Tu sei qui

claudio ricci

CULTURA: “IL 40 PER CENTO DELLE PROPOSTE TURISTICHE ITALIANE POTREBBERO ESSERE VENDUTE ATTRAVERSO INTERNET” - RICCI (RP) SUL RAPPORTO ANNUALE FEDERCULTURE 2015 ILLUSTRATO OGGI A ROMA

 

(Acs) Perugia, 8 luglio 2015 - “I turisti stranieri in Italia sono aumentati nel 2014 del 2.2 per cento, la metà rispetto agli incrementi registrati a livello internazionale. E oltre il 30 per cento è turismo culturale. La spesa delle famiglie per le attività culturali è tornata a crescere, nel 2014, del 2 per cento. È importante promuovere i beni culturali italiani anche nei social network, dato che il 40 per cento delle proposte turistiche potrebbe essere venduto attraverso Internet”. Lo scrive il capogruppo regionale di 'Ricci presidente', Claudio Ricci in riferimento alla presentazione del rapporto annuale Federculture 2015 su “Cultura, identità e innovazione: la sfida per il futuro, a cui ha preso parte oggi a Roma.

ECONOMIA UMBRIA: “URGENTE PIANO MARKETING OPERATIVO CHE INDIVIDUI AZIONI PRIORITARIE PER RILANCIO SOCIO-ECONOMICO REGIONE” - RICCI (RP) DOPO I DATI EMERSI DA RAPPORTO BANCA D'ITALIA

 

(Acs) Perugia, 7 luglio 2015 - “Preoccupanti i dati dell'economia umbra: nel periodo 2007/2012 il reddito disponibile si è ridotto dell'8,4 per cento, mentre la popolazione in povertà è cresciuta dal 2,2 al 10,4 per cento, un andamento stabile, negli ultimi anni e con esiti più negativi di quelli nazionali. È urgente quindi definire un chiaro piano di marketing operativo che individui le azioni prioritarie, per il rilancio socio- economico regionale, mettendo insieme pubblico e privati, come indicato in una mia mozione”. Così il consigliere regionale Claudio Ricci (capogruppo 'Ricci presidente') che ha partecipato oggi a Perugia al seminario sull'andamento dell'economia umbra organizzato dalla Scuola umbra di amministrazione pubblica, nel corso del quale è stato presentato il rapporto annuale della Banca d'Italia. RED/as

ECONOMIA: “NECESSARIO E URGENTE UN PIANO DI RILANCIO DELLA REGIONE” - RICCI (RP) AUSPICA DUE SEDUTE TEMATICHE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA, A PERUGIA E TERNI, SENZA PAUSE ESTIVE DEI LAVORI

 

(Acs) Perugia, 3 luglio 2015 – “È auspicabile che l'Assemblea legislativa dell'Umbria, evitando pause estive che rappresenterebbero un segnale negativo per cittadini e imprese in difficoltà, si riunisca almeno due volte ad agosto, a Perugia e Terni, per costruire un piano di rilancio di una Regione ormai debole, a cui serve un grande cambiamento, che  anche le categorie socio economiche sollecitano”. Lo dichiara il consigliere regionale Claudio Ricci (capogruppo Ricci presidente) secondo cui l'Assemblea di Palazzo Cesaroni deve operare, insieme alla Giunta regionale e coinvolgendo le categorie socio economiche e culturali turistiche, per definire pochi e incisivi progetti strategici da attivare sin dal mese di settembre per evitare che la situazione si aggravi”.

REGIONE UMBRIA: “SARÒ AL SERVIZIO DI TUTTI I QUATTRO GRUPPI DELLA COALIZIONE PER IL CAMBIAMENTO DA 'CONSIGLIERE SEMPLICE'” – RICCI (RP) PRESENTA I PRIMI 10 ATTI, DI INDIRIZZO E LEGISLATIVI

(Acs) Perugia, 1 luglio 2015 – Il consigliere regionale Claudio Ricci (capogruppo “Ricci presidente”) annuncia di aver “depositato questa mattina all'Assemblea Legislativa dell'Umbria i primi dieci atti: nove mozioni, inclusa quella sulla riduzione delle indennità e l'eliminazione dei vitalizi, e un disegno di legge sulla promozione delle città dell'Umbria, attraverso le reti commerciali dei marchi di qualità culturali e turistici.

