Tu sei qui

gianluca cirignoni

SANITÀ: “PER LISTE D'ATTESA GIUNTA E ASL USANO DUE PESI E DUE MISURE NEI CONFRONTI DEI CITTADINI” - NOTA DI CIRIGNONI (UP-NCD)

 

(Acs) Perugia, 15 novembre 2014 – “In merito al problema delle liste d'attesa della sanità umbra debbo rilevare che la Giunta regionale e le direzione delle Aziende sanitarie locali utilizzano due pesi e due misure nei confronti dei cittadini impelagati in attese bibliche per fare esami di prevenzione e controllo”. È quanto dichiara il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare-Nuovo centrodestra).

E45: “UN AMPIO SCHIERAMENTO CONTRO LA TRASFORMAZIONE IN AUTOSTRADA” - NOTA DI CIRIGNONI (UP-NCD)

 

(Acs) Perugia, 13 novembre 2014 – “Auspico che si crei un ampio schieramento regionale contro la trasformazione in autostrada della E45. Uno schieramento che protesti unito, anche con azioni pacifiche ma eclatanti, e che informi i cittadini umbri del furto che stanno per subire”. È quanto dichiara il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare-Nuovo centrodestra).

SVILUPPUMBRIA: “IL COMITATO DI MONITORAGGIO E VIGILANZA ACCENDA I RIFLETTORI SULLA GESTIONE E SUI RISULTATI PRODOTTI” - NOTA DI CIRIGNONI (UP-NCD)

(Acs) Perugia, 13 novembre 2014 - “Il Comitato di monitoraggio e vigilanza accenda i riflettori sulla gestione di Sviluppumbria spa e sui risultati prodotti da questa agenzia”. Il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare - Ncd) sollecita l'organismo di controllo dell'Assemblea legislativa dell'Umbria ad occuparsi della questione e punta il dito sulla “sceneggiata recitata dalla maggioranza e dalla Giunta regionale” in sede di assestamento di bilancio sul “finanziamento ulteriore a Sviluppumbria spa, che ha portato al ridicolo e sospetto risultato di un ulteriore aumento di 1000 euro del finanziamento stesso”.

PREVIDENZA CONSIGLIERI: PROPOSTA DI LEGGE DI CIRIGNONI (UP-NCD) PER ABROGAZIONE ARTICOLO 6 LEGGE REGIONALE “20-2009” SU DEROGA LIMITE DI ETÀ ACCESSO AL VITALIZIO

 

(Acs) Perugia, 12 novembre 2014 - Il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Up-Ncd) informa di aver presentato una proposta di legge per l' abrogazione dell'articolo 6 della legge regionale “20/2009” ('Ulteriori modificazioni alla legge '8/'73' - Norme sulla previdenza dei consiglieri regionali'). Quello citato, come spiega Cirignoni è un articolo “celato” che con il suo disposto cioè “incide sulla legge regionale '8/'73' che disciplina i vitalizi dei consiglieri regionali, ma che non è richiamato, né menzionato dalla stessa”.
Il consigliere regionale di Umbria popolare-Ncd ritiene quindi che questo articolo "dissimulato nel mare delle leggi regionali”, consenta ai consiglieri regionali, che erano “in  carica nella passata legislatura o già cessati dal mandato all'entrata in vigore della legge regionale  '20/2009', di accedere al vitalizio a 60 anni anziché a 65 e con un assegno più alto”.

SICUREZZA: “POLIZIA MUNICIPALE DI CITTÀ DI CASTELLO DISARMATA QUINDI NON IDONEA PER VIGILANZA ESTERNA” - CIRIGNONI (UP-NCD) INTERROGA LA GIUNTA REGIONALE PER SAPERE SE UGUALMENTE IMPIEGATA

 

(Acs) Perugia, 10 novembre 2014 - “Di fronte all'ennesima ondata ricorrente di furti in abitazioni che ha investito l'Altotevere umbro ed in particolare il capoluogo tifernate informo che ho presentato una interrogazione urgente all'assessore regionale alla sicurezza. Chiedo di conoscere se la polizia municipale di Città di Castello sia impiegata in servizi di vigilanza esterna che non potrebbe purtroppo svolgere dato che non è armata per scelta puramente ideologica e ipocrita del Consiglio comunale”. Lo scrive il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare-Nuovo centrodestra) che ricorda come la legge regionale n. '1/2005' (“Disciplina in materia di polizia locale") preveda, “per gli Enti locali che nell'ambito della propria autonomia stabiliscono di non armare la polizia locale, l'impossibilità di impiegare il personale in servizi di vigilanza esterna”.

