Tu sei qui

fausto galanello

AREE INTERNE: “CON RISORSE PREVISTE DA REGIONE E GOVERNO POSSIBILE NUOVA CRESCITA E SVILUPPO DI IMPORTANTI TERRITORI” - LA SODDISFAZIONE DI GALANELLO (PD)

(Acs) Perugia, 1 aprile 2015 - “Le aree interne dell'Umbria possono guardare con più ottimismo al loro futuro. Ad un nuovo sviluppo economico-occupazionale indispensabile per interrompere un lungo periodo di crisi che ha messo in ginocchio centinaia di attività e migliaia di famiglie”. Così il consigliere regionale Fausto Galanello (Partito democratico) esprime la sua soddisfazione per gli oltre 22 milioni di euro previsti dalla Giunta regionale a cui andranno ad aggiungersi entro l'anno altri 7milioni 500mila euro da parte del Governo (Legge di Stabilità 2015), indirizzati alle tre aree interne individuate dalla Regione:  Area Sud Ovest Orvietano, Area del Nord-Est, Area della Valnerina.

COMUNITÀ MONTANA ONAT: “LA REGIONE INTERVENGA SULLA DIFFICILE SITUAZIONE DI DIPENDENTI, UTENTI E FORNITORI” - GALANELLO (PD) PREOCCUPATO PER LO STATO FINANZIARIO DELL'ENTE

 

(Acs) Perugia, 17 febbraio 2015 - “È necessario fornire risposte certe ai trenta lavoratori della Comunità montana 'Onat', da mesi senza stipendio. Ed assicurare garanzie certe ad utenti e fornitori. Per questo auspico un intervento immediato della Regione Umbria per sbloccare la pericolosa fase di stallo in cui è precipitato l'Ente”. Così il consigliere regionale Fausto Galanello (Partito democratico), preoccupato per “le numerose difficoltà finanziarie che stanno attanagliando la Comunità montana Orvietano-Narnese-Amerino-Tuderte e quindi il suo commissario Domenico Rosati nella gestione dell'Ente”.

Galanello, nel dirsi solidale con tutte le forze sindacali e con le loro richieste, invita la Giunta regionale ad “un impegno diretto ed immediato, necessario e non rinviabile perché una situazione analoga potrebbe allargarsi anche ad altre realtà del territorio regionale”.

VERTENZA TRAFOMEC: “VICINO A TUTTI I LAVORATORI. SCORRETTO IL COMPORTAMENTO DELL'AZIENDA” - GALANELLO (PD) INVITA LA REGIONE AD ASCOLTARE L'APPELLO DI LAVORATORI E SINDACATI

 

(Acs) Perugia, 6 febbraio 2015 - “La mia totale solidarietà ai lavoratori della Trafomec di Tavernelle, sia a quelli in attesa delle loro spettanze e che mantengono il presidio davanti ai cancelli e quindi ai due ingressi dell’azienda, sia ai loro colleghi attualmente occupati all’interno del sito. Auspico che su questa complessa vicenda la Regione Umbria possa intervenire con forza richiamando l’azienda ai suoi impegni prima che la situazione diventi ingestibile e fuori controllo”. Così il consigliere regionale Fausto Galanello (Partito democratico), “preoccupato per la paventata minaccia della Trafomec  di sospendere l'attività  e di ricorrere alla cig  in caso di mantenimento del presidio”.

Galanello chiede quindi alla Giunta regionale di “ascoltare il grido di aiuto che arriva da tutti i lavoratori e dai loro rappresentanti sindacali”. RED/as

DISCARICA ORVIETO: “NESSUNA ESIGENZA DI AMPLIAMENTO DEL SITO” - GALANELLO (PD) INTERVIENE DOPO LA SENTENZA DEL TAR DELL'UMBRIA SUL TERZO CALANCO

(Acs) Perugia, 21 gennaio 2015 - “Facendo riferimento alle posizioni espresse dal sindaco di Orvieto, Giuseppe Germani e dall'assessore regionale all'Ambiente, Silvano Rometti, ribadisco che per la Regione Umbria non si pone neppure il problema dell'ampliamento della discarica Le Crete di Orvieto, tanto meno con l'attivazione di un terzo calanco”. Lo afferma il consigliere regionale Fausto Galanello (Pd), rimarcando che “come da me già evidenziato più volte nel corso della legislatura e come risulta da atti formali di Giunta e Consiglio regionale, l'obiettivo dell'Umbria è la minimizzazione dello smaltimento in discarica in vista del suo completo superamento: una strategia che peraltro le normative europee ci impongono”. “A tal proposito - aggiunge - va evidenziato lo sforzo profuso dall'attuale Amministrazione comunale di Orvieto per la costante crescita dei livelli della raccolta differenziata.

POLITICA: “DENTRO L'UMBRIA, OLTRE L'UMBRIA: NECESSARIO NUOVO DIMENSIONAMENTO TERRITORIALE DELL'ORVIETANO. COLLEGIO ELETTORALE UNICO MARGINALIZZA TROPPE REALTÀ” - NOTA DI GALANELLO (PD)

 

(Acs) Perugia, 19 gennaio 2015 - “L’impatto dell’iniziativa della Regione sul territorio dell'Orvietano può essere soggetto a un duplice bilancio:  quantitativo e politico. Rispetto al primo, nonostante i tagli progressivi del governo al bilancio regionale, sono stati assicurati, grazie anche al mio contributo, importanti risorse sia sul versante pubblico che privato. Ma per quanto riguarda il bilancio politico esso mostra delle ombre per il prevalere di una idea dell'Umbria che tende a marginalizzare il territorio orvietano”. Il consigliere regionale Fausto Galanello (Partito Democratico)  traccia un bilancio, anche personale, di fine legislatura e tiene  a sottolineare che, “aldilà di una sua ricandidatura, o meno, la cosa importante è confermare una rappresentanza dell’Orvietano in regione e far vincere il candidato presidente Catiuscia Marini ed il centrosinistra. Io ci sarò comunque – assicura -, a prescindere dal ruolo che il PD deciderà di assegnarmi”.

