Tu sei qui

ludopatia

LUDOPATIA: “SODDISFATTA PER IL SÌ DELLA TERZA COMMISSIONE A LEGGE PER CONTRASTO GIOCO AZZARDO” - NOTA DI MONACELLI (UDC)

 

(Acs) Perugia, 30 settembre 2014 – “Sono soddisfatta per l'evoluzione positiva che la mia iniziale proposta ha sortito”. È quanto dichiara il capogruppo regionale dell'Udc, Sandra Monacelli, per l'approvazione da parte della Terza commissione della proposta di legge 'Norme per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d'azzardo patologico'.

“Il testo approvato – spiega Monacelli - è frutto di tre diverse proposte, rispetto alle quali il mio fu il primo testo ad essere presentato, sollevando attenzione sul fenomeno della ludopatia e sottolineando la serietà del problema. Una questione che necessita di misure urgenti che, nell'ambito delle competenze regionali, mirano in modo coordinato e sinergico a prevenire e contrastare una piaga sociale che affligge migliaia di famiglie umbre, soprattutto in un periodo storico in cui sono duramente provate dagli effetti della crisi economica”.

LUDOPATIA: APPROVATA DALLA TERZA COMMISSIONE LA PROPOSTA DI LEGGE PER IL CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO – IL TESTO RIUNISCE I CONTRIBUTI DI NUMEROSI CONSIGLIERI REGIONALI

(Acs) Perugia, 30 settembre 2014 – La Terza commissione consiliare, presieduta da Massimo Buconi, ha approvato la proposta di legge “Norme per la prevenzione, il contrasto e la riduzione del rischio della dipendenza da gioco d'azzardo patologico”, con la sola astensione del consigliere Rocco Valentino (FI). Il testo è il risultato di tre differenti proposte aventi come tema comune il contrasto al gioco d'azzardo: la prima redatta da Sandra Monacelli (Udc), la seconda da Oliviero Dottorini (Idv) e la terza dai consiglieri Franco Zaffini, Alfredo De Sio, Andrea Lignani Marchesani (Fd'I) unitamente a Massimo Mantovani, Massimo Monni e Maria Rosi (Ncd). Relatore unico in Aula sarà uno dei proponenti, il consigliere Franco Zaffini, dichiaratosi “soddisfatto di una legge che segna un punto a favore di chi è consapevole del dramma sociale che la ludopatia produce, anche se questo è solo il punto di partenza comunque importante per dotare l'Umbria di una legge su questa problematica”.

LUDOPATIA: “LEGGE REGIONALE TESA A REGOLAMENTARE L'ACCESSO AL GIOCO LECITO E NON A PROIBIRLO” - MONACELLI (UDC) RISPONDE ALLE CONSIDERAZIONE DEL VICEPRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE “SAPAR”

(Acs) Perugia, 10 luglio 2014 - “La proposta di legge sul contrasto e la prevenzione della dipendenza da gioco d'azzardo patologico mira a regolamentare l'accesso al gioco lecito e non certo a proibirlo”. Lo sottolinea in una nota il capogruppo Udc all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Sandra Monacelli, replicando alle considerazioni (http://goo.gl/dsUXJY), “poco costruttive e decisamente di parte del vicepresidente dell'Associazione nazionale che tutela gestori e produttori di apparecchi per il gioco lecito (Sapar), Luca Patoia”, sulle conseguenze dell'approvazione della legge regionale sul contrasto al gioco patologico.

LUDOPATIA: UNIFICATE LE PROPOSTE DI LEGGE DEI CONSIGLIERI E DELLA GIUNTA PER LA PREVENZIONE E IL CONTRASTO AL GIOCO D'AZZARDO PATOLOGICO

(Acs) Perugia, 7 luglio 2014 – Prosegue in Commissione Sanità e servizi sociali la discussione sul contrasto al gioco d'azzardo: alle tre proposte di legge di iniziativa consiliare (la prima di Monacelli-Udc, la seconda di Dottorini-Idv e la terza dei consiglieri Zaffini, De Sio, Lignani Marchesani-Fd'I, Mantovani, Monni e Rosi-Ncd) si è aggiunto il disegno di legge della Giunta regionale e, in ultimo, una serie di osservazioni provenienti dall'associazione “Libera”, che la Commissione ha deciso di prendere in considerazione per la stesura del testo finale da mandare in Aula. Unico problema non ancora risolto è il dettaglio relativo alle risorse da impiegare: le proposte di legge non sono correlate da una documentazione dalla quale si evinca la quantificazione degli oneri recati dalle varie disposizioni e delle relative coperture.

LUDOPATIA: “INCURANTE DELLE SOLLECITAZIONI DEI FIRMATARI DI PROPOSTE GIÀ IN DISCUSSIONE IN COMMISSIONE, L'ESECUTIVO PREADOTTA UN PROPRIO DDL” - NOTA CONGIUNTA DI MONACELLI (UDC) E DOTTORINI (IDV)

(Acs) Perugia, 24 giugno 2014 - “Prendiamo atto con disappunto che la Giunta regionale, incurante delle sollecitazioni provenienti dai firmatari delle diverse proposte di legge attualmente in discussione nell'Assemblea regionale, ha predisposto un proprio disegno di legge sulla ludopatia”. Così Sandra Monacelli (capogruppo Udc) e Oliviero Dottorini (capogruppo Idv) per i quali “si tratta esclusivamente di un tentativo propagandistico di appropriarsi in 'zona Cesarini' di una materia molto delicata e particolarmente sentita dall'opinione pubblica”.