GIUNTA REGIONALE: “DAL 2010 OLTRE UN MILIONE 200MILA EURO PER SPESE URGENTI” - INTERROGAZIONE DI CIRIGNONI (UP-NCD) “SERVE PUNTUALE VERIFICA E MONITORAGGIO”

 

(Acs) Perugia, 6 novembre 2014 – “In questa legislatura la Giunta ha destinato un milione 200mila euro alle spese di funzionamento minimali, urgenti e impreviste. Sarebbe interessante sapere quali siano le voci di spesa più rilevanti all'interno di tali centri di costo. Sono convinto, infatti, che ci siano spazi per programmare e conseguire risparmi. Per questo chiedo anche di conoscere se la Giunta abbia attivato una puntuale verifica e monitoraggio di queste spese che dal 2010 al 2014 hanno drenato dal bilancio regionale oltre 240 mila euro all'anno, con il record della giunta Lorenzetti che nel biennio 2008/2009 vi destinò oltre 800mila euro”. È questo il contenuto dell'interrogazione a risposta scritta presentata dal consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare-Nuovo centrodestra).

REGIONALI 2015: “SOSTEGNO A CANDIDATURA RICCI, UNICA STRADA PER CAMBIARE L'UMBRIA” - NOTA DI CIRIGNONI (UP-NCD)

 

(Acs) Perugia, 29 ottobre 2014 – “Ribadisco il mio pieno sostegno alla candidatura di Claudio Ricci per la presidenza della Regione, ritenendola l'unica strada perseguibile per  cambiare l'Umbria e darle una svolta di governo qualificata, capace, onesta e credibile”. È quanto dichiara Gianluca Cirignoni, consigliere regionale di Umbria popolare-Nuovo centrodestra.

“Come ho sostenuto anche all'incontro conviviale di pochi giorni fa – prosegue Cirignoni - fa bene Ricci a rifiutare qualsiasi ipotesi di primarie di coalizione o del cambiamento, perché sarebbero tardive ed esclusivamente una farsa inscenata con candidati dell'ultimo  momento. Una trappola della vecchia politica per fermare il cambiamento facendo un favore ad una sinistra che proprio grazie ad un centrodestra remissivo e a volte complice ha potuto fare il proprio comodo per oltre 40 anni”.

REGIONE: “DALLA GIUNTA BLITZ DI FINE MANDATO PER INFARCIRE DI DIRIGENTI L'INEFFICIENTE MACCHINA BUROCRATICA” - NOTA DI CIRIGNONI (UP-NCD)

 

(Acs) Perugia, 29 ottobre 2014 – “La Giunta regionale, attuando un vero e proprio blitz di fine mandato con la delibera 1216 emanata pochi giorni fa, si appresta ad infarcire ulteriormente di dirigenti l'inefficiente, ma pluripremiata, macchina burocratico- amministrativa della Regione”. È quanto dichiara il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare-Nuovo centrodestra).

“In buona sostanza – spiega Cirignoni - nonostante un titolo abbastanza oscuro, 'Monitoraggio degli assetti  dirigenziali al 30/09/2014 - determinazioni', i fini dell'atto sono i soliti e cozzano con la necessaria  razionalizzazione della mastodontica amministrazione regionale. Infatti con la delibera la Giunta ha istituito una posizione dirigenziale temporanea a supporto dell'ambito di coordinamento 'Imprese e lavoro' e una posizione dirigenziale per il presidio di funzioni giuridico-amministrative dell'ambito di coordinamento 'Territorio infrastrutture e mobilità'”.

GASDOTTO SNAM: “SODDISFAZIONE PER CONTRARIETÀ DEL CONSIGLIO COMUNALE DI CITTÀ DI CASTELLO AL TRATTO FOLIGNO-SESTINO” - PER CIRIGNONI (UP-NCD) UNA “SCELTA IMPORTANTE”

(Acs) Perugia, 24 ottobre 2014 - “Soddisfazione per la deliberazione con la quale il Consiglio comunale di Città di Castello esprime parere contrario al progetto per la realizzazione e l'esercizio del tratto Foligno-Sestino del gasdotto Brindisi-Minerbio”. La esprime il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare – Nuovo Centrodestra), ricordando il proprio “voto favorevole alla mozione recentemente discussa ed approvata in Consiglio regionale contro il tracciato del gasdotto Snam”.

FCU: “STAZIONI DELL'ALTOTEVERE IN CONDIZIONI DISASTROSE” - CIRIGNONI (UP-NCD): “VERGOGNA CHE PESA COME MACIGNO SU CREDIBILITÀ DI GIUNTA E GESTORE”

(Acs) Perugia, 23 ottobre 2014 - “Le stazioni della Ferrovia centrale umbra situate nell'Alto Tevere si trovano in uno stato di degrado che ha dell'incredibile”: lo dice il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Umbria popolare-Ncd) che sull'argomento ha presentato un'interrogazione urgente all'assessore regionale ai trasporti Silvano Rometti.