PROGRAMMAZIONE SCOLASTICA: “SODDISFAZIONE E GIUDIZIO POSITIVO PER LE SCELTE APPROVATE IN COMMISSIONE E IN AULA” – NOTA DI GALANELLO (PD)

(Acs) Perugia, 8 gennaio 2015 - “Giudizio positivo sui contenuti generali del Piano di dimensionamento scolastico e soddisfazione per alcune scelte che sono scaturite anche grazie ad emendamenti da me proposti insieme ad altri colleghi”. Così il consigliere regionale Fausto Galanello (PD) sull'atto approvato stamani dall'Assemblea legislativa.
Le scelte cui si riferisce Galanello riguardano in particolare il riconoscimento dell'autonomia alla scuola di San Venanzo; l'assegnazione di una articolazione specialistica per “amministrazione e financial marketing” all'Istituto “Maiorana” di Orvieto (che comprende anche il liceo scientifico), e la sospensione per un anno dell'accorpamento degli Istituti superiori di Terni “per consentire un approfondimento partecipativo da parte dei soggetti interessati”.

QUESTION TIME (3) VERTENZA SANGEMINI FRUIT E TIONE: “RIPRESA PRODUTTIVA STABILIMENTI E DIFESA LIVELLI OCCUPAZIONALI” - A GALANELLO (PD) HA RISPOSTO L'ASSESSORE RIOMMI

(Acs) Perugia, 16 dicembre 2014 – Il consigliere regionale Fausto Galanello (Partito Democratico) ha interrogato la Giunta regionale in merito alla situazione degli stabilimenti Sangemini Fruit e Tione e al ruolo della Regione quale ente concessionario dello sfruttamento delle relative sorgenti di acque minerali. In sostanza, l'esponente della maggioranza ha chiesto all'Esecutivo “quali azioni ha assunto o intende promuovere per sollecitare soluzioni mirate alla ripresa produttiva degli stabilimenti, alla difesa dei livelli occupazionali ed alla valorizzazione di un bene prezioso patrimonio della nostra regione”. Galanello, dopo aver rimarcato che “i due siti vivono uno stallo produttivo con il ricorso agli ammortizzatori sociali per alcune decine di dipendenti”, ha ricordato che “le due vertenze  rischiano ormai di passare a una situazione di blocco definitivo delle produzioni, aggravando una situazione economica occupazionale già pesante per la provincia di Terni nonché per gli stessi territori interessati di San Gemini e dell’Orvietano”.

DISSESTO IDROGEOLOGICO: “I 362 MILIONI DI EURO PREVISTI PER L'UMBRIA NEL PIANO NAZIONALE 2014-2020 UTILI PER FRONTEGGIARE EMERGENZE E FRAGILITÀ DEL TERRITORIO” - NOTA DI GALANELLO (PD)

 

(Acs) Perugia, 5 dicembre 2014 - “I 362 milioni di euro che il Piano nazionale contro il dissesto idrogeologico 2014-2020 prevede per l'Umbria, rappresentano risorse importanti per fronteggiare le emergenze e le 'fragilità' della nostra regione, con particolare attenzione alle aree colpite dagli eventi alluvionali, come il territorio Orvietano nel 2012, e criticità geologiche storiche come il Colle di Todi e la Rupe di Orvieto”. Così il consigliere regionale, Fausto Galanello (Partito democratico), per il quale, “come ha già spiegato ieri l’assessore regionale all'Ambiente, Silvano Rometti presentando il Programma per la mitigazione del dissesto idrogeologico dell'Umbria a Palazzo Chigi, si tratta di interventi organici di messa in sicurezza del territorio regionale che non andranno solo a completare quelli già avviati e finanziati, ma anche necessari per funzioni preventive, allo scopo di anticipare possibili danni in zone classificate a rischio elevato”.

LAVORO: “INIZIATIVE DELLA GIUNTA REGIONALE PER LA RIPRESA PRODUTTIVA DEGLI STABILIMENTI DI SANGEMINI ED ORVIETO” - UNA INTERROGAZIONE DI GALANELLO (PD) SULLE VERTENZE SANGEMINI FRUIT E TIONE

(Acs) Perugia, 27 novembre 2014 - “L'Esecutivo regionale chiarisca quali azioni ha assunto o intende promuovere per sollecitare soluzioni mirate alla ripresa produttiva degli stabilimenti, alla difesa dei livelli occupazionali ed alla valorizzazione di un bene prezioso patrimonio della nostra Regione”. Lo chiede, con una interrogazione alla Giunta, il consigliere regionale Fausto Galanello (Pd), facendo riferimento alla situazione degli stabilimenti Sangemini Fruit e Tione e al ruolo della Regione quale “ente concessionario dello sfruttamento delle relative sorgenti di acque minerali”.