEL GRUPPO CONSILIARE DI FOLIGNO

 

(Acs) Perugia, 1 ottobre 2015 – Il consigliere regionale Maria Grazia Carbonari (Movimento 5 Stelle) fa sapere che sabato 3 ottobre alle 10,30 parteciperà ad un evento pubblico a Foligno (Sala Comunale 'Fittaioli'), organizzato dal gruppo consiliare comunale del M5S,  sul tema “Futuro della distribuzione del gas”. RED/as

ENERGIA: “L'AUMENTO DEI CANONI IDROELETTRICI DECISO DALLA GIUNTA REGIONALE È IL MINIMO SINDACALE” - PER LIBERATI (M5S) “UNA MISURA INSUFFICIENTE” A CUI DEVE SEGUIRE LA REVISIONI DI ALCUNI PARAMETRI

(Acs) Perugia, 29 settembre 2015 - “La Giunta Regionale vada avanti e cancelli definitivamente le tariffe scontate che fanno dell'Umbria la piccola Lussemburgo delle multinazionali dell'energia. Lo richiedono i territori, che devono riavere i loro legittimi denari, e lo impongono l'equità fiscale e soprattutto il buon senso”. Lo afferma il capogruppo del Movimento 5 stelle all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Andrea Liberati, esprimendo critiche alle dichiarazioni del vicepresidente della Giunta regionale, Fabio Paparelli, in merito alla decisione (http://goo.gl/IdCEI3) di aumentare il “canone per le concessioni di grande derivazione di acque pubbliche ad uso idroelettrico”. Misure che Liberati valuta “tardive e insufficienti”.