Tu sei qui

gianluca cirignoni

TRASPARENZA: “LA LEGGE È CHIARA E IMPONE LA PUBBLICAZIONE DEI CURRICULUM” - CIRIGNONI (GRUPPO MISTO) REPLICA AL DIRETTORE DELLA ASL 1

(Acs) Perugia, 24 gennaio 2015 - “La Asl 2 e l’Azienda ospedaliera di Terni hanno provveduto da tempo, nel rispetto della legge, a pubblicare sul proprio sito istituzionale i curriculum dei dirigenti e anche delle posizioni organizzative, come previsto prima dalla legge '69/2009' e poi dal dlgs '33/2013'”. Lo rileva il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (gruppo misto), replicando alle “precisazioni del direttore generale della Asl n.1, Giuseppe Legato (http://bit.ly/1CAMwyE), sul mancato rispetto di quanto disposto dalle legge in materia di trasparenza da parte della Azienda sanitaria da lui diretta”.

TRASPARENZA: “UN ESPOSTO ALLA PROCURA SULLA MANCATA PUBBLICAZIONE DEI CURRICULUM DEI MEDICI” - CIRIGNONI (MISTO) CRITICO CON ASL 1 E AZIENDA OSPEDALIERA

 

(Acs) Perugia, 23 gennaio 2015 -  “Una palese violazione della legge, che continua da oltre 6 anni”. La denuncia il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (gruppo misto), facendo riferimento alla “mancata pubblicazione e impossibilità di consultazione sui siti ufficiali dell'Asl 1 dell'Umbria e dell'Azienda ospedaliera di Perugia di centinaia di curriculum vitae di medici, dirigenti e posizioni organizzative”.  Un fatto sul quale, annuncia Cirignoni, “ho inoltrato alla Procura della Repubblica di Perugia un particolareggiato esposto”.

SPESE REGIONE: “LA GIUNTA REGIONALE SPENDE OLTRE 170MILA EURO DI BUONI PASTI PER I PROPRI DIPENDENTI” - INTERROGAZIONE DI CIRIGNONI (MISTO) “SI RENDA NOTO AI CITTADINI CHI NE USUFRUISCE E PERCHÉ”

(Acs) Perugia, 22 gennaio 2015 – Il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (gruppo Misto) prosegue su quello che definisce il  proprio "focus sui costi sostenuti dalla Giunta regionale  dell'Umbria”. E snocciola altre cifre riguardanti le spese sostenute dall'Esecutivo per i propri dipendenti: “Palazzo Donini – spiega -, dopo aver speso  recentemente oltre 183mila euro per le scarpe e i vestiti di uscieri ed  autisti, ed oltre 205mila  per un sistema di videoconferenza dotato di  telecamera e treppiede aggiuntivi, con atto numero 10827 del 19/12/2014  ha acquistato 29.070 buoni pasto da destinare ai propri dipendenti  spendendo oltre 170mila euro. Immagino già che per la Giunta regionale  sarà tutto regolare e previsto da contratti, delibere, determine e  quant'altro, ma ritengo che i cittadini umbri, alle prese con una crisi  economica perdurante e con infinite tasse e balzelli che prosciugano i loro portafogli, abbiano il diritto di conoscere come la Giunta spende i  loro soldi”.

POLITICA: “PREVISTA L'ASSUNZIONE DI UN NUOVO DIRIGENTE. PROSEGUE L'INFORNATA ELETTORALE DA PARTE DELLA GIUNTA REGIONALE” - CIRIGNONI (GRUPPO MISTO) PRESENTA UNA INTERROGAZIONE

 

(Acs) Perugia, 21 gennaio 2015 - “Nonostante le tante voci che si sono alzate contro l'assunzione di nuovi dirigenti regionali e impiegati, che andranno ad appesantire la già mastodontica e costosa macchina burocratico-amministrativa, la Giunta regionale, capeggiata dalla governatrice Marini, continua imperterrita nella sua 'infornata elettorale'”. Lo dichiara il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Gruppo misto) che spiega come “grazie ad una determina tipica di un blitz di fine legislatura (n. 105 del 19 gennaio 2015) viene prevista l'assunzione di un nuovo dirigente a tempo determinato per l'incarico di responsabile dell'unità Organizzativa temporanea  'per la gestione della ricostruzione post-sisma e delle emergenze' presso la direzione programmazione innovazione e competitività dell'Umbria”.

SANITÀ: “L'ASL 1 E L'AZIENDA OSPEDALIERA DI PERUGIA SONO BOCCIATE IN TRASPARENZA AMMINISTRATIVA” - INTERROGAZIONE DI CIRIGNONI (GRUPPO MISTO)

 

(Acs) Perugia, 16 gennaio 2015 – “L'Asl 1 Umbria e l'Azienda Ospedaliera di Perugia sono bocciate in trasparenza amministrativa”. È quanto dichiara il consigliere regionale Gianluca Crignoni (Gruppo Misto) in seguito a “controlli effettuati in questi giorni sui siti internet ufficiali delle aziende sanitarie regionali”.