Tutte queste proposte puntano a tradurre in atti legislativi una parte dei venti punti programmatici presentati durante le recenti elezioni regionali 2015. Ricci spiega che il gruppo regionale “Ricci presidente”, che include anche Sergio De Vincenzi, intende svolgere fin da subito una opposizione "molto chiara e incisiva ma ampia di contenuti e proposte operative. Inoltre, sin da subito, verranno promossi incontri nei territori per consolidare il rapporto di vicinanza con luoghi, persone e candidati”.

ASSEMBLEA LEGISLATIVA: “BENI E ATTIVITÀ CULTURALI PASSINO ALLA II COMMISSIONE” - MOZIONE DI RICCI (RP) CHE, IN FATTO DI INDENNITÀ, PRECISA DI NON AVERE AVUTO ACCREDITI IN QUANTO ANCORA SINDACO DI ASSISI

 

(Acs) Perugia, 1 luglio 2015 - “Spostare la competenza dei beni e attività culturali, ora prevista in Terza Commissione, nella Seconda Commissione, accorpandola con turismo, commercio e politiche agricole e agro-alimentari (includenti la filiera dei prodotti tipici e delle attività agrituristiche)”. È quanto chiede, attraverso una mozione da discutere in Aula, Claudio Ricci (capogruppo 'Ricci presidente').

Ricci, in attesa della prossima ricomposizione delle tre Commissioni consiliari dell'Assemblea legislativa dell'Umbria, sottolinea questa opportunità “sul piano socio economico e culturale, per dare uniformità strategica alla filiera economica (turismo e cultura) in Umbria e ai lavori della Seconda Commissione, nonché armonizzare le attività amministrative”.

REGIONE UMBRIA: “ABBIAMO PROPOSTO LA RIDUZIONE DELLE INDENNITÀ GIÀ A GENNAIO 2015” - NOTA DI RICCI (RP), CHE RIBADISCE LA PROPOSTA DI “ELIMINARE PREMI DI FINE MANDATO E PENSIONI A VITA”

(Acs) Perugia, 30 giugno 2015 – “Già nel gennaio 2015, ben prima di molti interventi anche recenti (ieri di un rappresentante della coalizione di centro sinistra), abbiamo proposto la riduzione delle indennità di carica di presidente della Regione, assessori e consiglieri regionali nonché delle spese di funzionamento dell'Assemblea legislativa per un totale di 5 milioni di euro a legislatura, da destinare al sostegno di persone e famiglie in difficoltà nonché sviluppo di opportunità di lavoro e giovani imprese”. Lo ricorda il consigliere regionale Claudio Ricci (capogruppo Ricci presidente), spiegando che la proposta avanzata dalle liste civiche prevedeva anche “di eliminare i premi di fine mandato e anche le pensioni a vita assegnate ai già consiglieri regionali che costano, secondo i dati che sono emersi recentemente, 3 milioni di euro all'anno”.

RIFORMA PROVINCE: “POCA SOSTANZA NELLE AFFERMAZIONI DELLA PRESIDENTE DELLA REGIONE E POCA ATTENZIONE PER I DIPENDENTI” - RICCI (RP) INCONTERÀ I DIPENDENTI PER TROVARE “SOLUZIONI CONCRETE”

(Acs) Perugia, 30 giugno 2015 - “Sono solo comunicazione politica, con poca sostanza, le affermazioni del presidente della Regione e della Giunta che, dopo aver nascosto sotto la cenere, per mesi, i gravi problemi delle Province, con poca attenzione per i dipendenti, ora si desta improvvisamente senza dare soluzioni concrete”. È quanto scrive Claudio Ricci (capogruppo 'Ricci presidente') per il quale, “la verità, che il presidente della provincia di Perugia ha delineato in una lettera, è che l'Ente non riesce a chiudere il bilancio perché mancano 26.5 milioni di euro e questo è il risultato non solo di una riforma sbagliata del Governo Renzi, ma anche di una gestione passata della Provincia di Perugia non certo orientata a risparmio ed efficienza”.

