Tu sei qui

comunità montane

COMUNITÀ MONTANE: “CAMBIARE TUTTO PER NON CAMBIARE NULLA” - NOTA DI DE VINCENZI (MISTO-UN)

 

(Acs) Perugia, 12 dicembre 2018 – “Sulle Comunità montane si cambia tutto per non cambiare nulla”. È quanto dichiara il consigliere regionale Sergio De Vincenzi (Misto-Umbria next) secondo cui “l’obiettivo della Giunta Marini sembra essere quello di creare un cimitero degli elefanti per condurre all'estinzione, attraverso il pensionamento, il personale dei cinque Enti a contratto pubblico, e traslocare tutti i problemi organizzativi e autorizzativi alla futura Giunta”.

QUESTION TIME (1): “GARANTIRE PIENA OPERATIVITÀ DI FUNZIONI ASSEGNATE A EX COMUNITÀ MONTANE” - A DE VINCENZI (MISTO-UN) RISPONDE L’ASSESSORE BARTOLINI: “TAVOLO TECNICO CON ANCI PER SOLUZIONE ENTRO L’ANNO”

(Acs) Perugia, 11 settembre 2018 – Nella seduta odierna dell’Assemblea legislativa, sessione dedicata al Question Time, il consigliere regionale Sergio De Vincenzi (Misto-Umbria next) ha chiesto all’assessore Antonio Bartolini di conoscere gli intendimenti della Giunta “rispetto alla assegnazione e alla piena operatività delle funzioni autorizzative, certificative e di controllo prima assegnate alle Comunità montane, soppresse dalla legge regionale ‘23/2011’”.  

AMBIENTE: “FUNZIONI PUBBLICHE DI CONTROLLO E AUTORIZZATIVE DELLE EX COMUNITÀ MONTANE” - DE VINCENZI (MISTO-UMBRIA NEXT) ANNUNCIA INTERROGAZIONE ALLA GIUNTA

(Acs) Perugia, 22 giugno 2018 - “Abbiamo sentito l’urgenza di presentare una interrogazione per conoscere gli intendimenti della Giunta regionale rispetto alla assegnazione e alla piena operatività delle funzioni autorizzative, certificative e di controllo prima assegnate alle Comunità montane, soppresse dalla Legge Regionale ‘23/2011”: lo annuncia il consigliere regionale Sergio De Vincenzi (gruppo misto-Umbria Next)

TRASIMENO-MEDIO TEVERE: “ANCORA SENZA STIPENDI I DIPENDENTI DELLA EX COMUNITÀ MONTANA” - NOTA DI LIGNANI MARCHESANI (FDI) “L’ASSESSORE CECCHINI RISPETTI GLI IMPEGNI PRESI”

 

(Acs) Perugia, 11 marzo 2015 – “Ad oggi, nonostante alcune rassicurazioni di facciata, permane il dato di fatto che i dipendenti della ex Comunità Montana Trasimeno-Medio Tevere non hanno ancora percepito lo stipendio del mese di febbraio”. È quanto dichiara il consigliere regionale Andrea Lignani Marchesani (Fratelli d'Italia).

INCHIESTA EX COMUNITA' MONTANA TRASIMENO: “DEGNA DI PLAUSO LA DECISIONE DI MASSIMO BIANCHI DI DIMETTERSI DA AMMINISTRATORE AGENZIA FORESTAZIONE” - NOTA DI LOCCHI (CAPOGRUPPO PD)

(Acs) Perugia, 17 dicembre 2014 - “Oggi il Gip del Tribunale di Perugia ha deciso di non accogliere l'istanza della pubblica accusa che chiedeva la sospensione dai pubblici uffici per alcuni degli indagati della ex Comunità montana del Trasimeno. Alla luce di ciò merita un plauso ancora maggiore la decisione dell'amministratore dell'Agenzia regionale della forestazione, Massimo Bianchi, che già nella giornata di ieri aveva formalizzato le proprie dimissioni irrevocabili da quell'incarico”. Così il capogruppo del Partito democratico all'Assemblea legislativa dell'Umbria, Renato Locchi, che ribadisce “l'apprezzamento dell'intero gruppo del Pd per la decisione di Massimo Bianchi, da lui motivata con l'esigenza di non creare intralcio all'attività dell'Ente e imbarazzo a chi lo aveva nominato in quell'incarico”.

COMUNITÀ MONTANE: AUDIZIONE DEI COMMISSARI LIQUIDATORI AL COMITATO MONITORAGGIO

 

(Acs) Perugia, 2 ottobre 2014 – Audizione dei commissari liquidatori delle Comunità montane presso il Comitato per il monitoraggio e la vigilanza sull'amministrazione regionale, presieduto da Maria Rosi.  All'incontro, che si è svolto ieri a Palazzo Cesaroni,  erano presenti Paolo Silveri, commissario della Comunità montana Valnerina; Elio Censi, commissario della Comunità Trasimeno-Medio Tevere; Giuliano Nalli, commissario della Comunità montana Orvietano-Narnese-Amerino-Tuderte e di quella dei Monti Martani-Serano-Subasio; Luis Montagnoli, dirigente della Comunità montana Trasimeno-Medio Tevere; Gaetano Rossi, direttore tecnico della Comunità montana Alta Umbria; Marco Vinicio Galli, direttore della Comunità montana Monti Martani-Serano-Subasio.

COMUNITÀ MONTANE: “PRESTITO DI QUATTRO MILIONI DI EURO, NONOSTANTE LA LORO SOPPRESSIONE: LE RIFORME SEGNANO IL PASSO, MA NON LA CLIENTELA POLITICA” - NOTA DI LIGNANI MARCHESANI (FD'I)

(Acs) Perugia, 17 ottobre 2013 - “Un emendamento messo 'al volo', alla fine di una seduta del Consiglio regionale, su di un atto che parlava di proroghe istituzionali dei Consorzi di Bonifica e,  magicamente, si materializzano quattro milioni di euro di prestito alle Comunità montane, soppresse ormai due anni fa dalla Legge regionale 18 del 23 dicembre 2011”. Così il consigliere regionale Andrea Lignani Marchesani (Fd'I) che ricorda come questa legge “supportata anche dall'opposizione, doveva essere parte integrante del processo di riforma con cui si istituiva un unica 'Agenzia forestale' regionale al posto di onerose Comunità montane, con alcune funzioni che sarebbero poi andate alle costituende Unioni di Comuni”.

MONITORAGGIO E VIGILANZA: IN AUDIZIONE IL COMMISSARI LIQUIDATORE DELLA COMUNITÀ MONTANA ORVIETANO-NARNESE-AMERINO-TUDERTE – ATTUAZIONE DELLA “RIFORMA ENDOREGIONALE”, LE CRITICITÀ EMERSE

(Acs) Perugia, 26 settembre 2013 - Difficoltà nella gestione della fase di attuazione di una riforma che risente di forti carenze normative e di “un reale spirito riformatore” a livello nazionale; necessità di copertura del fabbisogno finanziario del bilancio 2013; problemi legati alla gestione delle risorse umane per la mancata attivazione delle Unioni speciali dei Comuni; assenza di risorse per la gestione del Parco fluviale del Tevere; stallo nella programmazione di interventi. Sono i punti centrali dell'audizione del commissario liquidatore della della Comunità montana Orvietano-Narnese-Amerino-Tuderte (Onat), Stefano Bigaroni e del direttore Gianpiero Lattanzi che si è svolta oggi al Comitato di monitoraggio e vigilanza presieduto da Maria Rosi.