“Contravvenendo a quanto disposto dalla legge dal 2009 – spiega Cirignoni - le due aziende sanitarie umbre continuano a non pubblicare sui propri siti ufficiali i curriculum vitae di centinaia di medici e dirigenti tecnico amministrativi. Una situazione questa che era stata già oggetto di una mia interrogazione del 2011 (n. 543 del 19/07/2011) a cui la Giunta regionale e le Asl risposero scaricando la responsabilità sui dirigenti inadempienti. In quell'occasione assicurarono che la situazione sarebbe stata regolarizzata, una promessa che è stata mantenuta solo per l'Asl 2 e dall'azienda ospedaliera di Terni nei cui siti sono consultabili la quasi totalità dei curriculum dei dirigenti”.

MONITORAGGIO E VIGILANZA: “GRAVE IL BOICOTTAGGIO DELLA MAGGIORANZA CHE NON HA PERMESSO LO SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA” - CIRIGNONI (GRUPPO MISTO) “IL COMITATO DOVEVA PARLARE DI TRE ASSUNZIONI”

(Acs) Perugia, 15 gennaio 2015 - “Ritengo grave il boicottaggio che la maggioranza, al governo della Regione, ha attuato oggi non consentendo lo svolgimento della seduta del Comitato per il Monitoraggio e la Vigilanza”. Così il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Gruppo Misto) che spiega come la seduta, alla quale era presente, era stata “opportunamente convocata” dalla presidente Maria Rosi, “per verificare l'operato della Giunta regionale e dell'Ufficio di presidenza dell'Assemblea legislativa in merito all'assunzione di un dirigente a tempo determinato e di due dipendenti a tempo pieno ed indeterminato”.

SICUREZZA: “LE INCHIESTE DELLA MAGISTRATURA DIMOSTRANO LA NECESSITÀ DELLA COMMISSIONE REGIONALE ANTIMAFIA” - CIRIGNONI (MISTO) AUSPICA CHE L'ORGANISMO VENGA ISTITUITO ANCHE NELLA PROSSIMA LEGISLATURA

(Acs) Perugia, 15 gennaio 2015 - “Le inchieste della magistratura e le operazioni delle forze dell'ordine che si susseguono e sempre più spesso coinvolgono anche soggetti residenti nel territorio regionale umbro dimostrano la necessità di una Commissione regionale antimafia. Un organismo dell'Assemblea legislativa che in questi anni ha operato proficuamente e che anche nella prossima legislatura dovrà essere istituito, per continuare nell'opera di contrasto alle infiltrazioni della criminalità organizzata”. Lo afferma il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Gruppo misto), facendo riferimento a quanto emerse dalle recenti indagini della direzione distrettuale antimafia di Perugia.

SICUREZZA: “COMPLIMENTI ALLE FORZE DELL'ORDINE PER LA BRILLANTE OPERAZIONE CONTRO LE COSCHE MAFIOSE CALABRESI RADICATESI IN UMBRIA” - NOTA DI CIRIGNONI (GRUPPO MISTO)

 

(Acs) Perugia, 14 gennaio 2015 - “Esprimo massima soddisfazione e faccio i complimenti alle Forze dell'ordine per la brillante operazione che ha assestato un altro duro colpo alle cosche mafiose calabresi radicatesi in Umbria”. Così il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Gruppo misto) per il quale, “chi pensava o addirittura sosteneva, più o meno ingenuamente, che la nostra regione fosse immune dalle infiltrazioni mafiose è stato smentito dagli arresti di questi giorni e di questi mesi. Purtroppo – aggiunge -, la mafia in Umbria c'è e uccide. La piovra calabrese non si è creata solo una base fredda dove riciclare denaro in attività lecite, ma gestisce anche il consistente e lucroso traffico di droga che ha trasformato Perugia in un supermarket dello spaccio”.

SICUREZZA: “LA PROFANAZIONE DELLA STATUA DELLA MADONNA NON È UN SEMPLICE ATTO VANDALICO, COME VORREBBERO FARCI CREDERE” - NOTA DI CIRIGNONI (GRUPPO MISTO)

(Acs) Perugia, 12 gennaio 2015 - “La profanazione della statua della madonna di Perugia è un atto vile e grave perpetrato da chi, dopo essere stato accolto nel nostro Paese, ha dimostrato così di disprezzare i nostri valori e di volerci sopraffare. L’aggressione al cristiano raccolto davanti alla cappella, cui sarebbe stato impedito con la violenza di pregare davanti alla madonnina, prima di distruggerla sotto i suoi occhi, dimostra proprio la volontà di questa gang ancora libera di discriminare, sopraffare, annientare e non certo di compiere un semplice atto vandalico, o maleducato, come qualcuno vorrebbe farci credere”: lo afferma il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (gruppo Misto), a proposito dell'episodio verificatosi alcuni giorni fa nel capoluogo.

URBANISTICA: “PD UMBRO IN GRANDISSIMO IMBARAZZO PER UN ABUSO EDILIZIO 'ECCELLENTE' IN UN'AREA PROTETTA DEL COMUNE DI UMBERTIDE” - NOTA DI CIRIGNONI (MISTO)

(Acs) Perugia, 9 gennaio 2015 - “Il Pd umbro è in grandissimo imbarazzo per l'abuso edilizio 'eccellente' nell'area paesaggistica protetta nel comune di Umbertide dove un annesso agricolo è stato trasformato in villetta servita da piscina e campo da tennis”. Così il consigliere regionale Gianluca Cirignoni (Gruppo Misto) che ritiene la vicenda “grave e odiosa perché perpetrata da chi ha avuto grandi responsabilità istituzionali e segnata da omertà e imbarazzi senza precedenti come testimoniato dal travagliato iter del testo unico sul governo del territorio, appena approvato”.