TRASPORTI: “LA GIUNTA SI ATTIVI PER OTTENERE UNA FERMATA DEL TRENO 'FRECCIA BIANCA' A SPOLETO” - MOZIONE DI RICCI (RP)

(Acs) Perugia, 29 giugno 2015 - “La Giunta regionale si attivi per ottenere una fermata del treno veloce 'Freccia Bianca' a Spoleto, la città del Festival dei Due mondi, considerando che già ora i convogli ferroviari transitano a Spoleto, rallentano ma non si fermano, includendo i relativi costi a livello regionale o nel quadro dei contratti sui trasporti dell'Umbria”: lo chiede, con una mozione in via di presentazione, il consigliere regionale Claudio Ricci (capogruppo RP).

“Tale proposta – afferma Ricci -, già più volte rappresenta sia dal Comune di Spoleto che da alcune associazioni del territorio, consentirebbe (con costi non eccessivi) di collegare meglio una tra le più importanti città dell'Umbria con Roma, non solo ai fini dello sviluppo socio culturale e turistico ma anche, con ampio beneficio per il trasporto pubblico locale, nel quadro dei servizi di collegamento per i pendolari”. RED/pg

VIABILITÀ: “INSERIRE NEL PIANO REGIONALE DEI TRASPORTI UN'ALTERNATIVA AL NODO DI PERUGIA” - MOZIONE DI RICCI (RP)

(Acs) Perugia, 27 giugno 2015 - “Inserire nel piano regionale dei trasporti, la viabilità stradale esterna alternativa al nodo delle gallerie di Perugia come intervento prioritario e urgente anche per il rilievo strategico nazionale (della viabilità fra il nord e il sud d'Italia)  dato che, quasi ogni giorno e nei periodi di flusso stradale rilevante, determina blocchi stradali, rallentamenti e maggiori rischi per la sicurezza stradale”: Claudio Ricci (capogruppo RP) annuncia una mozione su tale argomento.

Con tale atto, ricci chiede di “sollecitare la procedura, amministrativa e finanziaria, in atto da molti anni (ma di cui non si conoscono tempi certi) e di considerare tale intervento strettamente connesso con la riqualificazione della strada E 45 (Orte, Terni, Perugia e Città di Castello) che necessita di interventi ampi di miglioramento evitando ogni forma di pedaggio”.

POLITICA: “A SETTEMBRE UN NUOVO 'CONTENITORE CIVICO E MODERATO' PER PROSEGUIRE UN'ESPERIENZA CHE PUÒ DIVENTARE VINCENTE, ANCHE A LIVELLO NAZIONALE” - NOTA DI RICCI (RP)

(Acs) Perugia, 26 giugno 2015 - “A settembre dovremmo riflettere su un nuovo 'contenitore civico e moderato' capace di sviluppare l'esperienza positiva svolta, sia in chiave locale, pensando alle elezioni comunali in Umbria nel 2016/17, che regionale e nazionale cercando, per quanto possibile, di portare un contributo al centro destra civico e moderato italiano che, unito, può vincere ovunque, anche a livello nazionale”. Lo afferma il consigliere regionale Claudio Ricci (capogruppo Ricci presidente) analizzando i numeri dell'ultima tornata elettorale.

Ricci sottolinea l'”ottimo risultato delle tre liste civiche alle elezioni regionali in Umbria che, unitamente ai voti diretti al candidato presidente (promotore delle liste civiche), hanno toccato circa il 14 per cento, con un successo che ha trascinato la coalizione di centro destra dalla distanza del 20 per cento esistente fra il centro sinistra e il centro destra nel 2010, ad un divario di solo il 3 per cento, facendo traballare la Regione più di sinistra in Italia”.