Per Dottorini e Monacelli “non si spiegherebbe diversamente questa iniziativa dell'Esecutivo, visto che l'Assemblea legislativa sta da tempo lavorando sulle diverse proposte di legge per il contrasto alla ludopatia (la prima presentata da Sandra Monacelli nel 2012 e l'altra a distanza di poco tempo da Oliviero Dottorini) che lo scorso aprile la Commissione sanità ha riunito in un testo unico”.

LUDOPATIA: UN UNICO TESTO PER LE TRE PROPOSTE DI LEGGE PRESENTATE DAI CONSIGLIERI REGIONALI – VOTO UNANIME IN TERZA COMMISSIONE

(Acs) Perugia, 7 aprile 2014 – La Commissione sanità di Palazzo Cesaroni ha deciso all'unanimità di riunire in un unico testo i tre disegni di legge per il contrasto alla ludopatia presentati rispettivamente da Sandra Monacelli (Udc), Oliviero Dottorini (Idv) e Franco Zaffini (Fd'I, unitamente agli altri firmatari De Sio, Lignani Marchesani, Mantovani, Monni e Rosi). Il presidente della Commissione ha chiesto la sede referente per i lavori di istruttoria. PG/

LUDOPATIA: “COSA ASPETTIAMO AD INTERVENIRE?” - DOTTORINI (IDV) SOLLECITA L'APPROVAZIONE DELLA LEGGE PER IL CONTRASTO DELLA DIPENDENZA DA GIOCO D'AZZARDO

(Acs) Perugia, 20 marzo 2014 - "Il gioco d'azzardo si sta trasformando in una vera emergenza sociale anche nella nostra regione. Per questo è urgente intervenire con tutti gli strumenti a nostra disposizione per promuovere iniziative di contrasto, prevenzione e riduzione del rischio di dipendenza rispetto a un fenomeno che anche in Umbria appare in dilagante ascesa. Non possiamo più assistere inermi a un fenomeno che apre le porte alla criminalità organizzata e trascina molte persone in un circolo vizioso con gravi conseguenze personali e sociali". Con queste parole Oliviero Dottorini, capogruppo dell'Italia dei valori all'Assemblea legislativa, torna sollecitare la trattazione della sua proposta di legge, “depositata ormai da tempo, per il contrasto della devianza da gioco d'azzardo patologico".

LUDOPATIA: UN PIANO D'AZIONE PER IL GIOCO CONSAPEVOLE E IL CONTRASTO ALLE DIPENDENZE - UNA PROPOSTA DI LEGGE ZAFFINI, DE SIO, LIGNANI (FD'I), MANTOVANI, MONNI, ROSI (NCD)

(Acs) Perugia, 15 marzo 2014 - A fronte del dilagare della ludopatia come immediata e più evidente conseguenza della eccessiva disponibilità di gioco, anche in ambito regionale risultano necessari interventi rivolti alla promozione dell’accesso consapevole, responsabile e misurato al gioco lecito, a prevenire e contrastare le dipendenze patologiche e ad assicurare la condivisione dei costi sociali con gli esercenti delle sale gioco e dei locali dove le apparecchiature sono istallate. Parte da questi presupposti la proposta di legge presentata dai consiglieri regionali Franco Zaffini (primo firmatario), Alfredo De Sio, Andrea Lignani Marchesani (Fratelli d'Italia), Massimo Mantovani, Massimo Monni, Maria Rosi (Nuovo Centrodestra), che mira a contrastare la “malattia sociale” della ludopatia promuovendo invece un approccio consapevole al gioco.

LUDOPATIA: “ALLUNGHERÀ SOLO I TEMPI UNA PROPOSTA DELL'ESECUTIVO IN AGGIUNTA ALLE DUE DI INIZIATIVA CONSILIARE GIÀ IN COMMISSIONE” - NOTA DI MONACELLI (UDC)

(Acs) Perugia, 11 febbraio 2014 - “L'intenzione della Giunta regionale di predisporre un testo legislativo sulla dipendenza dal gioco d'azzardo, nel momento in cui sono da tempo in discussione nell'apposita Commissione due proposte di legge di iniziativa consiliare su tale delicata materia, rischia soltanto di allungare i tempi del legislatore per porre rimedio a questa autentica piaga sociale”. Così il capogruppo regionale dell'Unione di centro, Sandra Monacelli per la quale “l'annuncio dell'iniziativa da parte dell'Esecutivo pare dettato esclusivamente dall'inseguire l'attualità e dal ricercare visibilità e consenso”.

GIOCO D'AZZARDO: “GIUNTA ESPRIMA PARERE SU TESTI GIACENTI, SBAGLIATO PERDERE ALTRO TEMPO PREZIOSO” - DOTTORINI (IDV) RICORDA CHE LA “FASE PARTECIPATIVA È GIÀ INIZIATA. NON INDUGIARE IN GOFFI TENTATIVI DI RECUPERO”

(Acs) Perugia, 4 febbraio 2014 - “Pare che la Giunta abbia una certa predisposizione a sovrapporsi, in ritardo, ai provvedimenti all'esame del Consiglio regionale. Apprezziamo ovviamente l'interessamento, seppur tardivo, sul tema della dipendenza da gioco d'azzardo, ma ci auguriamo che l'Esecutivo regionale possa intervenire, anche attraverso un processo emendativo, sui testi già in discussione in Commissione, contribuendo così a migliorarli senza perdere ulteriore tempo prezioso”. Con queste parole il consigliere regionale Oliviero Dottorini (Idv) commenta la notizia secondo la quale la Giunta di Palazzo Donini starebbe predisponendo un disegno di legge sulla ludopatia.